Feed RSS

Archivi tag: Belgio

Al via il Festival della Luce di Gerusalemme

Inserito il

Gerusalemme spalanca le porte alla seconda edizione del Festival della Luce, in programma dal 15 al 22 giugno: impianti luminosi, installazioni e mostre dedicate alla luce ravviveranno la città al tramonto, dalle 20 alle 24. La kermesse è realizzata dalla municipalità di Gerusalemme in collaborazione con l’ufficio del primo ministro, il ministero del Turismo d’Israele, il Comune e la società Ariel. Una settimana di eventi in cui sono attesi 250 mila visitatori.
Nel corso del festival sarà possibile visitare nel centro storico della città mostre di artisti “della luce” locali e internazionali, assistere a eventi di strada, spettacoli di acrobati e visitare una fiera dell’illuminazione allestita all’Archeological Garden del Davidson Center di Gerusalemme. Numerosi gli artisti provenienti da Paesi stranieri: Francia, Portogallo, Usa, Danimarca, Belgio e Italia.
Alla Porta di Giaffa, il gruppo francese TILT, che partecipa al festival per la seconda volta, creerà un giardino futurista di luce in una mostra dove lo spettatore viene circondato da un ambiente innovativo utilizzando la più avanzata tecnologia legata alle tecniche della illuminazione. Alla Grotta di Zedekia in mostra anche l’opera dell’italiano Richi Ferrero, che presenterà un allestimento visivo completato da musica mongola e sonorità bulgare. Il Comune di Gerusalemme ha anche deciso di ricostruire l’illuminazione che nel 1937 celebrò l’incoronazione di re Giorgio VI, mentre un video inserito nella Rothschild House condurrà i visitatori in un virtuale viaggio in treno dalla città alla scoperta della natura e un altro impianto riprodurrà un “dialogo” con la pietra di Gerusalemme, utilizzando oggetti illuminati per creare illusioni. In programma, per finire, lo spettacolo “Butterfly Effect” nel Giardino Ha’bonim.

Annunci

Vulcano: sul portale dell’Enac le informazioni per i passeggeri

Inserito il

Un’area del portale dedicata a tutte le informazioni utili per i passeggeri coinvolti in eventuali cancellazioni e ritardi per eventi straordinari come la nube vulcanica. È l’iniziativa dell’Enac messa a punto con la nuova emergenza che in questi giorni sta colpendo alcune aree dell’Europa settentrionale. Nella sezione del sito sono pubblicati una serie di consigli pratici per evitare ulteriori problemi e l’elenco chiaro dei diritti dei passeggeri.
Giornata difficile per il trasporto aereo europeo. Questa mattina la nube generata dall’eruzione del vulcano islandese Grimsvoetn ha attraversanto i cieli del Nord della Germania, costringendo le autorità a fermare 4 scali. I primi a chiudere sono stati gli aeroporti di Amburgo e Brema, bloccati fino alle 16; dalle 11 stop anche per gli aeroporti di Berlino, la cui riapertura è avvenuta alle 16. Nessun rischio, sempre secondo quanto comunicato dalle autorità, per gli aereoporti di Duesseldorf, Francoforte e Monaco, in quanto la nube è in transito solo sul Nord della Germania e dovrebbe aver completamnte lasciato il Paese già nella tarda serata di oggi. Nelle scorse ore è stato riaperto anch lo spazio aereo sopra la Danimarca, per via di uno spostamento della nube più rapido di quanto previsto. Secondo le stime odierne circa 700 in totale dovrebbero essere i voli cancellati dagli aeroporti tedeschi coinvolti nel blocco.
Ieri era stata la volta dell’Irlanda del Nord e della Scozia e alla fine della giornata il blocco per il passaggio della nube aveva provocato la cancellazione di circa 500 voli.
Secondo gli esperti il movimento delle ceneri dovrebbe proseguire fino a venerdì, quando il passaggio potrebbe interessare Nord della Francia, Gran Bretagna, Belgio e Olanda e poi progressivamente diradarsi. Sembra invece terminata l’attività eruttiva del vulcano.

