Feed RSS

Archivi tag: Belgio

Nasce la ‘Via del cioccolato’, itinerari dall’Umbria al Messico

Inserito il

cioccolato

Un viaggio in Europa e nel mondo su una strada lastricata di cioccolato. È nata in Umbria la ‘Via del Cioccolato – The Chocolate Way’, un progetto lanciato dalla Camera di commercio di Perugia che mette insieme Spagna, Belgio, Francia, Inghilterra e presto anche il Messico, partendo però da realtà italiane, Perugia e Terni innanzi tutto, e poi Torino, Cuneo e Ragusa.
I soci europei sono L’Asociaciacion de Fabricantes de Turraan e Derivados y Chocolate de la Comunidad Valenciana in Spagna, la Route Belge du Chocolat in Belgio, la Seventy % in Gran Bretagna e la Route francaise du Chocolate in Francia.
Gli itinerari della ‘Via del Cioccolato’ si snoderanno, con partenza dall’Italia, attraverso questi quattro Paesi del Vecchio Continente e in futuro anche in Messico in un percorso che toccherà territori dove la produzione storica artigianale di qualità è una tradizione consolidata.

Le birre trappiste in un tour, Belgio inedito di King Holidays

Inserito il

birra trappista - Belgio

King Holidays entra nella sfida dei pacchetti a tema con il Tour delle Birre Trappiste. L’inedita proposta è la novità che il tour operator lancia come versione alternativa del viaggio in Belgio, attraverso la regione della Vallonia.
L’itinerario, che si percorre in libertà con auto a noleggio (i pacchetti prevedono sistemazione in hotel 3 stelle), consente di visitare le principali abbazie trappiste specializzate sin dal Medioevo nella produzione di birra, 6 per esattezza. Ma il circuito include anche la visita di Bruxelles, Dinant, con visita al sito minerario di Le Bois du Cazier, quindi le abbazie trappiste di Notre Dame d’Orval e di Notre Dame de Scourmount; a completamento del viaggio, degustazione di cioccolato a Bouillon.

‘Best Jobs in the World’, nessun finalista italiano al concorso di Tourism Australia

Inserito il

Ayers Rock - Northern_Territory, Australia

Gli italiani non ce l’hanno fatta: nessuno dei nostri connazionali è stato scelto tra i 18 finalisti di “Best Jobs in the World”, il concorso promosso da Tourism Australia.
L’iniziativa è parte di una grande campagna di marketing volta a promuovere le opportunità turistiche offerte dal programma australiano Working Holiday Maker. I candidati, provenienti da 12 Paesi, voleranno in Australia con Virgin Australia e dovranno affrontare alcune prove quali la creazione di contenuti per i video turistici, il racconto delle loro esperienze di viaggio su un blog e la gestione di una conferenza stampa convocata d’urgenza.
Cinque dei candidati provengono dagli Stati Uniti e, tra gli europei, due sono inglesi, uno irlandese, uno scozzese, uno belga e uno tedesco. Due finalisti giungono dall’Afghanistan e uno rispettivamente da Brasile, Canada, Hong Kong e Taiwan.
I sei “best jobs” sono: Custode della natura (South Australia), Specialista del divertimento (New South Wales), Guardiaparchi (Queensland), Maestro del gusto (Western Australia), Esploratore dell’Outback (Northern Territory) e Fotografo trendy (Melbourne, Victoria).
In tutto le candidature presentate sono state 620mila di 330mila persone provenienti da 196 Paesi. I sei vincitori saranno annunciati a Sydney il 21 giugno.

Bruxelles, maratona jazz nelle piazze del centro

Inserito il

Brussels Jazz Marathon 2013

La Brussels Jazz Marathon, l’evento musicale più atteso della primavera, si svolgerà nella capitale belga dal 25 al 27 maggio.
Previsti quattro palchi all’aperto: Grand Place, Sablon, Place Sainte Catherine, Place Fernand Cocq. Un circuito notturno, in decine di club e caffè nei quali la musica risuonerà durante tutto il weekend, completa il programma. Tutti i concerti saranno gratuiti.

Msc Opera attracca a Le Havre, crociere estive dalla Normandia

Inserito il

MSC Crociere

Estate in Normandia per la Msc Opera, che si posizionerà al porto di Le Havre. La nave della flotta Msc effettuerà, a partire dal prossimo 15 luglio, crociere di 11 giorni/10 notti nel Nord Europa e Atlantico verso la Gran Bretagna, i Paesi Bassi, il Portogallo e la Spagna. Fino a settembre saranno sette le rotazioni operate dalla nave da 2.055 passeggeri di Msc Crociere, costruita nei cantieri bretoni di Saint-Nazaire.
Il porto di Le Havre è in crescita nel settore crocierstico, passando dai 50 scali nel 2009 ai 126 previsti per quest’anno. La ristrutturazione del terminal crociere ha favorito questo sviluppo, facendo del porto della Normandia il principale scalo portuale verso nord del Nord della Francia.

