Feed RSS

Archivi del giorno: 28 ottobre 2011

Trekking urbano nelle Marche, a spasso per le vie della città

Inserito il

Si tinge di tricolore l’VIII edizione della Giornata Nazionale del Trekking Urbano. L’iniziativa, un modo nuovo di fare turismo rivolto agli amanti dell’arte e della natura, quest’anno è dedicata al 150° dell’Unità d’Italia ed è in programma per lunedì 31 ottobre nelle principali città italiane.

Nelle Marche sono cinque gli appuntamenti in programma.
Dopo l’anteprima di domenica 2 ottobre a Sant’Elpidio a Mare, dove addentrandosi tra vicoli, strettoie, scalette e musei si potranno ammirare i luoghi più suggestivi della città (info tel. 0734.8196373, partenza dall’Ufficio Turistico di Sant’Elpidio a Mare ore 9.30 – Iscrizione e partecipazione gratuita), in ordine alfabetico abbiamo Ancona dove domenica 30 ottobre si ripercorreranno i luoghi della battaglia di Monte Pelago. Il percorso si snoderà da Forte Altavilla, proseguirà lungo via Pietralacroce e via Del Conero, dove sorgono Villa Fazioli e Villa Lollini. L’itinerario si concluderà a Forte Garibaldi. Lunedì 31 ottobre a Villa Fazioli si terrà un’esposizione di cimeli risorgimentali. Tempo di percorrenza 2 ore e 30 minuti, lunghezza del percorso 1,5 km, difficoltà media, tel. 071.2225066 – 67, http://www.comune.ancona.it.
Ad Ascoli Piceno si partirà da Piazza Arringo dove si trovano la Cattedrale, il Palazzo dell’Episcopio e il Palazzo Comunale. Si proseguirà con il Tempio romano di Vesta e, attraversando il Ponte Cartaro, si giungerà all’antico ex Opificio Papale. Passando per il quartiere della Piazzarola si raggiungerà il Colle dell’Annunziata dove si visiterà l’antico ex Convento. Si scenderà poi al Teatro Romano e a Porta Gemina. Attraverso una delle strade più suggestive dell’Ascoli medievale si arriverà infine in Piazza del Popolo. Tempo di percorrenza 3 ore, lunghezza 5,4 km, difficoltà media, tel. 0736 298204 – 298334, http://www.comune.ascolipiceno.it.
A Fermo il percorso si muoverà alla scoperta di alcuni protagonisti del territorio che hanno contribuito a scrivere alcune pagine della storia d’Italia. In quest’ottica sono stati selezionati tre poli di interesse che corrispondono ad altrettanti palazzi storici fermani. Si partirà da Via Montani, si percorrerà Corso Cavour, si visiterà Villa Vinci e, attraversando Via Mazzini, si arriverà in Piazza del Popolo. Tempo di percorrenza 2 ore, lunghezza 2 km, difficoltà media, prenotazione obbligatoria, tel. 0734.217140 – 511197.
Le memorie che si riscoprono percorrendo il centro storico di Macerata sono tanto significative ed abbondanti da permettere una veloce rilettura di tutto il Risorgimento. Il percorso tocca le vie del centro dove affiorano le vicende dei primi moti carbonari e le figure di patrioti ed esponenti del mondo legati alla città. Il percorso partirà dallo Sferisterio, attraverso Porta San Giuliano arriverà alla Basilica della Madonna della Misericordia, al Municipio, alla sede della Provincia, al Circolo Il giardinetto, a Palazzo Cioci, a Palazzo Torri, per concludersi al Monumento a Giuseppe Garibaldi. Tempo di percorrenza 1 ora e 30 minuti, lunghezza 1,5 km, difficoltà bassa, tel. 0733 256382 – 234807, http://www.comune.macerata.it.
La città di Urbino propone un percorso scandito da letture suggerite da studiosi ed appassionati di arte e storia che conduce alla riscoperta di palazzi e monumenti di metà Ottocento. Si partirà da Porta Santa Lucia, si proseguirà fino a via Santa Margherita. Si continuerà verso Piazza della Repubblica, dove sorge il complesso del Collegio Raffaello. Si visiterà Palazzo Corboli, si procederà scendendo verso il quartiere ebraico e la Sinagoga per poi risalire a Corso Garibaldi e al Teatro Sanzio attraversando la Data, le antiche stalle ducali. Tempo di percorrenza 2 ore e 30 minuti, lunghezza 3 km, difficoltà media, tel. 0722.2613.

Info e programmi dettagliati dei percorsi disponibili al seguente link

Annunci

I Giardini Vaticani aprono le porte al grande pubblico

Inserito il

Per la prima volta, i Giardini Vaticani aprono al grande pubblico. L’iniziativa – promossa dall’Opera Romana Pellegrinaggi  in collaborazione con il Governorato della Città del Vaticano – prevede percorsi inediti tra le grotte, le fontane, le antiche mura, gli alberi secolari e i frutteti del giardino del Papa.
I tour in minibus che accompagneranno i turisti nel cuore verde del Vaticano partono nei giorni di martedì, giovedì e sabato, ogni mezz’ora dalle 8 alle 13, e hanno un costo complessivo di 15 euro inclusa la prenotazione.

Le 12 meraviglie del Portogallo

Inserito il

In Portogallo sono ben 12 i luoghi di inestimabile valore del Patrimonio dell’Umanità dell’Unesco.
Ai turisti che amano passeggiare in luoghi dove vivere la storia, viene consigliato di visitare i centri storici di Porto, Evora, Guimares e di Angra do Heroismo nelle Azzorre. Una delle meraviglie della terra lusitana è il panorama architettonico di Sintra, in cui risalta il fiabesco e variopinto Palàcio da Pena, caratterizzato da uno stravagante sincretismo stilistico. Per gli appassionati del medioevo vi sono il convento di Cristo a Tomar e i monasteri di Alcobaca, Batalha, Jeronimos e la Torre di Belem a Lisbona.
Per gli amanti della natura, invece, c’è la Foresta Laurissilva, nel Parco Naturale di Madeira, che è una meta risalente al periodo terziario della terra e sopravvissuta, dopo le ultime glaciazioni, soltanto nell’area geografica della Macaronésia; questa foresta di lauri vanta un’enorme biodiversità ed esemplari rari come l’Orchidea della Serra, unica al mondo.
Ma nel Patrimonio dell’Umanità c’è anche l’isola di Pico, particolare per la sua terra vulcanica nera ricoperta da vigneti. Il luogo che unisce cultura e natura, storia e gusto, è la Regione dell’Alto Douro, a nord del Portogallo.