Feed RSS

Archivi tag: attentato

Tensione Israele-Palestina: le indicazioni della Farnesina

L’escalation della tensione tra Israele e Palestina ha spinto la Farnesina ad alzare la guardia, fornendo ai viaggiatori indicazioni per chi dovesse recarsi nel Paese per motivi turistici o di lavoro.
Nell’avviso pubblicato sul sito dedicato viaggiaresicuri.it il Ministero sottolinea: “Si suggerisce di attenersi scrupolosamente, durante la permanenza, alle misure cautelative indicate alla voce ‘Sicurezza’ della scheda. Si consiglia ai connazionali di registrare i dati relativi al viaggio sul sito Dove siamo nel mondo e di sottoscrivere un’assicurazione che copra anche le spese sanitarie e l’eventuale trasferimento aereo in altro Paese o il rimpatrio del malato”.
Indicazioni vengono fornite anche agli italiani che risiedono stabilmente in Israele per motivi di lavoro o affari: “Si suggerisce di segnalare la propria presenza all’Ambasciata in Tel Aviv indicando indirizzo (in loco ed in Italia) e recapiti (inclusi e-mail e numero di cellulare), nonché il periodo di permanenza nel Paese, anche ai fini dell’inserimento del piano di emergenza dell’Ambasciata e per ricevere comunicazioni di emergenza via e-mail e/o sms”.
L’avviso della Farnesina raccomanda inoltre di evitare le zone a Sud del Paese e quelle adiacenti alla striscia di Gaza, dove maggiori sono i rischi.

Per non dimenticare: 23 maggio 1992, strage di Capaci

Inserito il

La mafia non è affatto invincibile. È un fenomeno umano e come tutti i fenomeni umani ha un principio, una sua evoluzione e avrà quindi anche una fine. Piuttosto bisogna rendersi conto che è un fenomeno terribilmente serio e molto grave e che si può vincere non pretendendo eroismo da inermi cittadini, ma impegnando in questa battaglia tutte le forze migliori delle istituzioni

Giovanni Falcone
(Palermo, 20 maggio 1939 – Capaci, 23 maggio 1992), magistrato ed eroe italiano

Il 23 maggio 1992 una bomba venne fatta esplodere sull’autostrada A29, all’altezza dello svincolo di Capaci. Con il giudice Falcone, persero la vita anche la moglie, Francesca Morvillo e gli uomini di scorta: Vito Schifani, Rocco Dicillo e Antonio Montinaro.
Giovanni Falcone era impegnato nella lotta alla mafia, tra le sue parole non possiamo non ricordare “Gli uomini passano, le idee restano e continuano a camminare sulle gambe di altri uomini”. La figura di Giovanni Falcone rappresenta un pilastro fondamentale nella lotta alla mafia e più in generale nella storia della Repubblica Italiana; uno straordinario esempio di fiducia e dedizione alle istituzioni: la fedeltà incondizionata di Falcone per lo Stato è stata a lungo espressa come un’anomalia, rispetto alla Sicilia e al suo capoluogo Palermo che dopo la sua morte sembrano aver finalmente ritrovato il coraggio di combattere la piaga della malavita.
Numerose sono state oggi le manifestazioni per ricordare la figura di uno dei giudici, insieme a Paolo Borsellino e tanti altri, che per combattere la mafia e “Cosa Nostra” persero tragicamente la vita solo per essere stati uomini fedeli allo Stato.
Maria Falcone, sorella del giudice, presidente della fondazione dedicata al magistrato, nel giorno del 19° anniversario della sua morte, afferma: “Giovanni Falcone e Paolo Borsellino sono due eroi moderni con un percorso umano e professionale segnato da un altissimo senso dello Stato, la cui missione ha tracciato un crocevia fondamentale nella storia del nostro Paese. Nell’anno delle celebrazioni per i centocinquanta anni dell’Unità d’Italia, la loro memoria, più vivida che mai, accende un riflettore sui valori fondanti delle democrazie moderne. Democrazie che spesso, per raggiungere il loro compimento, si sono avvalse di uomini come loro. Uomini che hanno donato la propria vita per garantire libertà e giustizia. Che hanno saputo interpretare, con grande sensibilità, un preciso momento storico, offrendo a tutti gli italiani un contributo di amore per la propria patria. L’esempio del sacrificio di Falcone e Borsellino significa oggi fare comprendere a tutti, ma soprattutto ai giovani, quanto sia importante credere e difendere i valori della nostra Costituzione”.