Feed RSS

Archivi del giorno: 22 aprile 2011

Dall’Olanda un sito web per design, moda e cultura

Inserito il

È il Dna olandese – Design, Moda, Architettura e Patrimonio Culturale – il principale tema promozionale del 2011 per l’Ente del turismo olandese.
Lo scopo è di conquistare l’attenzione del pubblico con il design, l’architettura, la moda e il patrimonio culturale olandese. Il sito dedicato, http://www.dutchdna2011.com, è una piattaforma unica dalla quale attingere informazioni sul design, la moda, l’architettura e il patrimonio culturale del Paese. Risponde a domande come: chi sono i maggiori designer olandesi, dove si possono trovare le loro opere e cosa li rende unici rispetto a designer di altri Paesi. Il sito propone anche la lista dettagliata dei maggiori musei del Paese e degli otto siti considerati Patrimonio Culturale dell’Umanità.

Fiab, nuova rivista per gli amanti della bici

Inserito il

BC è il nuovo magazine bimestrale della Fiab – Federazione Italiana Amici della Bicicletta che raggruppa oltre 130 associazioni sparse sul territorio.
La rivista, 68 pagine, formato 20×28, occupa uno spazio sinora scoperto nel panorama editoriale: esistono testate per gli appassionati di ciclismo su strada e in mountain bike, mancava un prodotto rivolto al cicloturista e al ciclista urbano, che ama e usa la bici tutti i giorni e ne fa il simbolo di uno stile di vita. La tiratura iniziale è di 20mila copie distribuite a tutti i 14mila soci delle associazioni federate dalla FIAB e a un indirizzario professionale di 4mila tra operatori, amministratori e tecnici di enti pubblici, docenti e studiosi di mobilità urbana. Campagne abbonamento mirate (un anno a 18 euro) puntano ad una readership più larga di quella dei soci FIAB, mentre non è prevista ad oggi una distribuzione in edicola.
Una rivista per rilanciare la cultura della bicicletta in Italia e promuovere le buone pratiche di mobilità sostenibile. Ma anche per parlare di turismo responsabile, di salute e lifestyle, di natura, eco-prodotti e ambiente. Il primo numero, tra l’altro, riporta una conversazione a tema con Romano Prodi, un racconto di Margherita Hack, la scoperta di Bruxelles su due ruote, una vetrina sulle borse per cicloturismo e sull’underwear ad alta tecnologia da indossare in bicicletta, consigli salute per chi pedala in gravidanza.

