Feed RSS

Archivi tag: Bronx

Maratona di New York, Alidays lancia i pacchetti per l’edizione 2013

Inserito il

maratona, running

Alidays lancia nuove proposte per i grandi eventi sportivi internazionali. La novità, dopo i Grand Prix, è la 44esima edizione della Maratona di New York, che si correrà in autunno e per la quale l’operatore ha predisposto pacchetti dall’1 al 5 novembre, con 4 pernottamenti nei 3 stelle The Roosvelt o Astor on the Park, comprendenti anche iscrizione alla gara, trasferimenti collettivi da e per l’aeroporto e al punto di partenza della maratona.
Alla gara, che si snoderà attraverso i cinque grandi distretti di New York City (Manhattan, Bronx, Queens, Brooklyn e Staten Island), quest’anno parteciperanno circa 50mila atleti, e sono attesi 2 milioni di spettatori; oltre 3mila i maratoneti che giungeranno dall’Italia nella Grande Mela.

New York, l’innalzamento del mare minaccia la Grande Mela

Manhattan sotto minaccia di una catastrofe ambientale. Le “cassandre” cinematografiche su New York potrebbero avverarsi, pur se in un futuro ancora un po’ lontano.
Dopo la grande paura per Irene, che un anno fa ha bloccato in casa gli abitanti della Grande Mela e stoppato l’attività di tutti gli aeroporti per due giorni, ora gli scienziati prevedono ancor più grossi problemi per la metropoli. Il nuovo allarme scatta per il 2050, anno in cui Manhattan, Brooklyn, il Queens, il Bronx potrebbero essere travolte da un’inondazione epocale a causa del disgelo.
Le acque, secondo gli esperti, si sarebbero alzate di 3 centimetri ogni dieci anni nell’ultimo secolo, ma la velocità d’innalzamento potrebbe crescere esponenzialmente nei prossimi decenni sino a raggiungere i 60 centimetri nel 2050. Stando al rapporto di un’équipe di scienziati del Columbia University Earth Institute (nel quadro di una serie di studi commissionati subito dopo Irene e ora sul tavolo del sindaco Bloomberg, il quale avrebbe già varato misure post-Irene), quando il livello dell’oceano sarà salito di 120 centimetri, entro il 2080, oltre un terzo della metropoli sarà soggetta a inondazioni costanti.
Al momento sono già state allargate le lagune naturali che servono da serbatoi di contenimento delle maree, sono stati moltiplicati i giardini pensili per l’assorbimento delle acque piovane e introdotti nuovi regolamenti comunali che vietano di tenere nelle cantine caldaie e serbatoi per il riscaldamento.