Feed RSS

In viaggio con il Caritas Express

Inserito il

Tutti in carrozza! Alle 10 del prossimo 21 maggio dalla più piccola stazione del mondo parte il “Caritas express”. Non è un treno normale, e soprattutto parte dalla Stazione Ferroviaria della Città del Vaticano, e dal più corto sistema ferroviario nazionale nel mondo: nessun treno e niente personale, le ferrovie del Vaticano sono “lunghe” solo 300 metri, e la stazione ora è poco più di una banchina.
Sabato 21 maggio però si partirà per un viaggio speciale: Caritas Internationalis celebra il suo 60esimo anniversario e la 19° Assemblea generale proprio con un viaggio in treno che parte dal Vaticano per giungere alle 12.30 ad Orvieto (il ritorno a Roma Termini è previsto per le 19.10). 100 chilometri e due “classi” di viaggio, tre carrozze d’epoca di prima classe “Caritas class” e due carrozze di seconda classe “Internationalis class”, con al centro la carrozza del treno presidenziale che nel1962 ospitò Papa Giovanni XXIII nel suo storico viaggio ad Assisi, trainate da una locomotiva a vapore del 1915.
La Stazione della Città del Vaticano è stata costruita dopo i Patti Lateranensi  del 1929 che stabilirono la nascita dello Stato della Città del Vaticano, Papa Pio XI la descrisse come “la più bella stazione del mondo”: l’edificio è sontuosamente decorato con otto colonne monolitiche di marmo verde.
Il primo pontefice a usare la Stazione ferroviaria vaticana fu Giovanni XXIII, il 4 ottobre 1962, per il suo pellegrinaggio a Loreto e ad Assisi in preparazione del Concilio Vaticano II che sarebbe cominciato dopo una settimana. Il papa viaggiò con il treno presidenziale italiano messo a sua disposizione in un viaggio che fu seguito da molte persone grazie all’Eurovisione.
Giovanni Paolo II ha fatto uso della Stazione ferroviaria vaticana per la prima volta l’8 novembre del 1979, per un viaggio simbolico con il treno “Arlecchino” delle Ferrovie dello Stato italiane. Nel 2002 il papa è partito dalla Stazione Vaticana per raggiungere Santa Maria degli Angeli ad Assisi in un “speciale pellegrinaggio” insieme ai Rappresentanti delle varie Religioni per la Giornata di preghiera per la pace nel mondo. Altra data storica quella dell’11 aprile 1959, quando dalla Stazione ferroviaria vaticana partì il convoglio speciale che le Ferrovie italiane misero a disposizione del Vaticano per il “viaggio” della salma di Pio X a Venezia.
La Ferrovia vaticana prevedeva molti viaggiatori, in arrivo e in partenza, specialmente durante i giubilei e in occasione di grandi cerimonie religiose. Il Papa e le personalità in visita in Vaticano avrebbero utilizzato la ferrovia e la stazione sarebbe stata il primo luogo di incontro. L’Illustrazione Vaticana nel 1932, dopo aver parlato del treno di Pio IX, riferiva che un “altro treno papale  si sta approntando per la nuova ferrovia della Città del Vaticano e anche questo, come già quello di Pio IX, sarà non solo degno della industria italiana, ma soprattutto della Augusta Persona del Pontefice”. Il treno però non è stato mai realizzato. Pio XI, che in seguito alla riconciliazione con lo Stato italiano nel 1929 volle la realizzazione della Stazione ferroviaria in Vaticano, non viaggiò mai in treno, come pure i suoi predecessori confinati in Vaticano dopo la presa di Porta Pia nel 1870. Da Pio XI a oggi, la Stazione vaticana, anche se è proprio una stazione ferroviaria, come confermano accordi e convenzioni, smaltiva quasi esclusivamente un discreto traffico merci. Poi  il salone è stato convertito in Ufficio Merci e in centro commerciale per i dipendenti e per  un museo numismatico filatelico.
Il  “Caritas Express” è stato reso possibile grazie alla collaborazione tra il Governatorato della Città del Vaticano, Ferrovie dello Stato e Caritas Internationalis, le FS a Roma hanno, inoltre, messo a disposizione della Caritas diocesana i locali dell’Ostello di Via Marsala che ora è intitolato al Beato Giovanni Paolo II. Un’importante occasione per sottolineare la responsabilità sociale del Gruppo FS e l’impegno per una politica di sostegno alle iniziative di solidarietà soprattutto nell’ambito delle stazioni e aree ferroviarie: vip, diplomatici e sostenitori possono “acquistare” un biglietto per sostenere l’impegno di Caritas internationalis alle calamità naturali e causate dagli uomini.

Informazioni su pegasoviaggi

Agenzia di Viaggi via Leopardi 3 - 60027 Osimo (AN) tel / fax 39.071.7232007 mob 39.334.1442888 email: info@pegasoviaggi.com www.pegasoviaggi.com

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo di WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google photo

Stai commentando usando il tuo account Google. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: