Feed RSS

Archivi tag: Canada

Canazei tra le migliori dieci località sciistiche per i bambini

Canazei è l’unica località invernale italiana che ha preso parte al “Best Ever Family Ski Resort”. Il premio è stato assegnato a fine novembre dal sito britannico “TaketheFamily”, specializzato in vacanze per famiglie, che ha selezionato le dieci stazioni sciistiche migliori al mondo per bambini con meno di sette anni e le dieci per bambini con più di sette anni, categoria dove è rientrata Canazei.
A scegliere la rosa delle venti candidate Nick Dalton che scrive per The Times, Daily Telegraph e Daily Express, è un esperto di soggiorni sulla neve per famiglie e, per l’occasione, ha visitato centinaia di località. A farla da padrone la Francia, con nove centri sciistici in concorso, a seguire Austria con quattro, Canada e Colorado con due, quindi Svizzera, Finlandia e Italia con Canazei.
Il paese fassano è stato indicato da Dalton per il buon livello delle strutture e servizi dedicati ai bambini, la presenza di tracciati particolarmente adatti a ragazzi principianti e progrediti nello sci e per lo spettacolare circuito dolomitico del Sella Ronda che anche i piccoli, che hanno po’ di dimestichezza con le piste, possono percorrere.
A decretare le prime tre classificate una giuria composta dai principali esperti di vacanze sulla neve per famiglie e dello Sci Club del Regno Unito, di Sci Esprit e dell’azienda d’abbigliamento sportivo The North Face, che lo scorso 22 novembre hanno assegnato il primo posto, per la categoria in cui era in lizza anche Canazei, a Flane in Francia, il secondo a Whistler in Canada e il terzo a Obergurgl in Austria. Canazei non è salita sul podio ma per i vertici dell’Azienda per il Turismo della Val d Fassa l’entrare a far parte di una selezione tanto ristretta è di per sé un riconoscimento di grande prestigio per tutta la Val di Fassa.

Philadelphia celebra Van Gogh

“Van Gogh Up Close”: una grande mostra organizzata dal Philadelphia Museum of Art e la National Gallery of Canada, presenta un gruppo di opere, tra le più audaci e innovative dell’artista che rompendo con il passato, alterò drasticamente corso della pittura moderna.
Questa esposizione si svolgerà negli Stati Uniti solo a Philadelphia. I biglietti saranno in vendita dal 1 dicembre 2011.

Margò, con il catalogo Love il giro del mondo

Inserito il

Il catalogo Love della linea Eden Made per viaggi su misura, e dedicato ai viaggi d’amore, offre spunti per viaggiare in tutto il mondo, su qualsiasi mezzo e senza vincoli di tempo. Il giro del mondo in 4 continenti è un incantevole sguardo sul pianeta: dall’Argentina alla Polinesia percorrendo il Canada, dall’Australia al Sud Africa con passaggio ad Hong Kong, un viaggio alla scoperta di alcuni paesaggi naturali e metropolitani tra i più grandiosi ed emozionanti del pianeta.
La finestra sul mondo si apre a Buenos Aires, megalopoli dinamica e vitale, “la reina del Plata”, da dove si si può volare, e il volo è breve, verso la “Fin del Mundo”: Ushuaia, la città più australe della terra, sulla costa meridionale dell’Isola Grande della Terra del Fuoco. L’itinerario prosegue con il Canada, toccando Vancouver.
Nel cuore dell’Oceano Pacifico ecco le isole polinesiane, a Papeete, l’animata capitale di Tahiti, dove si possono trascorrere ore passeggiando sul lungomare, mentre nell’entroterra dell’isola si apprezzano altipiani, cascate, rovine di templi e i petroglifi di Marae Arahurahu. Bora Bora, considerata la perla più bella dell’arcipelago, accoglie i viaggiatori con vulcani ammantati di foreste rigogliose, lagune sconfinate impreziosite da coralli e isolotti incontaminati intorno alla costa.
L’esplorazione dell’Oceania prosegue con l’atterraggio a Sydney, la città più antica d’Australia e une delle sue capitali economiche e culturali. Nel Territorio del Nord sorge uno dei simboli dell’Australia: Uluru, noto anche come Ayers Rock. E’ poi la volta di Hong Kong.
Quarto ed ultimo dei continenti attraversati nel viaggio, l’Africa accoglie con alcuni dei suoi scenari più incantevoli, nella regione di Mpumalanga in Sud Africa. Il celebre Kruger National Park è uno dei parchi più antichi dell’Africa e ricchi di habitat differenti.

