Feed RSS

Viaggiatori o turisti? Ecco un test per scoprire chi siete…

Siete veri viaggiatori o tranquilli turisti? Forse appartenete invece alla categoria dei turisti evoluti o dei viaggiatori mancati, perché nella vita non sempre si può scegliere.
Un po’ per scherzo e un po’ seriamente proponiamo un test per aiutarvi a capire chi siete, cosa cercate, cosa, invece, sognate in materia di viaggi.
Rispondete a tutte le domande/situazioni prospettate e annotate le risposte, troverete i punteggi nel post seguente.

1. Pieno inverno. Riuscite magicamente a mettere insieme i giorni per una settimana di ferie. Dove decidete di andare?

  1. Avvio Google e guardo le offerte per farmi venire uno straccio di un’idea
  2. Voglio soprattutto riposare non ho neppure l’energia per cercare. Prenoto un villaggio su un’isola
  3. Il tempo non è molto. (Ri)Visito una città facilmente raggiungibile
  4. Per una settimana non vale la pena muoversi, troppo sbattimento

2. Sono le ferie più importanti dell’anno, il canonico mese. Come decidete la meta?

  1. Guardo l’atlante climatico e decido in base a quello
  2. Avrò sempre le ferie di agosto quindi non ho altre  opzioni. Vado dove voglio e se è la stagione delle piogge mi attrezzo
  3. Mare, odio il freddo
  4. Montagna, odio la ressa

3. Preparazione della valigia e psicodramma per le penalità dell’excess luggage: la valigia rischia di pagare più di me…

  1. Che problema c’è? Mi metto vicino la bilancia e faccio una cosa precisa
  2. Porto poco: i vestiti si lavano e al limite si comprano
  3. Sempre il solito problema del dopobarba: è liquido! Come faccio?
  4. E dove metto tutte le medicine? Devo trovare il posto…

4. Tragedia dei libri: il peso della cultura

  1. Senza libri non mi muovo, ma mi limito. Il book crossing è sempre una risorsa
  2. Che mi importa? Ho l’iPhone  (o l’iPod), un paio di cuffie sono leggerissime
  3. Con il diario di viaggio che voglio tenere non ho tempo per leggere
  4. Pesano troppo: a casa! La Lonely Planet basta e avanza

5. Il mio inglese zoppica (come il tedesco il francese e lo spagnolo) in italiano e dialetto però vado forte…

  1. L’Italia ha splendide isole. Mica mi prescrive il dottore di cercarle all’estero: il mare è salato dappertutto, no?
  2. Con tutti gli italiani che ci vanno figurati se a Sharm, Maldive, Ibiza ecc. non mi capiscono
  3. Un po’ mi sforzo per imparare vocaboli di sopravvivenza, il resto a gesti che sono un linguaggio universale
  4. Mi metto in tasca un quadernetto e se proprio non mi capiscono disegno

6. Eccomi qua, mi hanno raccontato meraviglie dei mercati orientali: passeggio, fotografo, annuso spezie… mi è venuta fame!

  1. Meno male che i taxi (?) o quelli che dovrebbero loro assomigliare costano poco! Ne acchiappo uno al volo e torno in hotel per il pranzo
  2. Non è che il cibo non mi tenti… però preferisco non rischiare: mi sazio di frutta (pelata)
  3. Annuso profumi misteriosi e invitanti, ma oso solo azzannare biscotti e cibo confezionato. Almeno evito le mosche
  4. La vita si deve vivere a pieno: se il cibo mi sembra fresco e me lo friggono davanti agli occhi… perché no?

6. Lo sapevo, mi è venuto mal di pancia!

  1. Corro in ospedale prima di peggiorare, lì sapranno cosa darmi
  2. Ne parlo con i compagni di viaggio  e non sapendo  il consiglio di chi seguire, li seguo tutti saccheggiando le loro farmacie
  3. Passerà, bevo molto, controllo…
  4. Comincio a scrivere le mie ultime volontà: ormai sono spacciato! Non c’è nulla da fare…

7. C’è il ramadan…

  1. Ma che cavolo di religione è che non ti permette neppure di bere con il caldo che fa?
  2. Meno male che i turisti non sono tenuti ad osservarlo e un posto per mangiare aperto lo si trova sempre
  3. Bere non ne posso fare a meno, ma se  per una settimana anche io seguo i loro orari  non muoio
  4. Contenti loro… paese che vai usanze che trovi. Anche noi avevamo la quaresima e il venerdì di digiuno, me lo raccontava il nonno…

9. Non prendete la carta di credito?!?

  1. Vado a cambiare un travellers cheque e torno. Lascio qui la moglie in pegno (se poi cedo alla tentazione di sparire, due piccioni con una fava… eh eh eh)
  2. Incivili! Ha ragione Monti: niente contante per transazioni oltre i 1.000 euro. I giornali non li leggete?
  3. Se non prendete la carta di credito io non vi pago! Volete chiamare la polizia? Io chiamo il consolato…
  4. Faccio una colletta tra i miei compagni di viaggio, renderò loro i soldi in Italia

10. Che sonno! Una giornata davvero impegnativa, adesso mi infilo nel letto e… ma qui ci ha già dormito qualcuno!

  1. Direzione, mi cambia le lenzuola per favore?
  2. Mi chiami un taxi. Non sto qui un minuto di più
  3. Meno male che ho il mio sacco-lenzuolo in cui dormo dal primo giorno
  4. Esigo che mi cambiate stanza!

Fonte: http://www.latitudeslife.com

Annunci

Informazioni su pegasoviaggi

Agenzia di Viaggi via Leopardi 3 - 60027 Osimo (AN) tel / fax 39.071.7232007 mob 39.334.1442888 email: info@pegasoviaggi.com www.pegasoviaggi.com

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: