Feed RSS

Archivi categoria: Europa

Nasce ‘CheWifi!’, la mappa del wireless italiano

Inserito il

Debutta la mappa del wi-fi italiano. All’indomani della notizia della liberalizzazione della rete senza fili anche in Italia, si presenta ‘CheWifi!’, un database creato da CheFuturo!, il sito-blog edito da CheBanca!, la banca retail del gruppo Mediobanca. Sul database, racconta Il Sole 24 Ore, sono raccolte tutte le porte di accesso senza fili alla rete sul territorio del nostro Paese; uno strumento d’eccezione, quindi, sia per i turisti sia per chiunque abbia bisogno di un collegamento lontano da casa.
Fino a oggi sono stati segnalati circa 24mila hotspot, 10mila dei quali sono già stati verificati e inseriti nel database. Un dato sorprendente, soprattutto se confrontato con le statistiche ufficiali disponibili in precedenza, che assegnavano all’Italia non più di 3mila punti di collegamento wireless. Gli utenti interessati potranno scaricare la nuova app di CheFuturo!, che darà accesso all’intero database e segnalerà gli hotspot disponibili più vicini a chi si connette.

La classifica delle destinazioni di vacanza più care al mondo secondo Trivago

Inserito il

Va a Bora Bora la palma della meta più cara del mondo secondo Trivago. Il metamotore di ricerca ha stilato una classifica delle dieci destinazioni maggiormente onerose nel periodo luglio-agosto 2013. Con una sorpresa per quanto riguarda la Penisola: delle prime 10 posizioni, ben 5 sono occupate da mete italiane.
Dopo Bora Bora (che registra un prezzo medio di 577 euro a notte), il podio si chiude con una doppietta tricolore: Porto Cervo (484 euro) e Pula, in Sardegna (438 euro). Si piazza solo al quarto posto una delle destinazioni vip per eccellenza, ovvero Monaco in Costa Azzura, con 366 euro a notte. Con la quinta posizione si torna immediatamente in Italia, per la precisione a Forte dei Marmi, con 343 euro. La classifica si chiude con Monte Argentario, ancora in Toscana (339 euro), Capri (255 euro), Laguna Beach in California (254 euro), Boniifacio in Corsica (242 euro) e Es Pujols a Formentera (207 euro).
Oltre alla classifica delle mete più dispendiose, tuttavia, Trivago ha stilato anche quella delle destinazioni meno care. Qui, questa volta, l’Italia non compare. Anche se non mancano le mete a poca distanza dai confini della Penisola.
Al primo posto Patong, in Thailanda, con una media di 38 euro a notte. Al secondo posto si piazza un grande classico dell’estate, Kos, con Kefalos (39 euro). Chiude il podio Varna, in Bulgaria, con 48 euro a notte. La top five prosegue con Wladyslawowo (52 euro a notte) e Las Palmas, Gran Canaria (55 euro). Nella parte bassa della classifica fanno la loro comparsa, nell’ordine, Dulcigno in Montenegro (55 euro), Saranda in Albania (56 euro), Almerìa in Spagna (56 euro), Puerto de la Cruz a Tenerife (58 euro) e Clearwater in Florida (81 euro).

Pinguini a Torino: arrivano in Italia le spiagge urbane

Inserito il

Bolder Beach - Torino spiaggia in città

Miracolo in città: c’è il mare sotto casa. Dopo Parigi, che ha lanciato anni fa per prima l’idea della Paris Plage sulla Senna, una serie di grandi capitali europee hanno seguito a ruota. Ed ora arrivano anche le mete italiane: Firenze apre ‘Easy leaving’, la spiaggia urbana lungo l’Arno, Milano il ‘Gardaland Waterpark’ in zona San Siro, Roma il ‘Villa Bau Village’ sulle rive del Tevere… Torino vuole esagerare e propone ‘Bolder Beach’ a 20 minuti dal centro, nel parco Zoom di Cumiana: richiama la spiaggia di Cape Town, con tanto di ombrelloni in paglia, rocce levigate e persino i pinguini.
Le spiagge urbane sono diventate il vero fenomeno del nuovo millennio: le ‘città sull’acqua’ fin da tempi immemori hanno utilizzato il polmone costituito dai fiumi o dai canali per il refrigerio estivo, ma da qualche anno la tendenza è diventata creare delle vere e  proprie oasi attrezzate con tutti i confort da spiaggia. E il successo non si è fatto attendere: Paris Plage, la prima ad essere nata, registra 3 milioni di persone a stagione, Berlino ha il più grande lungofiume attrezzato d’Europa e Amsterdam poco meno.
Forse le spiagge delle Riviere italiane possono iniziare a temere la concorrenza?