Columbus Day

Inserito il

Il Giorno di Colombo (Columbus Day in inglese) è una festa celebrata in molti paesi delle Americhe, per commemorare il giorno dell’arrivo di Cristoforo Colombo nel Nuovo Mondo il 12 ottobre 1492.
Feste simili, celebrate come Día de las Culturas (Giorno delle culture) in Costa Rica, Discovery Day (Giorno della scoperta) nelle Bahamas, Día de la Hispanidad (Giorno della Ispanità) in Spagna, e rinominato da poco (nel 2002) Día de la Resistencia Indígena (Giorno della resistenza indigena) in Venezuela, commemorano lo stesso evento.

Gli Americani di origine Italiana sentono il Giorno di Colombo come una celebrazione che ricorda le loro doppie radici Italo-Americana. Questa festa è stata proposta come festa nazionale negli Stati uniti da quando il Giorno di Colombo è stato celebrato per la prima volta da italiani a San Francisco nel 1869, seguendo le celebrazioni italiane di New York.
Il primo stato a riconoscere ufficialmente la ricorrenza fu il Colorado nel 1905 e nel 1937, su impulso dei Knights of Columbus (un’associazione cattolica che aveva adottato il nome del grande viaggiatore), il presidente Franklin Delano Roosevelt stabilì che il Giorno di Colombo diventasse festa nazionale in tutti gli Stati Uniti. A partire dal 1971 il giorno in cui cade questa ricorrenza è fissato per il secondo lunedì del mese di ottobre, lo stesso giorno in cui nel vicino Canada si celebra invece il Giorno del Ringraziamento.
Gli Italoamericani sentono molto questa festività e sono particolarmente orgogliosi del fatto che sia stato Cristoforo Colombo, un navigatore italiano, il primo europeo a scoprire il continente americano. Negli Stati Uniti il Giorno di Colombo le banche, uffici postali e uffici federali sono chiusi, così come gli uffici dell’ambasciata italiana a Washington D.C. e tutti i vari consolati italiani che si trovano nel paese. L’Empire State Building di New York City da vari anni usa accendere le sue luci, riproducendo così il tricolore italiano.

In America latina (ed in alcune comunità latinoamericane negli USA) il giorno dell’arrivo di Colombo nel continente viene celebrato con il nome di Dia de la Raza o Dia de la Hispanidad (letteralmente “Il Giorno della Razza”) e si commemora il primo incontro tra gli Europei e i nativi americani.
La festa è stata celebrata per la prima volta in Argentina nel 1917, in Venezuela nel 1921, in Cile nel 1923 e in Messico nel 1928.
Questa festa si teneva anche in Spagna fino al 1958, quando il suo nome fu cambiato in Día de la Hispanidad. In Spagna “la raza” (la razza) citata nel nome originale della festa era semplicemente quella spagnola, e non era presente la caratterizzazione di festa dei meticci presente in molti paesi sudamericani. Nel 2002 anche il Venezuela ha deciso di cambiare nome alla festa, chiamandola Día de la Resistencia Indígena (Giorno della resistenza indigena).

Hotel a Vancouver per gli amici a 4 zampe

Il Fairmont Hotel Vancouver, castello storico situato nel cuore della città, è promotore di una iniziativa molto interessante per gli amici a quattro zampe: Pets Stay Free.
Questo progetto incoraggia i propri ospiti a viaggiare con i propri animali, i quali verranno accolti con prelibatezze e giocattoli e potranno divertirsi con i loro padroni. Una proposta innovativa e contro l’abbandono degli animali.

