Feed RSS

Archivi del giorno: 28 aprile 2011

Re e regine del mondo invitati alle nozze

Inserito il

Sono non più di una sessantina i rappresentanti delle famiglie reali del pianeta invitati al matrimonio del Principe William di Inghilterra con Kate Middleton che sarà celebrato il 29 aprile all’Abbazia di Westminster a Londra in quella che si annuncia come la cerimonia del secolo.
Dalla Spagna è stata confermata la partecipazione della Regina Sofia e del Principe ereditario Felipe, con la consorte, la Principessa Letitia. Sarà invece assente Re Juan Carlos. Sulle presenze delle altre teste coronate non vi sono al momento conferme ufficiali. Ma sicuramente avranno ricevuto l’invito Re Alberto II del Belgio con la regina Paola, dall’Olanda, la Regina Beatrice, e l’erede al trono Guglielmo – il principe consorte Claus è morto nel 2002 – con la moglie, l’argentina Maxima. Al matrimonio dell’anno non mancheranno i reali delle monarchie scandinave: Re Carlo XVI Gustavo e la regina Silvia di Svezia, la Principessa Vittoria, l’erede al trono, con il marito Daniel Westling; dalla Norvegia, re Harald V con la regina Sonia, il principe ereditario Haakon e la consorte Mette-Marit; la Regina Margherita II di Danimarca e il Principe consorte Enrico, insieme all’erede al trono, Frederik, con la moglie Mary. Fra le volte gotiche della storica abbazia, si annuncia anche la presenza dei Granduchi Enrico e Maria Teresa del Lussemburgo e dei Principi del Lietchtenstein Hans Adam II e Maria Aglae.
Ma gli occhi di tutti saranno infine puntati sul Principe Alberto II di Monaco e la fidanzata, la sudafricana Charlene Wittstock: la coppia convolerà a nozze il prossimo luglio.
E gli inviti sono partiti anche per le famiglie regnanti dei Paesi arabi e asiatici: Re Abdullah II di Giordania con la regina Rania, il Principe ereditario di Abu Dhabi, il Sultano dell’Oman, Qabus bin Said, il Re del Bahrein, Hamad bin Isa Al Khalifa, il Sultano del Brunei, Hassanal Bolkiah, e il Re dell’Arabia Saudita, Abdhallah, sono stati tutti convocati a Londra per il 29 aprile. Spostandosi in Asia, al “Big Day” di William e Kate sono stati pregati il Re del Tonga, George Tupou V, il Re della Malaysia, Mizan Zainal Abidin, e l’Imperatore Akihito del Giappone. Quest’ultimo ha dovuto declinare l’augusto invito, a seguito del devastante sisma-tsunami che ha investito il Giappone lo scorso 11 marzo.
Oltre agli invitati di sangue blu al matrimonio dell’anno ci sono anche diverse star, David e Victoria Beckham, solo per citarne un paio, Mr Bean (al secolo Rowan Atkinson) e Elthon John.
Quello che continua ad appassionare i fan del principe e della futura principessa, è però sapere se la coppia d’oro del panorama musicale, Beyonce e Jay Z, parteciperanno al ricevimento che seguirà le nozze il prossimo 29 aprile. Ai due possibili invitati, i loro nomi non compaiono sulla lista ufficiale, sarebbe anche richiesto di esibirsi in una delle canzoni preferite del principe e della futura sposa, “Crazy in Love”, brano che ha lanciato la carriera solista di Beyonce nel 2003, dopo aver lasciato il gruppo Destiny’s Child. Una fonte vicina alla famiglia reale ha rivelato al Daily Star, che sia “William che Kate, sono grandi fan e vogliono rendere il loro grande giorno ancora più speciale con l’esibizione di una pop star”. Nessun commento ufficiale, né da Buckingham Palace, né dai portavoce delle star, anche se la partecipazione al matrimonio sembra probabile, visto che Beyonce e Jay Z sono già in Europa. Al momento, Beyonce e il marito si trovano in Europa per promuovere l’ultimo l’ultima canzone della cantante, “Girls (Who Run the World)”, che anticipa il nuovo album che uscirà a giugno 2011.

La Ue modifica le restrizioni sui liquidi a bordo

Inserito il

Partirà il prossimo venerdì il processo di allentamento delle restrizioni legate al trasporto di sostanze liquide a bordo degli aerei nell’Ue. Il primo passo sarà il consenso per i viaggiatori in transito di portare profumi o bottiglie acquistati nei duty free durante la pausa di connessione.
Tuttavia non tutti gli aeroporti e non tutti i Paesi si adegueranno contemporanemente ai provvedimenti ed esiste il timore che si possa generare confusione nei viaggiatori. Secondo il progetto tutti gli aeroporti dovranno rimuovere i divieti entro il 2013.

