Feed RSS

Archivi del giorno: 28 luglio 2011

Il decalogo per chi va in vacanza all’estero

Inserito il

Avviso per i vacanzieri in partenza dalla Società italiana di medicina del turismo, che raccomanda una prevenzione mirata, una mini-farmacia da viaggio, e maggiore attenzione all’alimentazione e ai possibili rischi di malattie.
Gli italiani che si accingono a partire per una vacanza all’estero saranno accompagnati da un decalogo elaborato dagli esperti all’insegna della sicurezza.
Ecco dunque i consigli degli esperti: individuare ogni tipo di potenziale rischio e consultare un medico esperto di sanità internazionale prima del viaggio e seguire con scrupolo le raccomandazioni del medico (vaccinazioni, eventuale chemioprofilassi antimalarica ecc.), portare sempre un kit di pronto soccorso e una mini-farmacia da viaggio, portare il Passaporto sanitario realizzato dalla Società italiana di medicina del turismo, pianificare bene il viaggio prima della partenza, avere un’adeguata copertura assicurativa, avere particolare cura nei confronti di bambini o anziani in viaggio, rispettare le tradizioni, la cultura e l’ambiente del Paese ospitante, segnalare prontamente qualsiasi malattia al ritorno.

Vacanza verde al top secondo la ricerca JFC

Inserito il

Sempre più trendy e più richiesta la vacanza verde: relax, sport, paesaggi, tradizioni e buona cucina sono gli appeal più forti di questo segmento turistico. Lo conferma la ricerca realizzata da JFC Tourism & management “Estate 2011: i nuovi trend delle vacanze verdi”.
I numeri parlano altrettanto chiaro: entro i prossimi tre anni i fruitori di vacanze verdi aumenteranno del 22%. Nello specifico, all’interno di questo valore totale, si prevede un aumento delle gite giornaliere per il 41%; degli short break per il 52%; dei long holiday trips (lunghi soggiorni) per il 5%. Mentre è prevista una riduzione del 15% per quanto riguarda i soggiorni settimanali “standard”.
Per la prossima estate è previsto un aumento del 3% dei vacanzieri verdi, che rimarranno prevalentemente all’interno dei confini nazionali (87%). Il restante 13% andrà all’estero, in particolare nelle località austriache. Per il 2011 risulta quindi che gli italiani che sceglieranno per l’estate una destinazione verde, sia campagna, parco o area appenninica, sarà pari all’11,8%, un + 3% rispetto all’estate 2010.