Feed RSS

Archivi categoria: fitness, benessere & sport

Sei Nazioni 2014: esordio in Galles alle 15:30 sabato 1 febbraio

Inserito il

rugby

Il più importante torneo internazionale di rugby a 15 dell’emisfero settentrionale, il Sei Nazioni, scatta domani pomeriggio, al Millenium Stadium di Cardiff, con la sfida tra il Galles, vincitore delle ultime due edizioni, e l’Italia di Brunel. Nato come Home Championship nel 1883 e disputato, allora, tra le quattro Nazionali delle Isole britanniche (Galles, Inghilterra, Irlanda e Scozia), divenne Cinque Nazioni nel 1910 con l’ingresso della Francia e si trasformò infine nell’attuale torneo con l’ammissione dell‘Italia nel 2000. Per esigenze di sponsorizzazione (la Royal Bank of Scotland ha apposto il suo marchio sulla competizione) il torneo si chiama ufficialmente RBS Six Nations o, in forma più abbreviata, RBS 6 Nations.

Jacques Brunel, Commissario Tecnico francese della Nazionale Italiana Rugby, ha ufficializzato la formazione che scenderà in campo per il primo match del 2014. Il calcio d’inizio dell’incontro è previsto alle ore 14.30 locali, le 15.30 in Italia: la gara sarà trasmessa in diretta esclusiva, in chiaro, sul canale digitale terrestre DMAX (il canale di Discovery Channel, n.52 del digitale terrrestre) con telecronaca di Antonio Raimondi e commento tecnico di Vittorio Munari. La Nazionale scenderà in campo con il lutto al braccio in ricordo del giovane Salvatore Di Padova, dell’atleta dell’Accademia “Ivan Francescato” Filippo Cantoni e del Consigliere Federale Roberto Besio, recentemente scomparsi.

Per affrontare i dragoni di Warren Gatland, che schiera nel XV titolare tredici atleti reduci dal tour estivo in Australia con i British&Irish Lions, Brunel si affida ad una squadra in cui l’esperienza del pacchetto di mischia va a braccetto con una linea dei trequarti tra le più giovani schierate dall’Italia negli ultimi anni. Nella linea arretrata, infatti, i veterani sono l’estremo Luke McLean (26 anni) ed il primo centro Alberto Sgarbi (27), mentre hanno tutti un passato nell’Accademia “Ivan Francescato” e sono nati negli Anni ‘90 il secondo centro Michele Campagnaro (classe 1993, terzo caps), l’ala esordiente Angelo Esposito – nato a giugno 1993, è il più giovane del gruppo azzurro – e l’ala Leonardo Sarto, già visto contro la Scozia nel tour estivo e contro l’Australia nei Cariparma Test Match, classe 1992.

All’insegna dei giovani anche la linea mediana dove Brunel conferma titolare in maglia numero dieci dopo la partita di novembre contro i Pumas il quasi ventunenne Tommaso Allan, al quarto caps, mentre Edoardo Gori taglia a nemmeno ventiquattro anni il traguardo delle trenta presenze in Nazionale nel ruolo di mediano di mischia.

In mischia, il CT punta invece deciso sull’esperienza internazionale, con un pack capace di sommare ben 587 caps: capitan Sergio Parisse, a numero otto, sale a 102 apparizioni internazionali, il flanker Mauro Bergamasco diventa l’atleta di più lunga militanza azzurra superando un monumento della palla ovale italiana come Sergio Lanfranchi, Alessandro Zanni completa la terza linea con il suo ottantunesimo caps e la cinquantaseiesima apparizione consecutiva in Nazionale. Il traguardo più prestigioso è, in seconda linea, quello di Marco Bortolami. Il capitano delle Zebre, trentotto volte in carriera alla guida dell’Italrugby e dal 2001 nel giro della Nazionale, conquista il suo centesimo cap dividendo il reparto con il compagno di franchigia Quintin Geldenhuys.

In prima linea cap numero centodue per Martin Castrogiovanni, sessantesima apparizione per Leonardo Ghiraldini come tallonatore ed esordio da titolare nell’RBS 6 Nazioni per il pilone sinistro della Benetton Treviso Michele Rizzo, che conserva la maglia numero uno già indossata per tutti i Cariparma Test Match.

La sfida di sabato segna il ventunesimo contro diretto tra Italia e Galles: il bilancio è di diciassette successi dei Dragoni, due vittorie italiane (nel 2003 e nel 2007 al Flaminio) e di un pareggio colto dagli Azzurri proprio al Millennium nel 2006.

