Feed RSS

Archivi del giorno: 24 luglio 2013

Lonely Planet a rischio, i viaggiatori twittano i ricordi di viaggio

Inserito il

guide Lonely Planet

Lonely Planet rischia la chiusura. La casa editrice delle famose guide turistiche, dopo soli 4 mesi dalla cessione a NC2 Media, avrebbe deciso di licenziare numerosi dipendenti. Complice la crisi della carta e la diffusione delle applicazioni di viaggio, le vendite sono infatti crollate del 14% tra il 2010 e il 2011 e poi di un altro 21% tra il 2011 e il 2012.
Non appena la notizia ha iniziato a circolare, i fan della guida hanno iniziato a twittare con l’hashtag #lpmemories per ricordare i loro momenti di viaggio più belli.
Lonely Planet d’altro canto smentisce la chiusura e spiega di star avviando una ristrutturazione aziendale e dice di volersi impegnare a fondo per continuare a pubblicare le guide. Il primo numero della Lonely Planet risale al 1972, quando Tony e Maureen Wheeler scrissero la loro guida di viaggio “Across Asia on the cheap”. Il volume più venduto fu quello sull’India, nel 1981. La Lonely Planet tradizionalmente ha coperto il 60% del mercato delle guide turistiche in Australia, ma con il passare degli anni ha conquistato il resto del mondo. Nel 2007 i Wheeler’s vendettero il 75% della compagnia alla BBC Worldwide e il resto quattro anni dopo.

Annunci

Originaltour in Oman, venti itinerari di gruppo in programma

Inserito il

Oman

Tour di gruppo con partenze garantite e itinerari individuali su base privata. Queste le proposte che Originaltour dedica all’Oman, investendo nella destinazione con una ventina di itinerari che partono tutte le domeniche e prevedono l’assistenza in italiano.
Il tour più completo è “Oman classico”, di otto giorni, che prevede anche itinerari in fuoristrada per arrivare ai villaggi più remoti; durante i tour vengono usate diverse jeep da 4 persone, mentre in pullman si effettua solo la visita della città di Muscat. Dopo un giorno dedicato alla capitale, l’itinerario si sposta tra le oasi più belle del Sultanato con itinerari in 4×4 attraverso le montagne dell’Hajar. Tra le tappe anche il castello fortificato di Jabreen, la città storica di Bahia e Nizwa, l’antica capitale.
Altri tour in programmazione sono “Profumi d’incenso” che, oltre all’Oman centrale, prevede la visita del Sud del Paese e tappe nel Dhofar, la regione famosa per la produzione dell’incenso. Il tour operator propone, inoltre, “Panorami Omaniti” che, dopo l’Oman Centrale, arriva in Musandam, la regione dei fiordi dove si effettuerà una minicrociera. Infine il “Grand Tour dell’Oman”, che va dal Musandan alla zona centrale fino a Salalah.
Per quanto riguarda, invece, i tour individuali su base privata, le partenze sono giornaliere ed è prevista l’assistenza di personale italiano residente a Muscat.