Cene nei musei italiani, Firenze prepara il tariffario

Inserito il

Galleria Uffizi - Firenze

Monumenti e musei in affitto per cene, aperitivi e eventi aziendali. È l’ultima tendenza, anzi il nuovo business che ruota attorno alla grande arte italiana, in particolare quella fiorentina. Dopo la cena-evento organizzata dalla Ferrari, che per l’occasione ha fatto blindare e vietare il passaggio dei turisti sul Ponte Vecchio, il Comune di Firenze avrebbe deciso di aprire altri monumenti per appuntamenti mondani e di pubblicare un vero e proprio tariffario per gli affitti.
Ne avrebbe uno pronto la soprintendente del Polo museale fiorentino, Cristina Acidini, che ricorda anche le polemiche come quelle seguite alla sfilata di Stefano Ricci agli Uffizi, con cornice di guerrieri masai (costo 130 mila euro), o sull’affitto per un matrimonio indiano extralusso del Cortile dell’Ammannati a Palazzo Pitti (40 mila euro).
Un fenomeno che sta interessando le grandi città d’arte della Penisola, ma che viene trattato ancora con circospezione. “Prima vogliamo capire bene quali siano le richieste più congrue con la nobiltà dei vari luoghi – spiega al quotidiano la soprintendente del Polo museale di Venezia, Giovanna Damiani -. Le concessioni sono attorno ai 15mila euro al mese per il Museo archeologico di piazza San Marco, 1.000 per concerti a Palazzo Grimani, e presto toccherà al cortile della Ca’ d’Oro, sul Canal Grande”.
Intanto, in Sicilia, è il tempio di Segesta a salire agli onori della cronaca per una cena da 5mila euro di un gruppo di ricchi americani dentro il tempio di se gesta. “D’ora in poi – dice l’assessore regionale ai Beni culturali Maria Rita Sgarlata, secondo Repubblica – saranno permessi solo eventi adeguati al valore culturale dei siti”.

Con sunbrellaweb.it l’ombrellone si prenota via web

Inserito il

sunbrellaweb

Nasce il sito web per prenotare il proprio posto al sole. È online sunbrellaweb.it, il progetto creato dalla società leccese Sunny Solutions, che raccoglie oltre 3mila stabilimenti balneari in tutta Italia. Secondo quanto riportato su Il Venerdì di Repubblica, il sito consente si selezionare ombrellone e sdraio da prenotare in base al prezzo e ai servizi offerti dal bagno. Ma c’è anche la possibilità di scegliere la fila esatta o richiedere lo stesso posto dell’anno precedente.
Il portale comprende anche il servizio Sunbrella Caffè, con il quale si possono ordinare cibo o bevande direttamente dal proprio device senza alzarsi dalla sdraio.

Francis Ford Coppola, nuovi resort lusso nell’obiettivo del regista

Inserito il

Francis Ford CoppolaFrancis Ford Coppola sta pensando a un suo impero alberghiero. Il celebre regista cinematografico si sta dedicando, infatti, ad un’impresa che lo vede protagonista.
In realtà, non si tratta di un debutto, poiché la Coppola Resorts è già una realtà che incorpora cinque strutture presenti in Centro e Sud America e una proprio in Italia, a Bernalda, in Basilicata, città di cui è originario il nonno di Francis Ford Coppola. È Palazzo Margherita, antico palazzo del 19esimo secolo trasformato in resort gran lusso con sole suite in nove diverse tipologie, piscina, parco.
Una piccola collezione, per il momento, che presto potrebbe essere potenziata con l’ingresso di altri hotel, scrive preferente.com, riportando un’intervista pubblicata da Expansion: “Apro hotel per amore ed entusiasmo – spiega Coppola -, più che per ragioni di business. Chissà… forse a breve potrei aggiungere qualcosa di nuovo al mio portfolio”.

Sisma nelle Marche, le rassicurazioni di Federalberghi

Inserito il

“Non ci sono state conseguenze materiali per gli hotel” così ci rassicura Luciano Pompili, presidente di Federalberghi Marche, sulla situazione all’indomani del sisma che ha colpito la regione, puntualizzando: “Non c’è stato panico tra i clienti”.
Non avrebbero dunque subito danni le strutture alberghiere, che in gran parte sorgono sulla fascia costiera, considerata la più sicura rispetto ai fenomeni tellurici. Nelle zone meno sabbiose, invece, tutti gli edifici sono obbligati, da anni, a osservare tutte le normative di sicurezza antisismica, inclusi, ovviamente, gli hotel.
L’allarme annullamenti, secondo il presidente dell’associazione regionale, non si starebbe verificando come conseguenza del terremoto e tra i clienti già prenotati non ci sono state molte disdette rispetto ad altri anni.
Ospiti delle aziende ricettive marchigiane, in questi giorni, sono soprattutto i turisti italiani; gli stranieri, che rappresentano il 15% della clientela totale, sono più numerosi durante la bassa stagione.