Re e regine del mondo invitati alle nozze

Inserito il

Sono non più di una sessantina i rappresentanti delle famiglie reali del pianeta invitati al matrimonio del Principe William di Inghilterra con Kate Middleton che sarà celebrato il 29 aprile all’Abbazia di Westminster a Londra in quella che si annuncia come la cerimonia del secolo.
Dalla Spagna è stata confermata la partecipazione della Regina Sofia e del Principe ereditario Felipe, con la consorte, la Principessa Letitia. Sarà invece assente Re Juan Carlos. Sulle presenze delle altre teste coronate non vi sono al momento conferme ufficiali. Ma sicuramente avranno ricevuto l’invito Re Alberto II del Belgio con la regina Paola, dall’Olanda, la Regina Beatrice, e l’erede al trono Guglielmo – il principe consorte Claus è morto nel 2002 – con la moglie, l’argentina Maxima. Al matrimonio dell’anno non mancheranno i reali delle monarchie scandinave: Re Carlo XVI Gustavo e la regina Silvia di Svezia, la Principessa Vittoria, l’erede al trono, con il marito Daniel Westling; dalla Norvegia, re Harald V con la regina Sonia, il principe ereditario Haakon e la consorte Mette-Marit; la Regina Margherita II di Danimarca e il Principe consorte Enrico, insieme all’erede al trono, Frederik, con la moglie Mary. Fra le volte gotiche della storica abbazia, si annuncia anche la presenza dei Granduchi Enrico e Maria Teresa del Lussemburgo e dei Principi del Lietchtenstein Hans Adam II e Maria Aglae.
Ma gli occhi di tutti saranno infine puntati sul Principe Alberto II di Monaco e la fidanzata, la sudafricana Charlene Wittstock: la coppia convolerà a nozze il prossimo luglio.
E gli inviti sono partiti anche per le famiglie regnanti dei Paesi arabi e asiatici: Re Abdullah II di Giordania con la regina Rania, il Principe ereditario di Abu Dhabi, il Sultano dell’Oman, Qabus bin Said, il Re del Bahrein, Hamad bin Isa Al Khalifa, il Sultano del Brunei, Hassanal Bolkiah, e il Re dell’Arabia Saudita, Abdhallah, sono stati tutti convocati a Londra per il 29 aprile. Spostandosi in Asia, al “Big Day” di William e Kate sono stati pregati il Re del Tonga, George Tupou V, il Re della Malaysia, Mizan Zainal Abidin, e l’Imperatore Akihito del Giappone. Quest’ultimo ha dovuto declinare l’augusto invito, a seguito del devastante sisma-tsunami che ha investito il Giappone lo scorso 11 marzo.
Oltre agli invitati di sangue blu al matrimonio dell’anno ci sono anche diverse star, David e Victoria Beckham, solo per citarne un paio, Mr Bean (al secolo Rowan Atkinson) e Elthon John.
Quello che continua ad appassionare i fan del principe e della futura principessa, è però sapere se la coppia d’oro del panorama musicale, Beyonce e Jay Z, parteciperanno al ricevimento che seguirà le nozze il prossimo 29 aprile. Ai due possibili invitati, i loro nomi non compaiono sulla lista ufficiale, sarebbe anche richiesto di esibirsi in una delle canzoni preferite del principe e della futura sposa, “Crazy in Love”, brano che ha lanciato la carriera solista di Beyonce nel 2003, dopo aver lasciato il gruppo Destiny’s Child. Una fonte vicina alla famiglia reale ha rivelato al Daily Star, che sia “William che Kate, sono grandi fan e vogliono rendere il loro grande giorno ancora più speciale con l’esibizione di una pop star”. Nessun commento ufficiale, né da Buckingham Palace, né dai portavoce delle star, anche se la partecipazione al matrimonio sembra probabile, visto che Beyonce e Jay Z sono già in Europa. Al momento, Beyonce e il marito si trovano in Europa per promuovere l’ultimo l’ultima canzone della cantante, “Girls (Who Run the World)”, che anticipa il nuovo album che uscirà a giugno 2011.