Heart Day 2011

Inserito il

E’ arrivato anche quest’anno: oggi, 22 aprile, è infatti la Giornata della Terra!
Il Giorno della Terra, in inglese Earth Day, è il nome usato per indicare due diverse festività: una che si tiene annualmente ogni primavera nell’emisfero nord del pianeta, e un’altra in autunno nell’emisfero sud, dedicate entrambe all’ambiente e alla salvaguardia del pianeta Terra. Le Nazioni Unite celebrano questa festa ogni anno nell’equinozio di primavera, ma è un’osservanza ufficializzarla il 22 aprile di ciascun anno. La festività è riconosciuta da ben 192 nazioni e viene celebrata da quasi mezzo miliardo di persone.
L’Earth Day fu celebrato a livello internazionale per la prima volta il 22 aprile 1970 per sottolineare la necessità della conservazione delle risorse naturali della Terra. Nato come movimento universitario, nel tempo, l’Earth Day è divenuto un avvenimento educativo ed informativo. I gruppi ecologisti lo utilizzano come occasione per valutare le problematiche del pianeta: l’inquinamento di aria, acqua e suolo, la distruzione degli ecosistemi, le migliaia di piante e specie animali che scompaiono, e l’esaurimento delle risorse non rinnovabili. Si insiste in soluzioni che permettano di eliminare gli effetti negativi delle attività dell’uomo; queste soluzioni includono il riciclo dei materiali, la conservazione delle risorse naturali come il petrolio e i gas fossili, il divieto di utilizzare prodotti chimici dannosi, la cessazione della distruzione di habitat fondamentali come i boschi umidi e la protezione delle specie minacciate.
L’edizione 2011, che l’Onu ha proclamato Anno internazionale delle foreste, prevede in tutto il mondo concerti, eventi di piazza, proiezioni e incontri dedicati ai “polmoni verdi” della Terra. Sarà, inoltre, organizzata attorno alle “Billion Acts of Green” (Miliardo di azioni verdi). Le “Billion Acts of Green” sono impegni di singoli cittadini, associazioni, aziende, Enti e Governi che puntano a migliorare la vita in maniera sostenibile. L’obiettivo è di far registrare un miliardo di azioni prima del Summit della Terra che si terrà dal 14 al 16 maggio 2012 a Rio de Janeiro in Brasile per sensibilizzare i Governi che parteciperanno a questo fondamentale appuntamento. In Italia è stata avviata una campagna similare chiamata “Azioni del Buon Senso” . Chiunque può registrare la propria azione direttamente dal sito della Giornata Mondiale della Terra prendendo un impegno concreto che permetta di miglioarare l’ambiente. Tutte le azioni registrate saranno inviate all’EDN e contribuiranno ad incrementare le “Billion Acts of Green”.
In Italia, l’evento centrale è stato il 20 aprile a Roma, dove numerose stelle della musica italiana e internazionale sono salite sul palco allestito al Galoppatoio di Villa Borghese per il consueto mega-concerto. Tra i grandi nomi che si sono esibiti la sacerdotessa americana del rock Patti Smith e la “cantantessa” Carmen Consoli, ma anche i Rein, band di patchanka italiana, Roberto Angelini, cantautore e chitarrista, e Adriano Bono, già voce delle Radici nel cemento. Padrino dell’evento è stato il grande maestro Ennio Morricone, prestando il suo volto alla Giornata della Terra. Il concerto è stato arricchito da una video-esposizione di opere d’arte a tema ambientale, selezionate nell’ambito dell’iniziativa EcoArt Project e, come di consueto, ad impatto zero. Grazie alla collaborazione con LifeGate, infatti, le emissioni di anidride carbonica generate dall’evento, stimate in oltre 330mila kg di CO2, sono state compensate assicurando la tutela di aree forestali in Argentina, un Paese particolarmente soggetto a fenomeni di deforestazione e perdita di aree verdi.
Oltre al grande concerto di Villa Borghese, nella capitale sono state programmate altre iniziative, come la raccolta fondi promossa dal Comune di Roma in collaborazione con American Express per aiutare le popolazioni del Giappone, e la presentazione dei tre “Testimoni italiani della Terra: il professor Vincenzo Naso, la Fondazione Roberto Capucci, che produce abiti ispirati alla natura, e lo chef Heinz Beck, da sempre molto sensibile alle questioni ambientali. La Casa del Jazz, infine, ha ospitato la prima “Green jazz night” italiana. La serata musicale è stata trasmessa su SKY Uno, che ha celebrato l’Earth Day anche con la messa in onda di cinque cortometraggi dedicati proprio al rapporto tra uomo e ambiente. Su SKY Cinema 1 HD, invece, è stato possibile assistere in prima serata al documentario “Oceani”, il primo film subacqueo girato interamente in digitale: un viaggio alla scoperta delle profondità marine con le voci di Aldo, Giovanni e Giacomo.

http://www.giornatamondialedellaterra.it
http://www.earthdayitalia.it

Una mostra a Trento sulle Antiche Madonne di Abruzzo

Inserito il

Dura fino al 1 maggio la mostra “Antiche Madonne d’Abruzzo. Dipinti e sculture lignee medievali dal Castello de L’Aquila“, allestita a Trento presso il Castello del Buonconsiglio.
Le opere, una ventina tra sculture lignee e dipinti su tavola medievali di proprietà del Museo Nazionale dell’Abruzzo a l’Aquila, sono stati salvate dai Vigili del Fuoco all’indomani del terribile terremoto di un anno e mezzo fa. Esposte temporaneamente al Castello di Celano nel Museo Nazionale della Marsica, le opere fanno tappa ora a Trento, a suggello del rapporto stretto che lega la terra trentina a quella abruzzese. Tra le sculture che si potranno ammirare spicca la Madonna di Lettopalena, risalente alla fine del XII secolo, un assoluto capolavoro che trova in Abruzzo un unico termine di paragone nella stupenda Madonna di Castelli, assimilata per la sua bellezza ai rilievi della Cattedrale di Chartres. Tra le Madonne si distinguono per valore artistico la Madonna di Pizzoli, che presenta un maggior rilievo nelle dimensioni e nell’aspetto, e soprattutto la magnifica, e più amorevole nei confronti del Bambino, Madonna di Penne, qualificata dalle fattezze del volto ancora adolescente e dalla audace scollatura che le scopre le spalle.