Feed RSS

Archivi tag: Cubismo

Washington: mostre di Picasso, Mirò e… un menù catalano

Inserito il

Ricca stagione di mostre a Washington. Dal 9 gennaio fino al 6 maggio alla National Gallery of Art viene presentata Picasso’s Drawings, 1890-1921, una sessantina di opere che spaziano in un periodo di 30 anni, dai primi studi accademici del fine ‘800 fino alle grandi opere dei primi anni 20, includendo le innovazioni radicali del cubismo e del collage. L’ingresso alla mostra è gratuito.
Dal 6 maggio al 12 agosto entra in scena, sempre alla National Gallery of Art, Joan Mirò. L’amore dell’artista per la sua terra natale, la Catalogna, e la sua reazione alla guerra civile spagnola sono i temi principali di questa rassegna che raccoglie 80 opere, tra cui dipinti, lavori su carta e sculture. La National Gallery of Art Gallery sarà l’unica tappa americana di questa mostra a ingresso gratuito (gratuite anche le visite guidate in italiano). Per l’occasione lo chef spagnolo Josè Andres creerà un menù speciale ispirato alla Catalogna da gustare presso il Garden Cafè all’interno della National Gallery of Art.

Palermo ospita la mostra sulle Avanguardie Russe

Inserito il

Promossa dall’Assessorato dei beni culturali e dell’Identità siciliana, dal 3 dicembre 2011 al 20 marzo 2012, nello spazio espositivo del Reale Albergo dei Poveri di Palermo, sarà allestita una mostra sulle Avanguardie Russe, curata da Andrey Sarabyanov e Giulia Davì, un’occasione per scoprire i legami fra il mondo artistico russo e quello occidentale.
L’esposizione presenta al pubblico italiano 60 dipinti e ricostruzioni di oggetti tipici dell’arte russa degli inizi del XX secolo, provenienti dalla Galleria statale Tretyakov e dai musei regionali russi di città quali Kazan, Kirov, Krasnodar, Nizhny Novgorod, Pskov, Samara, Saratov, che ripercorrono similitudini e contrapposizioni, spaziando dagli evidenti influssi di artisti come Cezanne, Gauguin e Picasso alle espressioni cubofuturiste fino a giungere alla creazione non-oggettiva del Suprematismo e alla razionalità, alla disciplina del formale del Costruttivismo.
L’esposizione è costruita, infatti, attorno ad alcune opere fondamentali, quali “L’informale e Mosca. Piazza Rossa” di Kandinsky, “Quattro quadrati” di Malevich, “Architettura pittorica” di Popova, “Nero su nero” di Rodchenko, “Aeroplano sopra il treno” di Goncharova, “Venere di Katsapi” di Larionov, “Natura morta” di Mashkov, “Paesaggio. Chiese. La Nuova Gerusalemme” di Lentulov, un bozzetto in acciaio e legno della Torre della III Internazionale di Tatlin, proveniente dal Rosizo State Museum and Exhibition Center. Inoltre, tra le opere mai esposte in Italia figurano: “Piazza della Signoria a Siena” di Konchalovsky, “Natura morta. Stoviglie di una trattoria” di Roshdestvensky, “Ritratto di un poeta” di Mashkov, “Donne con rastrelli” di Goncharova e “Modella nuda con tappetto asiatico sullo sfondo” di Kuprin.