Feed RSS

Archivi del giorno: 12 ottobre 2011

La cultura dell’Umbria alla Fiera del Libro di Francoforte

Inserito il

La Regione Umbria sarà presente alla Buchmesse di Francofortedal 12 al 16 ottobre, per presentare la propria offerta turistica tramite la promozione dei libri.
Negli spazi espositivi della Fiera, giunta alla 63esima edizione, sarà un unico stand a riunire il complesso dell’editoria umbra, con particolare attenzione a quella turistica, a conferma di una strategia orientata a trasmettere un’immagine coordinata ed unitaria dell’Umbria, delle sue molteplici risorse ed eccellenze.
All’Umbria sarà dedicata anche una serata, dal tema “L’arte di vivere”, in collaborazione con l’Enit nella residenza storica di Villa Metzler a Francoforte, alla quale prenderà parte l’assessore regionale alla Cultura e Turismo, Fabrizio Bracco. Nel corso della serata verrà consegnato il premio per la miglior guida turistica scelta tra quelle in lingua tedesca pubblicate sull’Umbria e le sue meraviglie.

http://www.buchmesse.de

Annunci

Columbus Day

Inserito il

Il Giorno di Colombo (Columbus Day in inglese) è una festa celebrata in molti paesi delle Americhe, per commemorare il giorno dell’arrivo di Cristoforo Colombo nel Nuovo Mondo il 12 ottobre 1492.
Feste simili, celebrate come Día de las Culturas (Giorno delle culture) in Costa Rica, Discovery Day (Giorno della scoperta) nelle Bahamas, Día de la Hispanidad (Giorno della Ispanità) in Spagna, e rinominato da poco (nel 2002) Día de la Resistencia Indígena (Giorno della resistenza indigena) in Venezuela, commemorano lo stesso evento.

Gli Americani di origine Italiana sentono il Giorno di Colombo come una celebrazione che ricorda le loro doppie radici Italo-Americana. Questa festa è stata proposta come festa nazionale negli Stati uniti da quando il Giorno di Colombo è stato celebrato per la prima volta da italiani a San Francisco nel 1869, seguendo le celebrazioni italiane di New York.
Il primo stato a riconoscere ufficialmente la ricorrenza fu il Colorado nel 1905 e nel 1937, su impulso dei Knights of Columbus (un’associazione cattolica che aveva adottato il nome del grande viaggiatore), il presidente Franklin Delano Roosevelt stabilì che il Giorno di Colombo diventasse festa nazionale in tutti gli Stati Uniti. A partire dal 1971 il giorno in cui cade questa ricorrenza è fissato per il secondo lunedì del mese di ottobre, lo stesso giorno in cui nel vicino Canada si celebra invece il Giorno del Ringraziamento.
Gli Italoamericani sentono molto questa festività e sono particolarmente orgogliosi del fatto che sia stato Cristoforo Colombo, un navigatore italiano, il primo europeo a scoprire il continente americano. Negli Stati Uniti il Giorno di Colombo le banche, uffici postali e uffici federali sono chiusi, così come gli uffici dell’ambasciata italiana a Washington D.C. e tutti i vari consolati italiani che si trovano nel paese. L’Empire State Building di New York City da vari anni usa accendere le sue luci, riproducendo così il tricolore italiano.

In America latina (ed in alcune comunità latinoamericane negli USA) il giorno dell’arrivo di Colombo nel continente viene celebrato con il nome di Dia de la Raza o Dia de la Hispanidad (letteralmente “Il Giorno della Razza”) e si commemora il primo incontro tra gli Europei e i nativi americani.
La festa è stata celebrata per la prima volta in Argentina nel 1917, in Venezuela nel 1921, in Cile nel 1923 e in Messico nel 1928.
Questa festa si teneva anche in Spagna fino al 1958, quando il suo nome fu cambiato in Día de la Hispanidad. In Spagna “la raza” (la razza) citata nel nome originale della festa era semplicemente quella spagnola, e non era presente la caratterizzazione di festa dei meticci presente in molti paesi sudamericani. Nel 2002 anche il Venezuela ha deciso di cambiare nome alla festa, chiamandola Día de la Resistencia Indígena (Giorno della resistenza indigena).