Kel 12 rilancia la selezione ‘Viaggi con l’esperto’

Inserito il

Esperti conoscitori della destinazione o grandi amanti del Paese? Kel 12 rilancia la selezione di “Viaggi con l’esperto” per scoprire una destinazione attraverso la guida di chi ha scelto di viverlo o ha fatto studi e richerche.
Tra le proposte si parte dal Belgio con un tour dedicato a pittura e architettura. Anversa e Bruxelles saranno le mete principali dell’itinerario.
Bahia è, invece, la meta prescelta in Brasile: tra pousadas e strutture di charme per scoprire un volto inedito della meta.
La dimensione invernale è il momento ideale per scoprire Oslo, la regione dei Fiordi e Bergen, in Norvegia mentre cultura e natura saranno le protagoniste del tour tra Laos, Cambogia e Vietnam.
In chiusura la proposta nel Sahara, tra l’arte rupestre, l’oasi di Fada e i mercati del Waddai.

Il matrimonio di Monaco: Alberto e Charlene

Inserito il

Ultimi preparativi per il principesco matrimonio tra Alberto di Monaco e la sua Cherlene Wittstock. Il Principato di Monaco si appresta a vivere il tanto atteso sì in una cerimonia che durerà due giorni e che si potrà vedere anche in diretta video su oggi a partire dalle 17.45 e domani a partire dalle 14.45.

IL PROGRAMMA
Oggi, venerdì 1 luglio alle ore 17.00 Matrimonio civile nella bellissima Sala del Trono del Palais Princier.
Una cerimonia intima che però tutti i monegaschi potranno seguire sui maxischermi montati a Place du Palais. Una volta marito e moglie, Alberto e Charlene si affacceranno al balcone del Palais per il saluto (e il bacio) di rito.
Per la serata previsto un altro concerto, questa volta con il cantante francese Jean Micheal Jarre.
Domani, sabato 2 luglio la funzione religiosa. Il matrimonio, il cui inizio è fissato alle ore 17.00, si terrà nella Corte d’Onore del Palais Princier. Per l’occasione le porte del Palais saranno spalancate per accogliere fino a 3.500 persone; per chi non troverà posto all’interno, spazio ancora una volta ai maxischermi esterni.
Dopo la cerimonia religiosa la coppia reale lascerà il Palais per dirigersi verso la chiesa di Sainte-Devote dove la Principessa Charlene deporrà il bouquet.
In serata cena ufficiale e quindi ballo presso la Salle Garnier de l’Opéra. In conclusione fuochi d’artificio.

IL MENU’, LO SPRITZ E LA TORTA DEL MATRIMONIO
Creata dal grande chef Alain Ducasse evocherà la protea, il fiore tipico della terra natale di Charlene ed è simbolo nazionale del Sudafrica. Come già anticipato, per i decori della tavola saranno privilegiate invece le verdure della tenuta di Alberto, così come il latte utilizzato per i dolci.
Nel menù protagonista sarà il pesce, proveniente dal Mediterraneo: vi saranno anche i gamberoni della vicina città ligure di Sanremo, considerati fra i migliori al mondo. Saranno quattro in tutto le portate servite a tavola, tutte realizzate dai cuochi del Louis XV e ispirate all’utilizzo di prodotti naturali ed equosolidali a cui il principato ha prestato sempre grande attenzione. E per l’occasione è stato creato anche lo “spritz Charlene” con aggiunta di un liquore di marasche.
I gadget con lo stemma della casa reale, dalle tazze ai vassoi, dai bicchieri ai portaceneri, sono nei negozi da inizio maggio, ma si tratta di oggetti di gran classe e non proprio per tutte le tasche.

