Feed RSS

Archivi tag: Calabria

Bronzi di Riace fino al 2014 senza casa

Inserito il

Bronzi di Riace - Reggio CalabriaI Bronzi di Riace sono senza casa da 1.291 giorni. E ancora altri ne passeranno prima che le due statue famosissime possano tornare esposte nel museo della Magna Grecia a Reggio Calabria, chiuso per lavori da tre anni e mezzo.
I Bronzi attualmente sono sdraiati in una sala della sede del Consiglio Regionale della Calabria, e lì restano nell’indifferenza generale. Il museo doveva essere riaperto a fine 2010, in tempo per le celebrazioni del 150 anniversario dell’Unità d’Italia, ma i lavori sono come sempre slittati in avanti. La causa, un altro scandalo italiano, il lievitare abnorme dei costi, passati da 10 a 33 milioni di euro. L’ultimo appalto doveva essere chiuso il 6 giugno scorso e invece è slittato a metà luglio.
Per vederli nuovamente al loro posto è probabile si dovrà attendere la primavera del 2014.

L’Italian way of life attira i mercati emergenti

Inserito il

Lifestyle, arte, shopping, enogastronomia: gli asset fondamentali del prodotto Italia ritornano nel monitoraggio effettuato dall’Enit sui mercati emergenti e appena pubblicato sulla rivista dell’agenzia.
In Giappone, il Paese è apprezzato per arte, storia, enogastronomia e moda. Le tappe da non perdere sono Roma, Firenze, Venezia, Napoli e Milano ma i repeater vengono anche per assistere a spettacoli lirici e festival musicali. Diverso l’appeal sui turisti russi, che amano il lifesyle più che la cultura: anche qui,le mete classiche sono Roma, Firenze, Venezia, Milano e Napoli ma c’è interesse anche per Sicilia e Calabria, sulla quale lamentano, però, la mancanza di collegamenti diretti.
Dai sondaggi effettuati fra i maggiori tour operator cinesi l’Italia è amata per l’arte, la moda, lo shopping: le mete preferite restano sempre le città d’arte: Firenze, Pisa, Venezia, Milano, Napoli ma soprattutto Roma. Sul mercato indiano, invece, l’Italia rappresenta il sogno da realizzare almeno una volta nella vita. Nel caso di questo bacino, mentre il viaggiatore medio guarda alle grandi città d’arte, i turisti di livello alto vanno alla scoperta di mete inesplorate.
Brasile e Argentina sono, infine, mercati in grande crescita, ma il prodotto, secondo Enit, va svecchiato.

Siti archeologici inaccessibili nel Sud Italia

I  siti archeologico del Sud Italia sono chiusi al pubblico. Questo almeno quanto emerge dal censimento dei siti archeologici realizzato da Mibac e presentato alla Borsa Mediterranea del Turismo Archeologico. Secondo l’indagine il 44 per cento delle aree archelogiche del Sud Italia non è aperto al pubblico, mentre un altro 19 per cento lo è, senza che si paghi alcun biglietto.
Le regioni prese in esame dal censimento sono Sicilia, Calabria, Campania, Puglia e Basilicata. Per quanto riguarda la Campania, fra Salerno, Avellino, Benevento e Caserta si contano nove anfiteatri e teatri, 13 ville all’aperto, 8 aree sacre superiori ai 2 ettari, un patrimonio in gran parte non gestito, che non produce nulla e si deteriora. Numeri molto diversi invece a Pompei: 2 milioni e 300mila visitatori all’anno. La macchina Pompei richiede uno stanziamento di 18 milioni annui e l’incasso dei biglietti è più o meno equivalente, sufficiente per la gestione ordinaria.
Buone notizie invece dall’area archeologica di Velia: grazie al trenini dell’iniziativa ‘In viaggio con Erodoto’, che partirà dalla prossima estate, ed ai fondi del Ministero per i Beni Culturali si potranno incrementare le visite, che nel 2011 sono state solo 30mila, a fronte delle 286mila dei templi di Paestum.