Questa la formazione dell’Italia per il primo turno di RBS 6 Nazioni 2014:

15 Luke MCLEAN (Benetton Treviso, 52 caps)

14 Angelo ESPOSITO (Benetton Treviso, esordiente)*

13 Michele CAMPAGNARO (Benetton Treviso, 2 caps)*

12 Alberto SGARBI (Benetton Treviso, 27 caps)

11 Leonardo SARTO (Zebre Rugby, 2 caps)*

10 Tommaso ALLAN (Perpignan, 3 caps)

9 Edoardo GORI (Benetton Treviso, 29 caps)*

8 Sergio PARISSE (Stade Francais, 101 caps) – capitano

7 Mauro BERGAMASCO (Zebre Rugby, 95 caps)

6 Alessandro ZANNI (Benetton Treviso, 80 caps)

5 Marco BORTOLAMI (Zebre Rugby, 99 caps)

4 Quintin GELDENHUYS (Zebre Rugby, 41 caps)

3 Martin CASTROGIOVANNI (Toulon RC, 101 caps)

2 Leonardo GHIRALDINI (Benetton Treviso, 59 caps)

1 Michele RIZZO (Benetton Treviso, 11 caps)

a disposizione

16 Davide GIAZZON (Zebre Rugby, 15 caps)

17 Alberto DE MARCHI (Benetton Treviso, 12 caps)

18 Lorenzo CITTADINI (Benetton Treviso, 27 caps)

19 Joshua FURNO (Biarritz Olympique, 13 caps)*

20 Francesco MINTO (Benetton Treviso, 7 caps)

21 Tobias Weitz BOTES (Benetton Treviso, 19 caps)

22 Luciano ORQUERA (Zebre Rugby, 37 caps)

23 Tommaso IANNONE (Zebre, 6 caps)*

*è/è stato membro dell’Accademia FIR “Ivan Francescato”

CALENDARIO, RISULTATI, CLASSIFICHE, STATISTICHE DELLA MANIFESTAZIONE

Pinguini a Torino: arrivano in Italia le spiagge urbane

Inserito il

Bolder Beach - Torino spiaggia in città

Miracolo in città: c’è il mare sotto casa. Dopo Parigi, che ha lanciato anni fa per prima l’idea della Paris Plage sulla Senna, una serie di grandi capitali europee hanno seguito a ruota. Ed ora arrivano anche le mete italiane: Firenze apre ‘Easy leaving’, la spiaggia urbana lungo l’Arno, Milano il ‘Gardaland Waterpark’ in zona San Siro, Roma il ‘Villa Bau Village’ sulle rive del Tevere… Torino vuole esagerare e propone ‘Bolder Beach’ a 20 minuti dal centro, nel parco Zoom di Cumiana: richiama la spiaggia di Cape Town, con tanto di ombrelloni in paglia, rocce levigate e persino i pinguini.
Le spiagge urbane sono diventate il vero fenomeno del nuovo millennio: le ‘città sull’acqua’ fin da tempi immemori hanno utilizzato il polmone costituito dai fiumi o dai canali per il refrigerio estivo, ma da qualche anno la tendenza è diventata creare delle vere e  proprie oasi attrezzate con tutti i confort da spiaggia. E il successo non si è fatto attendere: Paris Plage, la prima ad essere nata, registra 3 milioni di persone a stagione, Berlino ha il più grande lungofiume attrezzato d’Europa e Amsterdam poco meno.
Forse le spiagge delle Riviere italiane possono iniziare a temere la concorrenza?

Maratona di New York, Alidays lancia i pacchetti per l’edizione 2013

Inserito il

maratona, running

Alidays lancia nuove proposte per i grandi eventi sportivi internazionali. La novità, dopo i Grand Prix, è la 44esima edizione della Maratona di New York, che si correrà in autunno e per la quale l’operatore ha predisposto pacchetti dall’1 al 5 novembre, con 4 pernottamenti nei 3 stelle The Roosvelt o Astor on the Park, comprendenti anche iscrizione alla gara, trasferimenti collettivi da e per l’aeroporto e al punto di partenza della maratona.
Alla gara, che si snoderà attraverso i cinque grandi distretti di New York City (Manhattan, Bronx, Queens, Brooklyn e Staten Island), quest’anno parteciperanno circa 50mila atleti, e sono attesi 2 milioni di spettatori; oltre 3mila i maratoneti che giungeranno dall’Italia nella Grande Mela.

Mondiali di calcio in Qatar, 200 miliardi di dollari per sviluppare il turismo

Inserito il

Japan - Cameroon: 2010 FIFA World Cup - Mondiali Calcio

Il Qatar mette sul piatto 200 miliardi di dollari per incrementare gli arrivi turistici in occasione dei Mondiali di calcio. Sono grandiosi i progetti previsti per l’evento sportivo che si svolgerà nell’emirato nel 2022 ed un budget da capogiro per far fronte all’arrivo di 400mila turisti in occasione della torneo calcistico.
Secondo uno studio, venti miliardi di dollari sarebbe la cifra stanziata per le strutture turistiche necessarie per sostenere l’impatto dell’evento in termini di arrivi internazionali. Entro il 2022, infatti, sono attesi a Doha e nel resto dell’emirato 3,7 milioni di turisti l’anno. Una somma considerevole, invece, 140 miliardi, dovrebbero essere utilizzati per la realizzazione di un nuovo aeroporto, una rete stradale potenziata e una rete di metropolitana.
Per quanto riguarda invece l’evento calcistico in sé, sono undici gli stadi previsti per i match dei Mondiali.