LA LISYA DEGLI INVITATI
La lista degli invitati al matrimonio di Alberto II di Monaco e di Charlene Wittstock, riflette sia il posto dei Grimaldi fra le famiglie reali del Vecchio continente e sia la passione degli sposi per lo sport, la moda o l’ambiente. Ufficialmente, sono stati invitati tutti i capi di Stato dei Paesi nei quali sua Altezza Serenissima il principe Alberto II si è recato in visita ufficiale da quando nel 2005 è salito al trono, oltre a tutti i capi di Stato dei Paesi legati alla sua famiglia (Stati Uniti, Irlanda e Sudafrica).
Concretamente, se nella lista de capi di Stato presenti figura la presidente della Repubblica d’Irlanda, Mary McAleese, Barack Obama, invece, sarà assente, così come il presidente sudafricano Jacob Zuma, atteso a Malabo per il summit dell’Unione africana. In Europa, hanno annunciato la loro presenza il presidente francese, Nicolas Sarkozy, il presidente della Commissione europea, Jose Manuel Barroso, oltre al presidente della Repubblica federale di Germania, Christian Wulff. Anche il presidente libanese, Michel Suleiman, sarà alle nozze insieme al suo omologo estone. Quanto alle teste coronate, sono attesi i sovrani di Belgio e di Svezia, i principi ereditari di Danimarca, Olanda e Spagna, ma anche il conte e la contessa di Wessex, che rappresenteranno l’Inghilterra, la famiglia Savoia al gran completo oltre all’emiro del Qatar.
Nel mondo degli affari spicca la presenza di Bernard Arnault, proprietario del gruppo del lusso Lvmh.
Tra gli sportivi: il presidente del Comitato olimpico internazionale (Cio), di cui Alberto II è membro, Jacques Rogge, e il presidente della Federazione internazionale dell’automobile (Fia) Jean Todt, sono stati invitati. Infine, Karl Lagerfeld, lo stilista di punta di Chanel, assisterà al matrimonio, accanto alla ex top model britannica Naomi Campbell, e alla creatrice di moda Ines de la Fressange.

Al via il Festival della Luce di Gerusalemme

Inserito il

Gerusalemme spalanca le porte alla seconda edizione del Festival della Luce, in programma dal 15 al 22 giugno: impianti luminosi, installazioni e mostre dedicate alla luce ravviveranno la città al tramonto, dalle 20 alle 24. La kermesse è realizzata dalla municipalità di Gerusalemme in collaborazione con l’ufficio del primo ministro, il ministero del Turismo d’Israele, il Comune e la società Ariel. Una settimana di eventi in cui sono attesi 250 mila visitatori.
Nel corso del festival sarà possibile visitare nel centro storico della città mostre di artisti “della luce” locali e internazionali, assistere a eventi di strada, spettacoli di acrobati e visitare una fiera dell’illuminazione allestita all’Archeological Garden del Davidson Center di Gerusalemme. Numerosi gli artisti provenienti da Paesi stranieri: Francia, Portogallo, Usa, Danimarca, Belgio e Italia.
Alla Porta di Giaffa, il gruppo francese TILT, che partecipa al festival per la seconda volta, creerà un giardino futurista di luce in una mostra dove lo spettatore viene circondato da un ambiente innovativo utilizzando la più avanzata tecnologia legata alle tecniche della illuminazione. Alla Grotta di Zedekia in mostra anche l’opera dell’italiano Richi Ferrero, che presenterà un allestimento visivo completato da musica mongola e sonorità bulgare. Il Comune di Gerusalemme ha anche deciso di ricostruire l’illuminazione che nel 1937 celebrò l’incoronazione di re Giorgio VI, mentre un video inserito nella Rothschild House condurrà i visitatori in un virtuale viaggio in treno dalla città alla scoperta della natura e un altro impianto riprodurrà un “dialogo” con la pietra di Gerusalemme, utilizzando oggetti illuminati per creare illusioni. In programma, per finire, lo spettacolo “Butterfly Effect” nel Giardino Ha’bonim.

Vulcano: sul portale dell’Enac le informazioni per i passeggeri

Inserito il

Un’area del portale dedicata a tutte le informazioni utili per i passeggeri coinvolti in eventuali cancellazioni e ritardi per eventi straordinari come la nube vulcanica. È l’iniziativa dell’Enac messa a punto con la nuova emergenza che in questi giorni sta colpendo alcune aree dell’Europa settentrionale. Nella sezione del sito sono pubblicati una serie di consigli pratici per evitare ulteriori problemi e l’elenco chiaro dei diritti dei passeggeri.
Giornata difficile per il trasporto aereo europeo. Questa mattina la nube generata dall’eruzione del vulcano islandese Grimsvoetn ha attraversanto i cieli del Nord della Germania, costringendo le autorità a fermare 4 scali. I primi a chiudere sono stati gli aeroporti di Amburgo e Brema, bloccati fino alle 16; dalle 11 stop anche per gli aeroporti di Berlino, la cui riapertura è avvenuta alle 16. Nessun rischio, sempre secondo quanto comunicato dalle autorità, per gli aereoporti di Duesseldorf, Francoforte e Monaco, in quanto la nube è in transito solo sul Nord della Germania e dovrebbe aver completamnte lasciato il Paese già nella tarda serata di oggi. Nelle scorse ore è stato riaperto anch lo spazio aereo sopra la Danimarca, per via di uno spostamento della nube più rapido di quanto previsto. Secondo le stime odierne circa 700 in totale dovrebbero essere i voli cancellati dagli aeroporti tedeschi coinvolti nel blocco.
Ieri era stata la volta dell’Irlanda del Nord e della Scozia e alla fine della giornata il blocco per il passaggio della nube aveva provocato la cancellazione di circa 500 voli.
Secondo gli esperti il movimento delle ceneri dovrebbe proseguire fino a venerdì, quando il passaggio potrebbe interessare Nord della Francia, Gran Bretagna, Belgio e Olanda e poi progressivamente diradarsi. Sembra invece terminata l’attività eruttiva del vulcano.