Goletta Verde: alla Sardegna il primato dei mari meno inquinati

Inserito il

È di nuovo tempo di pagelle per i litorali italiani. La nuova certificazione arriva da Legambiente che ha stilato l’annuale classifica dedicata alle spiagge italiane. Un giudizio che in generale fa segnare un deciso miglioramento rispetto allo scorso anno, quando vennero evidenziati 146 punti critici, ovvero ad alto tasso di inquinamento, contro i 120 di quest’anno.
A livello di regioni, primo posto per la Sardegna davanti alla Toscana e all’Emilia Romagna. Mentre chiudono Calabria, Liguria e Campania. Per quanto riguarda l’isola sarda, in particolare, le analisi hanno fatto riscontrare un solo punto critico sul totale dei 433 chilometri di costa.

Primato alla Sardegna per il mare più pulito d’Italia

Spetta alla Sardegna il primato per il mare più pulito d’Italia. Il dato arriva dalla ricerca di Legambiente che ha portato a termine il lungo periodo di analisi, di 155 giorni, degli oltre 7mila km di coste italiane a bordo della Goletta Verde.
L’Isola presenta il minor numero di punti critici, uno ogni 346 km di costa, seguita a distanza dalla Puglia, che ne fa segnalare uno ogni 96 km. Il podio delle ‘regioni blu’ si chiude con la Toscana, che insieme a Sardegna e Puglia conquista le cinque vele, massimo punteggio attribuito dalla Guida blu.
La maglia nera va, invece, alla Calabria, che detiene il primo posto per gli scarichi fognari non depurati, seguita da Campania e Sicilia.

Valtur amplia l’offerta per cani e padroni con i Dog Village

Inserito il

Valtur ha ampliato l’offerta rivolta ai clienti che possiedono un cane consentendo, in maniera controllata e regolata, l’accesso ai quattro zampe non solo a Capo Rizzuto, grazie all’ormai noto Dog Campus, ma anche nei dog village situati nei villaggi Magic di Baia di Conte in Sardegna, Simeri in Calabria, Ostuni in Puglia, Marilleva in Trentino e nel villaggio Sport&Fun di Pollina in Sicilia.
In queste strutture sono previste sistemazioni per i cani di media taglia, che potranno soggiornare con i loro padroni in camere dotate di cuccia e scodella per cibo ed acqua. Previste inoltre aree verdi riservate per circolare in completa libertà.
Valtur rilancia inoltre il Dog Campus di Capo Rizzuto, gestito in luglio e agosto dal team “Indiana Kayowa” di Massimo Perla, assoluta autorità nel mondo dei cinofili. Nel Campus, dotato di una zona notte con spazio coperto e piccolo giardino privato, viene assicurata un’alimentazione varia, assistenza veterinaria e cure sanitarie. Inoltre il percorso di Agility Dog permetterà ad ogni cane di muoversi in piena libertà. Previsti infine corsi di educazione cane-proprietario

Eden Viaggi lancia i Tarta Club

Inserito il

Eden Viaggi dà il benvenuto a Tarta, mascotte portafortuna che allieterà i bambini dai 4 ai 12 anni negli Eden Village con il nuovo progetto Eden Family Club.
I Tarta Club sono già attivi in undici Eden Village: gli Eden Village Cala della Torre, Colostrai, Marina Country e Li Cupulatti in Sardegna, Sikania in Sicilia, Borgo del Principe e Nausicaa in Calabria, Argonauti in Basilicata, più gli Eden Village Gemma Beach a Marsa Alam sul Mar Rosso, Javelin a Bodrum in Turchia e Djerba Mare in Tunisia.
Un nuovo staff di animazione contraddistinto dal personaggio Tarta è l’esclusiva novità per l’estate 2011, dedicata alle famiglie ed all’intrattenimento ludico didattico dei loro bambini.