Feed RSS

Archivi categoria: Sudamerica

Giver lancia la novità Crociere nel Mondo

Inserito il

Crociere Holland America Line

“Crociere nel Mondo”, è questa la novità di Giver Viaggi e Crociere presentata a Milano. Nato come una piccola scommessa, il nuovo catalogo racchiude, infatti, una serie di crociere accomunate dall’essere prodotti di alta qualità e dal proporre destinazione fuori dalle rotte più battute.
Quattro le compagnie presenti nella brochure: Cruceros Australis, Holland America Line, Hurtigruten e Norwegian Cruise Line. Stampato in 30mila copie, il catalogo ha validità da aprile 2013 ad aprile 2014 e l’offerta comprende crociere in Groenlandia, Spitsbergen, Antartide, Hawaii, New England, Alaska e Sud America.

Annunci

“Grazie Michael” La Mercedes saluta Schumi

«Thank you and goodbye, Michael». È il messaggio di “commiato” con il quale la Mercedes ha salutato Schumacher: dopo il Gp del Brasile si ritirerà per la seconda volta.

Fonte: lastampa.it

Alonso, sfuma il sogno mondiale. Vettel campione per la terza volta

Sebastian Vettel è campione del mondo per 3 punticini. Il 25enne pilota tedesco della Red Bull conquista il terzo titolo iridato consecutivo al termine del pirotecnico Gp del Brasile.
Il driver di Heppenheim fa festa dopo un pomeriggio da brividi, cominciato con un incidente alla prima curva e chiuso sotto il diluvio. Il sesto posto, artigliato con una monoposto ammaccata, vale il trionfo dopo 71 giri da infarto e vanifica gli sforzi di Fernando Alonso: il ferrarista è secondo alle spalle della McLaren-Mercedes dell’inglese Jenson Button, ma il piazzamento non basta. Vettel, arrivato in Brasile con 13 punti di vantaggio, ne perde “solo” 10: il braccio di ferro lungo 20 gare finisce 281-278 per il tedesco.
L’ultimo round della maratona cominciata a marzo in Australia non delude le attese, pochi secondi sono sufficienti per scatenare il caos auspicato da Alonso alla vigilia. Al via, Bruno Senna con la sua Williams tocca la Red Bull di Vettel: il tedesco si gira in testa-coda, con evidenti danni all’aerodinamica del lato sinistro della monoposto. È l’assist di cui il Cavallino ha bisogno per sognare il `ribaltone´: lo spagnolo azzecca la partenza da sogno e si piazza alle spalle delle McLaren di Lewis Hamilton e Button.
Bastano poche gocce di pioggia per trasformare l’asfalto di Interlagos in una trappola: rischia grosso proprio il pilota della Ferrari, all’inizio del sesto giro, va larghissimo alla prima curva e perde una posizione. Vettel, intanto, risale in maniera impetuosa: in fondo al gruppo nel primo giro, è già sesto dopo 8 tornate. I duellanti per il titolo decidono di montare gomme intermedie, mentre Button rimane in pista con pneumatici da asciutto e lotta con la Force India di Nico Hulkenberg, che va a caccia di gloria con la stessa strategia e si prende il primo posto nel 19° giro. Le condizioni meteo variano in continuazione e, parallelamente, mutano anche quelle dell’asfalto: quando la pioggia sparisce, gli pneumatici slick consentono di guadagnare 4 secondi.
Alonso decide di rientrare ai box per tornare alle coperture da asciutto, Vettel lo marca e fa lo stesso poco dopo. La fuga della coppia Hulkneberg-Button viene vanificata nel 23° passaggio, quando scende in pista la safety car: troppi detriti sul tracciato, gara congelata e tutti in fila. Quando si riparte, nella 29a tornata, Vettel deve fare i conti con l’indemoniato Kamui Kobayashi. Il giapponese, in cerca di un volante per il 2013, va all’assalto con la Sauber e passa. Non contento, dà battaglia anche ad Alonso, che deve stringere i denti per conservare il quarto posto alle spalle delle McLaren della coppia Hamilton-Button.
Al comando, Hulkenberg prova a fare l’andatura mentre Vettel, per evitare guai, lascia strada anche alla Ferrari di Massa e prova a gestire la situazione dalla settima posizione. Ogni scroscio di pioggia leggera rischia di trasformare la pista in una trappola e il campione del mondo, costretto a fare i conti anche con la radio balbettante, mantiene un approccio prudente. Gli errori si pagano, come verifica Hulkenberg nel 49° giro: la Force India sbanda, Hamilton ringrazia e vola al comando. Nulla in confronto a quello che succede nella 55ª tornata: Hulkenberg attacca, perde il controllo della sua monoposto e distrugge la sospensione anteriore della McLaren che finisce ko. L’inglese chiude l’avventura con il team di Woking con un mesto ritiro. Il tedesco viene punito con un drive through, mentre la pioggia costringe tutti a cambiare nuovamente le gomme: per “sopravvivere” servono le intermedie.
Dopo la sequenza di soste ai box, Alonso è terzo alle spalle di Massa e Button. Vettel, invece, è settimo. La Ferrari con targa brasiliana, ovviamente, si fa da parte e l’asturiano è secondo. La Red Bull iridata però non trema: il sorpasso sulla Mercedes di Michael Schumacher vale la sesta piazza e, di fatto, fa calare il sipario sulla stagione prima del nuovo ingresso della safety car, chiamata in pista in extremis per lo schianto della Force India di Paul Di Resta. Vettel è campione, con pieno merito.