Re e regine del mondo invitati alle nozze

Inserito il

Sono non più di una sessantina i rappresentanti delle famiglie reali del pianeta invitati al matrimonio del Principe William di Inghilterra con Kate Middleton che sarà celebrato il 29 aprile all’Abbazia di Westminster a Londra in quella che si annuncia come la cerimonia del secolo.
Dalla Spagna è stata confermata la partecipazione della Regina Sofia e del Principe ereditario Felipe, con la consorte, la Principessa Letitia. Sarà invece assente Re Juan Carlos. Sulle presenze delle altre teste coronate non vi sono al momento conferme ufficiali. Ma sicuramente avranno ricevuto l’invito Re Alberto II del Belgio con la regina Paola, dall’Olanda, la Regina Beatrice, e l’erede al trono Guglielmo – il principe consorte Claus è morto nel 2002 – con la moglie, l’argentina Maxima. Al matrimonio dell’anno non mancheranno i reali delle monarchie scandinave: Re Carlo XVI Gustavo e la regina Silvia di Svezia, la Principessa Vittoria, l’erede al trono, con il marito Daniel Westling; dalla Norvegia, re Harald V con la regina Sonia, il principe ereditario Haakon e la consorte Mette-Marit; la Regina Margherita II di Danimarca e il Principe consorte Enrico, insieme all’erede al trono, Frederik, con la moglie Mary. Fra le volte gotiche della storica abbazia, si annuncia anche la presenza dei Granduchi Enrico e Maria Teresa del Lussemburgo e dei Principi del Lietchtenstein Hans Adam II e Maria Aglae.
Ma gli occhi di tutti saranno infine puntati sul Principe Alberto II di Monaco e la fidanzata, la sudafricana Charlene Wittstock: la coppia convolerà a nozze il prossimo luglio.
E gli inviti sono partiti anche per le famiglie regnanti dei Paesi arabi e asiatici: Re Abdullah II di Giordania con la regina Rania, il Principe ereditario di Abu Dhabi, il Sultano dell’Oman, Qabus bin Said, il Re del Bahrein, Hamad bin Isa Al Khalifa, il Sultano del Brunei, Hassanal Bolkiah, e il Re dell’Arabia Saudita, Abdhallah, sono stati tutti convocati a Londra per il 29 aprile. Spostandosi in Asia, al “Big Day” di William e Kate sono stati pregati il Re del Tonga, George Tupou V, il Re della Malaysia, Mizan Zainal Abidin, e l’Imperatore Akihito del Giappone. Quest’ultimo ha dovuto declinare l’augusto invito, a seguito del devastante sisma-tsunami che ha investito il Giappone lo scorso 11 marzo.
Oltre agli invitati di sangue blu al matrimonio dell’anno ci sono anche diverse star, David e Victoria Beckham, solo per citarne un paio, Mr Bean (al secolo Rowan Atkinson) e Elthon John.
Quello che continua ad appassionare i fan del principe e della futura principessa, è però sapere se la coppia d’oro del panorama musicale, Beyonce e Jay Z, parteciperanno al ricevimento che seguirà le nozze il prossimo 29 aprile. Ai due possibili invitati, i loro nomi non compaiono sulla lista ufficiale, sarebbe anche richiesto di esibirsi in una delle canzoni preferite del principe e della futura sposa, “Crazy in Love”, brano che ha lanciato la carriera solista di Beyonce nel 2003, dopo aver lasciato il gruppo Destiny’s Child. Una fonte vicina alla famiglia reale ha rivelato al Daily Star, che sia “William che Kate, sono grandi fan e vogliono rendere il loro grande giorno ancora più speciale con l’esibizione di una pop star”. Nessun commento ufficiale, né da Buckingham Palace, né dai portavoce delle star, anche se la partecipazione al matrimonio sembra probabile, visto che Beyonce e Jay Z sono già in Europa. Al momento, Beyonce e il marito si trovano in Europa per promuovere l’ultimo l’ultima canzone della cantante, “Girls (Who Run the World)”, che anticipa il nuovo album che uscirà a giugno 2011.