Feed RSS

Archivi tag: EcoWorldHotel

Isole Vergini nella lista Lonely Planet

Inserito il

Le Isole Vergini (Usa) sono il numero uno nella lista Lonely Planet delle “Top 10 US travel destinations for 2012”.
L’arcipelago delle US Virgin Islands, territorio degli Stati Uniti, è costantemente baciato da  un clima stabile sui 26°, ed é generosamente dotato di spiagge di sabbia bianca e di acque turchesi.
Ognuna delle isole ha la sua identità e personalità. St John é l’isola più verde, letteralmente e figurativamente: due terzi della sua estensione sono protetti offrendo litorali paradisiaci, percorsi per passeggiate ed acque meravigliose per lo snorkeling. È anche il centro per la protezione ambientale con limitati sviluppi alberghieri e molteplici alloggi ad impatto zero. Al contrario St.Thomas é il porto d’accoglienza delle navi da crociera e dei grandi resort: senza dubbio la meta più commerciale dell’arcipelago. St.Croix invece é l’isola che mantiene le distanze dal turismo organizzato ed offre un mix di foresta tropicale, antiche piantagioni di canna da zucchero, antichi fortini coloniali e favolose immersioni. La sua economia non si basa unicamente sul turismo ed ecco spiegata la sua vocazione che la rende percorso fuori dal seminato.

Lusso nel resort sottomarino “alieno”

Inserito il

Il Water Discus Hotel, l’ultima frontiera del turismo di lusso sottomarino, sarà la nuova perla architetturale e mondana di Dubai

Metà sopra la superficie del mare, metà sotto di essa. Un albergo incredibile quasi ultimato a Dubai, dove sarà possibile dormire con i pesci…
Per una serata indimenticabile, ecco un albergo da sogno. Il Water Discus Hotel, l’ultima frontiera del turismo di lusso sottomarino, sarà la nuova perla architetturale e mondana di Dubai. L’ambizioso progetto sarà realizzato da Deep Ocean Technology: il grande disco residenziale sarà costruito a metà sopra la superficie del mare, e a metà sotto. E si parla di dieci metri di profondità. La Deep Ocean, grazie all’intermediazione della svizzera BIG InvestConsult, ha potuto firmare un accordo d’intesa con la multinazionale Drydocks World per la realizzazione dell’hotel sottomarino. Il progetto della struttura prevede due dischi principali, uno a 10 metri sotto il livello del mare e l’altro a circa 7 metri sopra la superficie, uniti da una colonna centrale con ascensori e scalinate, il tutto sorretto da un sistema a tre colonne.
Il disco sottomarino conterrà ventuno camere lussuose, dotate di superfici vetrate che regaleranno a tutti gli ospiti un favoloso panorama subacqueo, mentre la parte superiore dovrebbe ospitare una piscina con la lobby al centro, un ristorante, un centro benessere di lusso, un  giardino esotico, una piattaforma per gli elicotteri e tanti aree ricreative. L’hotel sarà dotato anche di piccoli sommergibili. Ovviamente garantito anche il lusso, a pari passo con la sostenibilità: l’energia dal sole e dal mare dovrebbero garantire il pieno rispetto dell’ambiente. All’interno dell’albergo avveniristico anche due discoteche, una delle quali sottomarina a dieci metri sott’acqua, per danzare tra pesci e stelle marine.
Garantita anche la sicurezza, con una tecnologia eccezionale davvero futuristica: in caso di emergenza, un sistema consentirà di far riemergere in superficie il grande disco immerso, guidato dai tre pilastri che sopportano la struttura superiore esterna. Per un soggiorno da romanzo, a metà tra Ventimila leghe sotto i mari e Star Trek.

L’ambizioso progetto sarà realizzato da Deep Ocean Technology: il grande disco residenziale sarà costruito a metà sopra la superficie del mare, e a metà sotto

E si parla di dieci metri di profondità. Il progetto della struttura prevede due dischi principali, uno a 10 metri sotto il livello del mare e l’altro a circa 7 metri sopra la superficie…

… uniti da una colonna centrale con ascensori e scalinate, il tutto sorretto da un sistema a tre colonne

Il disco sottomarino conterrà ventuno camere lussuose, dotate di superfici vetrate che regaleranno a tutti gli ospiti un favoloso panorama subacqueo

Chiudi il rubinetto 2011

Inserito il

“Chiudi il rubinetto 2011” è il progetto che invita a ragionare sui gesti quotidiani che riducono l’impatto idrico, anche in vacanza.
Aquafresh e EcoWorldHotel (prima catena alberghiera italiana di strutture eco-friendly) lanciano B&B Aquafresh: in quattro camere di quattro hotel, a Milano (Hotel La Residenza e Enterprise Hotel), a Roma (Hotel Rimini) e a Firenze (Hotel Cosimo dei Medici), sono stati installati contatori dei litri d’acqua utilizzati, ad esempio, per lavarsi le mani o i denti o per la doccia.
Aquafresh ha inoltre realizzato materiale informativo per sensibilizzare il visitatore sull’utilizzo dell’acqua, anche in viaggio.
Nel B&B Aquafresh i clienti sono anche ricompensati per i loro comportamenti virtuosi: chi rispetta i parametri suggeriti da Aquafresh ha uno sconto su un soggiorno futuro in un EcoWorldHotel.

http://www.chiudilrubinetto.it