Feed RSS

Archivi del giorno: 13 gennaio 2012

Mariner of the Seas di nuovo in Italia dal 2012

Inserito il

Mariner of the Seas tornerà a operare in Italia nell’estate 2012. Da giugno a settembre, infatti, l’ammiraglia della flotta Royal Caribbean International offrirà un nuovo itinerario di 7 notti nel Mediterraneo Occidentale.
Le crociere, in partenza da Civitavecchia il sabato e da Genova la domenica, propongono un itinerario nel Mare Nostrum che prevede tappe a Cannes, Barcellona, Palma di Maiorca e Valencia. Il 9 settembre, data dell’ultima partenza, la tappa in Provenza verrà sostituita con Ajaccio, in Corsica.
Royal Caribbean punta sempre più sull’italianità, riconoscibile nel personale di servizio dedicato, nell’intrattenimento e nell’offerta food&beverage. A bordo, inoltre, per gli sportivi, ci sono anche una parete per il freeclimbing, un campo da basket delle dimensioni regolamentari, un simulatore interattivo di golf, un minigolf, un percorso jogging, un percorso per pattinaggio in linea e lo Studio B, un palaghiaccio con ghiaccio vero.  Spazio anche allo shopping, nella Royal Promenade, alla ristorazione con 7 locali dedicati e al benessere con una spa e una palestra.

Nel 2012 Vienna festeggia il 150° della nascita di Klimt con mostre e rassegne

Inserito il

Nel 2012 ricorre il 150° anniversario della nascita di Gustav Klimt (1862-1918), e per celebrare la ricorrenza Vienna ha deciso di dedicare l’intero anno al pittore austriaco, con otto rassegne straordinarie e una serie di iniziative raccolte sotto il titolo “Gustav Klimt e la nascita del Modernismo a Vienna”.
Insieme ad artisti come Josef Hoffman, Otto Wagner, Joseph Maria Olbrich, Egon Schiele e Oskar Kokoschka, Klimt ha infatti segnato l’epoca a cavallo tra Ottocento e Novecento, quando Vienna era capitale dell’Impero Austroungarico e centro culturale della Mitteleuropa, dando vita con questo circolo di pittori e scultori anche al movimento noto come la “Secessione Viennese”, da cui lo stile secessionista o Jugendstil, il liberty viennese, che ha lasciato le sue tracce in tutta la città. In particolare in edifici che si distinguono per gli elementi ornamentali utilizzati: marmo, vetro, mattonelle, metallo, stucco colorato o dorato, decorazioni floreali. Simbolo di questo stile, proprio la Secessione, la palazzina costruita nel 1898 su progetto di Joseph Maria Olbrich, sede di questo circolo di artisti, e uno degli edifici in stile liberty più originali.
Nel corso del 2012 si potranno quindi ammirare oltre 800 opere di Gustav Klimt, tra cui disegni esposti al pubblico per la prima volta, dipinti famosi come “Il bacio” e il ritratto della sua compagna Emilie Floge o il fregio – lungo più di 34 metri e ispirato alla Nona Sinfonia di Beethoven – realizzato in occasione di una mostra del 1902 dedicata al compositore e che all’epoca suscitò anche accese critiche per i suoi soggetti erotici e forti, le decorazioni al Burgtheater e al Kunsthistorisches Museum, i progetti e i disegni per il fregio di Palazzo Stoclet a Bruxelles, i manifesti e le stampe e poi il camice di pittore, la maschera mortuaria, fotografie, busti e il calco della mano destra.
La prima mostra, già aperta il 25 ottobre scorso, è quella presso il Belvedere Inferiore, residenza principesca barocca del 18° secolo con giardino all’italiana, che ospita una mostra speciale dedicata a Klimt e all’architetto Josef Hoffmann, che insieme realizzarono il Palazzo Stoclet di Bruxelles, capolavoro del Liberty. La mostra “Gustav Klimt, Josef Hoffman. Pionieri del Modernismo” sarà visibile fino al 4 marzo 2012. Altre sette mostre costellerano l’anno (il calendario completo è disponibile sul sito http://www.klimt2012.info/it) e saranno allestite al Kunsthistorisches Museum, al Leopold Museum (“Gustav Klimt. Un viaggio nel tempo”, 24 febbraio – 11 giugno, che rappresenta l’arte di Klimt dai primi dipinti realisti alla scoperta del colore in forme sempre più audaci, alla sensibilità per l’oro nel periodo aureo, alle tante influenze riportate dall’artista nel corso dei viaggi all’Estero e in Italia), al Wien Museum, all’Albertina, al Museo Austriaco del Teatro e in quello del Folclore con una raccolta di stoffe del salone di alta moda di Emile Flöge, compagna del maestro.
In estate riaprirà, inoltre, Villa Klimt, attualmente in fase di restauro.