Québec, ecco le maratone dell’estate

Inserito il

Il 26 giugno riprendono in Québec le manifestazioni sportive podistiche.
Si parte dalla città di Québec con un’insolita sfida sulle scale che collegano la parte bassa a quella alta della città: il Super Défi include circa 30 scale per un totale di 3 mila gradini e 16 chilometri.
Inoltre Montréal quest’anno si chiude al traffico per accogliere i maratoneti il 25 settembre con partenza da ponte Jacques-Cartier. Di poco antecedente è la Marathon des Deux Rives, alla sua 14ª edizione il prossimo 28 agosto, l’avvenimento sportivo internazionale più importante della regione.
Altra gara podistica che sfrutta le beltà paesaggistiche raccolte attorno al fiume San Lorenzo è la maratona di Rimouski, il 3 ottobre prossimo.

http://www.marathinderimouski.ca

Germania, al via la sesta edizione dei Mondiali di calcio femminile 2011

Inserito il

La Germania ospiterà la sesta edizione ufficiale dei Campionati mondiali di calcio femminile FIFA 2011, l’evento si terrà  dal 26 giugno al 17 luglio 2011 e vedrà confrontarsi 16 nazionali in concorso per il titolo mondiale.

Le ragazze tedesche inaugureranno la competizione il 26 giugno all’Olympiastadion di Berlino scendendo in campo contro il Canada. La Germania è stata abbastanza fortunata nei sorteggi e le calciatrici guidate da Silvia Neid, dopo il Canada, incontreranno la Nigeria e la Francia. Gli incontri preliminari sono stati sino ad oggi molto positivi: il 15 settembre 2010 un’amichevole svoltasi a Dresda con le canadesi ha visto la vittoria delle tedesche per 5:0.
La nazionale nigeriana, campione africana e alla 27° posizione nella classifica mondiale, affronterà le tedesche il 30 giugno a Francoforte, dopo che l’amichevole del 25 novembre scorso a Leverkusen si è conclusa con una schiacciante sconfitta 0:8 (0:5) a favore delle padrone di casa. Il 5 luglio si svolgerà, invece, Germania-Francia, l’ultima partita del girone. Le francesi sono a tutt’oggi al 4° posto nella graduatoria mondiale, dopo Germania,  Svezia e Norvegia. Nel 2007 la squadra non ha passato le qualificazioni per i mondiali ma da allora è stata una continua rimonta. Nel 2009 agli Europei furono battute ai quarti di finali dalle finlandesi e per i Mondiali di quest’anno in Germania si sono qualificate egregiamente.
Una curiosità: la neve che questo inverno ha ricoperto abbondantemente il Nordeuropa, creando non pochi disagi, ha reso relativamente complicato anche lo svolgimento della cerimonia per i sorteggi dei mondiali di calcio femminili svoltasi a Francoforte sul Meno il 29 novembre scorso. L’ex portiere della nazionale, Oliver Kahn, che doveva essere presente all’evento assieme alla top-model Adriana Karembeu, a causa della neve non è potuto partire dall’aeroporto di Monaco. Stesso destino per Franz Beckenbauer che doveva arrivare da Salisburgo ed anche per il presidente della Fifa, Joseph Blatter, che per altri motivi è stato impossibilitato a prendere parte all’appuntamento. La cerimonia ha comunque suscitato grande interesse ed è stata registrata dai media di circa 200 Paesi. Sinora stanno andando bene anche le vendite dei biglietti e circa 350.000 ingressi, la metà di quelli totali, sono stati già acquistati.
Putroppo l’Italia non sarà rappresentata ai Mondiali perché esclusa dalle qualificazioni. L’unica italiana in Germania sarà l’ex giocatrice Carolina Morace nella veste di trainer della nazionale femminile canadese.

L’Ente del Turismo della Germania he realizzato un opuscolo che illustra l’importanza del calcio femminile in Germania e offre informazioni e curiosità sulle città che ospiteranno il campionato: Berlino, Augusta, Bochum, Dresda, Leverkusen, Mönchen-Gladbach, Sinsheim, Wolfsburg e Francoforte, il cui stadio farà da cornice alla finalissima del 17 luglio. I tifosi potranno assistere a un torneo emozionante e di alto livello, visitare interessanti città e partecipare a una grande festa come fu in occasione dei Mondiali del 2006!

Questi i gruppi che parteciperanno ai Mondiali di calcio femminile 2011:
Gruppo A: Germania, Canada, Nigeria, Francia
Gruppo B: Giappone, Nuova Zelanda, Messico, Inghilterra
Gruppo C: USA, Corea del Nord, Colombia, Svezia
Gruppo D: Brasile, Australia, Norvegia, Guinea equatoriale