Siria: permane lo sconsiglio della Farnesina ai viaggi

Inserito il

A causa del perdurare degli scontri in Siria resta valido il warning della Farnesina per i viaggi nel Paese. “La situazione rimane ancora fluida – si legge sul sito viaggiaresicuri.it – per cui si sconsigliano per il momento viaggi in Siria. Per coloro che si trovano in Siria si raccomanda di tenersi informati sulla situazione attraverso i  mass media locali ed internazionali evitando luoghi di eventuali manifestazioni ed assembramenti (compresa la capitale) e di segnalare sempre la propria presenza all’Ambasciata d’Italia a Damasco, registrandosi anche sul sito dell’Unità di Crisi: http://www.dovesiamonelmondo.it”. La Farnesina raccomanda in particolare di evitare Homs, Daraa ed il Sud del Paese, nonché le zone costiere settentrionali, con particolare riferimento a Lattakia e Banias.

Rainbow MagicLand, in arrivo una nuova attrazione

Inserito il

A poco meno di un mese dall’apertura ufficiale Rainbow MagicLand ha annunciato l’arrivo di una nuova attrazione. Si chiama “Huntik” ed è ispirata all’omonima serie televisiva. Dal piccolo schermo al parco tematico, il filo conduttore sarà lo stesso, con gli spettatori che dovranno cimentarsi in una ‘missione’ avventurosa.
Nel frattempo, è già iniziata la fase di collaudo delle 35 attrazioni di MagicLand ed è stata terminata la costruzione dell’ultimo edificio in programma. Il parco divertimenti di Roma aprirà ufficialmente i battenti il 26 maggio.

Quello tra William e Kate sarà il matrimonio più caro della storia

Inserito il

Rischia di essere il matrimonio più caro della storia quello fra il Principe William e Kate Middleton che sarà celebrato il 29 aprile a Londra: costerà 50 milioni di sterline (circa 58 milioni di euro) secondo le stime più accreditate dai media britannici, una cifra davvero degna di un matrimonio reale. Il governo dovrà prelevare dalle casse dello Stato e dalle tasche dei contribuenti almeno 20 milioni di sterline (28 milioni di euro circa), a tanto ammonta il preventivo stilato per garantire l’incolumità degli sposi in primo luogo e delle centinaia di migliaia di sudditi che si riverseranno sulle strade della capitale britannica con la speranza di riuscire a posare lo sguardo sulla carrozza che, dopo la cerimonia religiosa, porterà i neo sposi a Buckingham Palace. Sono decine di migliaia gli agenti, tra polizia, forze speciali e guardie del corpo, che sono stati mobilitati.
Il resto dell’ammontare servirà a pagare la cerimonia nuziale e i due ricevimenti offerti a Buckingham Palace, l’uno, quello per 600 persone a colazione, dalla Regina Elisabetta, e l’altro, quello per 300 persone, previsto in serata dal Principe Carlo. Ma sul conto finale dei due eventi non ci sono stime ufficiali. Ci sono invece sulle spese destinate all’acquisto dei fiori per l’addobbo della storica Abbazia di Westminster dove William e Kate si giureranno amore eterno: almeno 800 mila sterline (quasi un milione di euro). Secondo la rivista britannica Magazine, i Middleton daranno, come promesso, il loro contributo alle nozze, pagando di tasca propria il vestito da sposa di Kate che si stima raggiungerà le 434mila sterline. A queste cifre si potrebbero aggiungere i 5 miliardi che, secondo gli imprenditori britannici, costerà al Paese la decisione del premier di dichiarare festivo il giorno delle nozze. Unita alle festività di Pasqua e al tradizionale giorno di festa di maggio, significherà che il Paese lavorerà infatti solo tre giorni nel periodo compreso tra il 22 aprile e il 2 maggio.
Tuttavia si stima che, tra chi comprerà una bandierina, un gadget o un paio di birre extra per seguire l’evento del secolo in tv, le casse di supermercati e negozi del Regno Unito registreranno guadagni per 480 milioni di sterline (circa 550 milioni di euro). Lo rivela un sondaggio, condotto da “Moneysupermarket”, secondo il quale il 34% dei 2000 adulti intervistati il 29 aprile festeggerà “in qualche modo”, con una spesa media di 29 sterline (32 euro) a testa. Mentre solo una piccola parte degli intervistati ha affermato che comprerà dei souvenir particolari, la maggior parte ha detto che farà incetta di cibo e bibite per fare festa nel giorno del matrimonio di Kate e William. La ricerca conferma un altro studio commissionato dal Daily Telegraph, il quale suggeriva che solo una piccola parte dei britannici parteciperà alle feste di strada, la maggior parte seguirà le nozze reali in tv.