Feed RSS

Archivi tag: Bandiere Arancioni

XI Rassegna Nazionale Paesi Bandiera Arancione

Inserito il

Si terrà a San Ginesio (MC) nelle Marche, dall’8 al 10 giugno, l’XI Rassegna nazionale dei Paesi Bandiera arancione.
La Rassegna Nazionale dei Paesi Bandiera Arancione è l’appuntamento annuale più importante dell’Associazione dei Paesi Bandiera arancione (con sede a Dolceacqua e che riunisce i paesi che hanno ricevuto il riconoscimento del Touring) ed è l’occasione per offrire ai visitatori l’opportunità e il piacere della scoperta della rete di eccellenza dei piccoli centri d’Italia.
All’interno della manifestazione, verranno ospitati i Comuni Bandiera arancione del’intera penisola che si faranno conoscere, presentando le loro bellezze e peculiarità. Il programma del weekend prevede sfilate di gruppi storici, eventi culturali e musicali, mostre d’arte e visite guidate (si veda allegato per i dettagli). Un appuntamento da non perdere per scoprire sempre meglio i borghi eccellenti certificati dal Touring Club Italiano.

In Liguria torna l’iniziativa d’autunno “Borghi da gustare”

Torna per la quarta volta in Liguria l’iniziativa “Borghi da gustare”, una delle linee di destagionalizzazione della Regione proposta dalle associazioni Paesi Bandiera Arancione e Borghi più belli d’Italia e promossa dall’agenzia regionale In Liguria.
Dopo il grande successo degli scorsi anni, le due associazioni hanno ritenuto di ripetere l’iniziativa e la promozione è stata affidata ad una campagna pubblicitaria specifica.
Ad aderire 53 strutture in 13 borghi storici certificati liguri propongono pacchetti weekend con pernottamento, prima colazione e cena al costo fisso di 50 euro a persona (bevande escluse) e, novità 2011, due pernottamenti con due prime colazioni e due cene al costo di 80 euro a persona (bevande escluse).

http://www.turismoinliguria.it

I comuni Bandiera Arancione puntano alle emissioni zero

Inserito il

 

 

 

 

 

L’associazione dei comuni Bandiera Arancione ha stretto un accordo di collaborazione con AzzeroCo2, che si occupa di processi di sostenibilità ambientale.
L’intesa ha lo scopo di affiancare le località, che hanno ottenuto dal Touring Club Italiano il marchio per l’eccellenza della loro offerta turistica, nel percorso per raggiungere l’eccellenza anche nel campo dell’ambiente e della sostenibilità. L’accordo è stato firmato da Mario Gamberale, amministratore delegato di AzzeroCo2 e da Fulvio Gazzola, presidente dell’associazione dei comuni Bandiera Arancione e sindaco di Dolceacqua in Liguria. AzzeroCo2 proporrà alle località Bandiera Arancione l’adesione al programma Enti++, un percorso strategico mirato all’ottimizzazione energetica del territorio, all’abbattimento delle emissioni di Co2 e al risparmio dei costi di gestione.

Dove scoprire l’infinito

Inserito il

Regione Marche: una destinazione di moda, ribattezzata “New Tuscany” dal New York Times, celebrata da Wall Street Journal e Financial Times, addirittura uno dei cinque paradisi mondiali (insieme a Messico, Francia, Portogallo e Panama) dove ritirarsi a vivere per la rivista AARP, la bibbia dei pensionati americani.
Gli investimenti di comunicazione, legati ai flussi turistici, hanno generato una crescita dell’8% (+2% il dato relativo a tutt’Italia). Nel 2011, puntando ai segmenti alti, continua la campagna affidata all’attore, sempre con il concept “Marche. Le scoprirai all’infinito”; mentre il budget regionale è aumentato del 10% nei settori turismo e cultura, per sviluppare la nuova imprenditorialità giovanile. La strategia prevede poi che le risorse si integrino con territorio, ambiente, agricoltura e attività manufatturiera, perché la seconda chiave del successo sta nella  realtà articolata, nell’estrema caratterizzazione coi luoghi.
Per l’assessore regionale al turismo Serenella Moroder parlano i dati: il trend positivo delle Marche nel 2010 si traduce in un incremento di arrivi dell’1,7%; con +3,7% di presenze italiane e +7,5% estere (a fronte di un -2% per l’Italia nel suo complesso) e soggiorni più lunghi (7,3 giorni contro i 4 a livello nazionale), “un tempo che aiuta i turisti a decidere il percorso, nel senso che più vuole sviluppare, arte e cibo per esempio”.

Una regione sorprendente
Il segreto delle Marche in effetti sta proprio nel suo policentrismo, girare anche casualmente nella regione offre sempre una sorpresa. Per l’ambiente, marittimo, collinare (le “rolling hills” della campagna pubblicitaria) o di montagna, con 16 bandiere blu, 17 arancioni e 18 tra i borghi più belli d’Italia; per l’enogastronomia (pasta, pesce azzurro, olio, tartufi e 16 vini doc); il fashion made in Italy (con il polo industriale di calzature e borse nel maceratese e nel fermano), terme e sport. Un turismo rispettoso di beni culturali, di chiese (che custodiscono opere del Lotto e del Crivelli) e di abbazie; con nuovi investimenti nel recupero, per esempio, dell’eremo di Valdisasso, vicino a Valleremita di Fabriano, nel 1208 punto d’ingresso di san Francesco nelle Marche (dove c’era il suo confessore), e ancora oggi utilizzato dai francescani.
Una nuova dimensione del turismo religioso che, al santuario mariano di Loreto, accoglie milioni di pellegrini l’anno: un intreccio di sensazioni storiche, spirituali, ambientali. Dustin Hoffman dunque per la promozione dei mercati alti (Europa, America, Oriente), e molti investiranno nella qualificazione della biodiversità, in urbanistica e beni culturali, in ospitalità e accoglienza. Per scoprire, con Neri Marcoré, “una regione di charme, anagramma di Marche”, anche grazie a un competitivo rapporto qualità-prezzo.

Toscana leader per le Bandiere Arancioni del Touring Club Italiano

Inserito il

 

 

 

 

 

Il Tci ha assegnato anche quest’anno le Bandiere Arancioni, che vedono prima in graduatoria per numero di vessili la Toscana.
La regione, infatti, conquista il 19% delle share nazionale, con 35 bandiere che premiano i borghi con meno di 15mila abitanti che scelgono un percorso di tutela e valorizzazione turistica del loro patrimonio naturalistico e strutturale.
Seconda regione in graduatoria il Piemonte, con 20 bandiere; a pari merito l’Emilia Romagna, anch’essa con 20 comuni premiati. A seguire il Lazio con 19 e le Marche con 17.