Digital detox, vacanze senza internet

Inserito il

Lasciate ogni smartphone o voi che entrate. Si potrebbe parafrasare così il motto di Digital Detox, una compagnia nata nel 2012 con l’obiettivo di aiutare le persone a disintossicarsi dalle decine di dispositivi digitali dai quali siamo tutti più o meno dipendenti. Come? Organizzando ritiri e campi estivi dove ogni tecnologia è bandita, così da favorire i rapporti umani e il contatto con la natura.
L’idea è venuta a Felix Levi, un giovanissimo americano che a soli 24 anni si era reso conto di essere dipendente da PC, smartphone e tablet, passando quasi 80 ore alla settimana incollato a uno schermo. Così Felix ha lasciato il suo lavoro ben pagato e ha passato due anni in giro per il mondo alla ricerca di uno stile di vita diverso, tra yoga e meditazione. E al suo ritorno negli Stati Uniti ha deciso di condividere quest’esperienza con altre persone, alla modica cifra di circa 2mila dollari per quattro giorni di detox. Come quelli di Camp Grounded, che si è svolto a giugno nella Anderson Valley, la patria californiana del vino. Ma la storia di Levi non è semplicemente quella di un “hippie del duemila”: l’americano medio passa tra le 8 e le 12 ore al giorno davanti a uno schermo, e dedica a Internet il 30% del suo tempo libero. Senza contare le infinite notifiche e messaggi che affollano in continuazione i nostri smartphone. E c’è mancato pochissimo che la dipendenza da Internet (o IAC, Internet Addiction Disorder) entrasse nel recente DSM-5, la bibbia delle patologie psichiatriche. La filosofia dietro il digital detox non punta però alla rimozione del digitale dalla nostra vita: l’obiettivo è quello di educare a un uso moderato e cosciente della tecnologia che ci circonda, senza diventarne schiavi.
E se negli Stati Uniti iniziative di questo tipo spuntano ovunque, persino nel tempio digitale della Silicon Valley, anche in Italia alberghi e resort si stanno attrezzando per offrire vacanze unplugged, come ad esempio il Poecylia Resort in Sardegna o l’hotel Villa di Campo in Trentino. Le tariffe vanno dai 180 ai 240 euro a notte, ma non preoccuparti: se vuoi una disintossicazione fai-da-te ti basta una semplice app come Digital Detox che blocca completamente il tuo smartphone da 30 minuti fino a 30 giorni. Ma fai attenzione: una volta confermata la tua scelta, non si può più tornare indietro. Buon detox!

Fonte: wired.it

Roma, il Regina Hotel Baglioni apre le porte al lusso della Roman Penthouse

Inserito il

Hotel Baglioni - Roma

Una vista mozzafiato a 360 gradi, che spazia dalla Cappella Sistina al Colosseo, da terrazze private di quasi 300 mq; un servizio superesclusivo, con maggiordomo e chef a disposizione; uno spazio complessivo di 560 mq a disposizione, con cucina e bar privati. Sono queste le caratteristiche upper level della nuova top suite del Regina Hotel Baglioni, la “Roman Penthouse”.
Situato all’ultimo degli otto piani dell’hotel, l’appartamento è composto da una suite, due camere, una sala da pranzo, salotti, cucina e bar e offre ai propri ospiti servizi quali una jacuzzi con cromoterapia e una palestra esterne.
A disposizione dei clienti anche un maggiordomo, uno chef privato per tre ore al giorno, un barman privato per due ore, un concierge dedicato e un servizio limousine attivo 4 ore al giorno.
Servizi non per tutti, così come non per tutti è il prezzo: 14mila euro a notte.

Settimane tematiche, ritorna l’iniziativa sport nei Tarta Club Eden Village

Inserito il

tartaclub Eden Viaggi

Tre settimane tematiche dedicate al beach volley negli Eden Village tra Mediterraneo e Mar Rosso, dedicate agli ospiti più piccoli. Eden Viaggi lancia anche quest’anno le settimane sport dei Tarta Club, con Maurizia Cacciatori, campionessa di pallavolo nel ruolo di istruttrice.
Le settimane si terranno dal 29 giugno nell’Eden Village Siesta Playa di Minorca, poi dal 24 agosto presso l’Eden Village Spiagge San Pietro in Sardegna e infine dal 15 settembre all’Eden Village Amphoras di Sharm El Sheikh.
Le nuove settimane tematiche di beach volley permettono di coniugare due valori molto importanti per Eden Viaggi, l’amicizia e lo sport, offrendo la possibilità ai più piccini di avvicinarsi a questo sport in compagnia di una campionessa.