Frecciarossa 1000, ecco l’anteprima mondiale

Inserito il

Logo Trenitalia

Presentato in anteprima mondiale il Frecciarossa 1000. Il treno, per la prima volta in composizione completa, è stato realizzato da Bombardier in partnership con AnsaldoBreda e con il designer Bertone. Ora scatta il momento dei test dinamici di omologazione nella tratta tra Vado Ligure e Savona Parco Doria che termineranno alla fine di agosto.
Il primo Frecciarossa 1000, dedicato a Pietro Mennea, sarà consegnato a settembre 2014 per entrare in servizio all’inizio del 2015, a ridosso dell’apertura dell’Expo. Con una velocità massima di 400 chilometri orari e una velocità commerciale di 360 kmh il treno riuscirà a collegare Roma a Milano in meno di due ore e mezzo, grazie anche ai sottoattraversamenti realizzati tra Bologna e Firenze.

A Trento apre MUSE, innovativo Museo delle Scienze

Inserito il
Renzo Piano - Museo delle Scienze Trento MUSE
Il prossimo 27 luglio si terrà a Trento l’attesa inaugurazione di MUSE, l’innovativo Museo delle Scienze destinato a diventare il centro di gravità del polo culturale trentino. Il MUSE propone un nuovo modo di concepire l’approccio museale: interattività e sperimentazione, gli exhibit multimediali, il Fab Lab, il primo laboratorio digitale di prototipazione ospitato in un museo, il Maxi-Ooh, uno spazio multisensoriale dedicato ai più piccoli (0-5 anni) assolutamente unico, la serra tropicale sono solo alcune delle attrazioni e degli ambienti con cui il visitatore può interagire nel suo viaggio all’interno del museo.
Oltre a guardare e conoscere il visitatore potrà fare, sentire, stimolare, toccare e infine anche costruire. Il MUSE offre infatti la possibilità di passeggiare tra i dinosauri della più grande mostra dell’arco alpino, di toccare con mano un ghiacciaio perenne, di immergersi nel passato remoto della preistoria grazie a realistiche riproduzioni di ominidi e spettacolari proiezioni, di attraversare un bosco interattivo. Un’esperienza sensoriale indimenticabile all’interno di uno straordinario modello di architettura e un esempio di costruzione ecosostenibile, un edificio di prestigio firmato dall’archistar Renzo Piano.
Dal 18 del 27 luglio fino alle 18 del giorno dopo sono in programma eventi, esposizioni, maxischermi e tante sorprese per un’esperienza interattiva ad alta attrattività turistica.
www.muse.it

“Sei in un Paese meraviglioso”: Autostrade promuove l’Italia

Inserito il

“Sei in un Paese meraviglioso. Scoprilo con noi”, è questo lo slogan con il quale Autostrade per l’Italia lancia i nuovi corner situati in 13 aree di servizio che ospitano una serie di proposte di itinerari nelle zone più vicine all’area.
Autostrade per l’Italia offre, infatti, agli automobilisti la possibilità di scoprire on the road le bellezze nascoste del territorio circostante. Nelle aree di servizio della rete troveranno un nuovo spazio, racchiuso simbolicamente in una grande cornice dorata, che propone una serie di itinerari di viaggio studiati in funzione del tempo disponibile: tre ore, mezza giornata, un giorno oppure due giorni.
L’iniziativa è già attiva in 6 aree di servizio: oltre a Giove Ovest-Orte, dove ha debuttato come progetto pilota sulla A1 Milano-Napoli, ci sono Canne della Battaglia Ovest-Barletta (A14 Bologna-Taranto), Piave Est-Conegliano (A27 Venezia-Belluno), Teano Est-Caianello (A1 Milano-Napoli), Montepulciano Est-Valdichiana (A1 Milano-Napoli), Arda Ovest-Fiorenzuola (A1 Milano-Napoli). A queste se ne aggiungeranno altre 7.
L’iniziativa è realizzata in collaborazione con il Touring Club Italiano, Slow Food Editore, il Ministero delle Infrastrutture e dei Trasporti, e con le Regioni (hanno già aderito Toscana, Emilia Romagna, Lombardia, Puglia, Marche e Molise).