Fonte: lastampa.it

Kel 12 rilancia la selezione ‘Viaggi con l’esperto’

Inserito il

Esperti conoscitori della destinazione o grandi amanti del Paese? Kel 12 rilancia la selezione di “Viaggi con l’esperto” per scoprire una destinazione attraverso la guida di chi ha scelto di viverlo o ha fatto studi e richerche.
Tra le proposte si parte dal Belgio con un tour dedicato a pittura e architettura. Anversa e Bruxelles saranno le mete principali dell’itinerario.
Bahia è, invece, la meta prescelta in Brasile: tra pousadas e strutture di charme per scoprire un volto inedito della meta.
La dimensione invernale è il momento ideale per scoprire Oslo, la regione dei Fiordi e Bergen, in Norvegia mentre cultura e natura saranno le protagoniste del tour tra Laos, Cambogia e Vietnam.
In chiusura la proposta nel Sahara, tra l’arte rupestre, l’oasi di Fada e i mercati del Waddai.

Tour 2000 inserisce il Nicaragua nei programmi invernali

È il Nicaragua la novità 2012 di Tour 2000 – Go Centroamerica. L’operatore ha inserito in programmazione una proposta di 9 giorni e 7 notti, ideale per i ponti di novembre e dicembre.
Il volo di partenza atterra a Managua, la capitale, e la seconda tappa dell’itinerario è nella coloniale León. Il tour prevede anche la visita del parco nazionale del vulcano Masaya prima di raggiungere Granada, sulle rive del lago Nicaragua e nelle vicinanze del vulcano Mombacho. Altra sosta è programmata a San Juan del Sur, una delle località turistiche sulla costa del Pacifico. Il volo da Roma è operato da Blue Panorama e le partenze sono il 31 ottobre, il 28 novembre e il 26 dicembre.
A chi, invece, preferisce un viaggio in Argentina, alla scoperta della Patagonia, il tour operator dedica un itinerario di 12 notti con partenze fisse il 21 ottobre, il 4, 11 e 18 novembre e il 2 dicembre. Dopo la visita di Buenos Aires e della della penisola Valdes, il programma include tappe ad Ushuaia, la città più meridionale del mondo, con escursione nel parco Terra del Fuoco, a El Calafate (Lago Argentino) e al ghiacciaio Perito Moreno.

Tour 2000 lancia il catalogo “Montagne del mondo”

Inserito il

Tour 2000,‭ ‬in collaborazione con Manuel Lugli,‭ ‬grande specialista della montagna e dell’escursionismo,‭ ‬ha realizzato‭ “‬Montagne del mondo”,‭ ‬il nuovo catalogo dedicato a tutti gli appassionati di alpinismo e trekking.
Il catalogo avrà‭ ‬una versione elettronica su‭ ‬www.montagnenelmondo.it‭ ma anche ‬una brochure che offre una completa panoramica dei programmi proposti.‭ ‬Le spedizioni vanno dal trekking sui Tepuy,‭ ‬le montagne a cima piatta del Venezuela,‭ ‬alla salita al campo base del Cerro Torre o all’Aconcagua,‭ ‬fino a programmi destinati ai meno esperti che ugualmente promettono grande fascino ed emozioni.‭ ‬Il catalogo propone viaggi sulle montagne dei‭ cinque c‬ontinenti più l’Antartide,‭ ‬in collaborazione con African Explorer,‭ ‬Goasia e Goaustralia.

KLM: primo volo a biokerosene

Inserito il

KLM ha effettuato il volo più lungo di sempre alimentato a biokerosene. Il volo KL705 è partito il 22 giugno alla volta di Rio de Janeiro per percorrere, in 11 ore e 40 minuti, la rotta transatlantica con una miscela composta da kerosene tradizionale e da biokerosene derivato da oli da cucina esausti.
KLM ha stabilito un ulteriore primato in tema di biocarburanti: dopo aver messo in esercizio, nell’autunno del 2011, più di 200 aerei alimentati con biokerosene sulla rotta Amsterdam-Parigi, ha effettuato il volo più lungo mai realizzato con biocarburante. KLM è impegnata nello sviluppo di biocarburanti dal 2007 e si pone tra le compagnie aeree leader in questo campo.
Il carburante, derivato da oli da cucina esausti, è prodotto da Dynamic Fuels con il supporto di SkyNRG, il consorzio fondato nel 2009 da KLM, North Sea Group e Spring Associates con lo scopo di sviluppare la produzione di biocarburanti. SkyNRG è oggi leader mondiale e fornisce biokerosene a ben 15 compagnie aeree. KLM è disposta ad usare diversi tipi di materie prime purchè soddisfino criteri strettamente legati allo sviluppo sostenibile quali, ad esempio, riduzione delle emissioni di CO2 e minimo impatto sulla biodiversità e la catena alimentare. Tutti i biocarburanti usati da KLM hanno le stesse caratteristiche del carburante tradizionale e non richiedono modifiche ai motori degli aerei o alle infrastrutture.