Feed RSS

Archivi tag: Formula 1

La Formula 1 in mostra al Museo Ferrari di Modena

Inserito il

Gran Premio F1 2008 -  Shanghai 18/10/2008

Diciassette macchine da corsa che hanno fatto la storia dell’automobilismo moderno: dalla Ferrari di Gilles Villeneuve alla Williams di Ayrton Senna.
Queste le protagoniste della mostra ”Grand Prix: le monoposto del Campionato di Formula 1″ ospitata dal 3 maggio fino a fine ottobre prossimo al Museo Casa Enzo Ferrari di Modena e che è stata presentata presso la sede dell’Enit di Roma.
Confortanti i risultati messi a segno dalla realtà museale dedicata al fondatore della Ferrari a un anno dalla sua apertura. I musei dell’automobile sono diventati ormai una realtà dalle grandi potenzialità: solo nei primi 12 mesi di attività è stato possibile contare 77mila visitatori, il 75 per cento dei quali stranieri.

La Formula 1 sbarca a Gerusalemme, la Città Vecchia si trasforma in circuito

Inserito il

Gerusalemme

Gerusalemme debutta nel circuito della Formula 1. La città si trasformerà per ospitare, il 13 e il 14 giugno, “Jerusalem Formula 2013: the Peace Road Show” con le strade attorno alle mura della Città Vecchia che diventeranno i tornanti della competizione automobilistica.
L’obiettivo è accogliere centinaia di migliaia di visitatori, che contribuiranno all’economia e al turismo della città. Si tratta di un evento grandioso, senza precedenti in Israele. Le auto di Formula 1 contribuiranno alla creazione di una nuova immagine della città. Questo evento internazionale contribuirà, inoltre, a comunicare un messaggio di pace.
La città santa sarà sede anche della prima edizione israeliana di SuperBike, altro evento che porterà a Gerusalemme migliaia di persone.

Malesia, Formula Uno gratis per i turisti italiani

Inserito il

Gran Premio F1 2008 -  Shanghai 18/10/2008

Torna il Gran Premio di Formula 1 della Malesia, che si terrà dal 22 al 24 marzo, insieme alle offerte proposte dall’Ente del turismo della Malesia in collaborazione con compagnie aeree e tour operator, che consentono di assistere gratuitamente alla gara di Formula 1 sul circuito di Sepang, a pochi chilometri dalla capitale Kuala Lumpur.
La Malesia offre bellezze naturali, cultura e fascino, ma anche appuntamenti sportivi fra i più importanti del mondo, un motivo in più per visitare il paese, che attrae sempre più turisti italiani in viaggio verso il sud-est asiatico.
I tour operator partner sono Alidays, Karisma Travelnet, Loft Studioviaggi, Master Explorer, Naar, Viaggi nel Firmamento; le compagnie aeree partner sono invece Cathay Pacific Airways, Qatar Airways e Singapore Airlines.

Gran Premio di Formula 1, pacchetto King Holidays per Barcellona

Gran Premio F1 2008 -  Shanghai 18/10/2008

Un pacchetto ad hoc per seguire dal vivo il Gran Premio di Spagna di Formula 1. La proposta di King Holidays è di un viaggio a Barcellona, dal 10 al 12 maggio prossimo in occasione della gara di F1, comprensivo di volo di linea da Roma e Milano, 3 pernottamenti in hotel con prima colazione, un biglietto a persona valido per 3 giorni di libero accesso alla zona prato del Circuit de Catalunya, oltre all’assicurazione medico/bagaglio.
Inoltre, il tour operator propone l’accesso diretto alla tribuna, con un supplemento di 103 euro rispetto al pacchetto base.
Il programma prevede la partenza dall’Italia venerdì 10 maggio, con arrivo in tempo utile per assistere alla sessione pomeridiana delle prove; il sabato potrà essere dedicato all’ultima sessione di prove e alle qualifiche, mentre l’appuntamento con la gara vera e propria è fissato per le 14 di domenica 12 maggio. Il rientro in Italia è previsto il lunedì.

Pacchetti per il Gp di Formula 1 a Barcellona con Grimaldi Lines

Inserito il

Gran Premio F1 2008 -  Shanghai 18/10/2008

Grimaldi Lines ha messo in campo un’iniziativa legata al prossimo Gran Premio di Formula 1 che si terrà dal 10 al 12 maggio sul Circuit de Catalunya.
L’operatore propone, infatti, pacchetti variabili per soggiorni da 4, 5 o 6 giorni con partenze giovedì 9 e venerdì 10 da Civitavecchia e sabato 11 da Porto Torres. Partenza unica da Barcellona, per il ritorno, il lunedì 13 per entrambe le destinazioni.
L’offerta prevede il viaggio con sistemazione in cabina quadrupla con auto o moto al seguito, sistemazione in hotel a 3-4 stelle, biglietto per prove, qualifiche e gara.

Info e prenotazioni presso i punti vendita Pegaso Viaggi di Osimo, Rivoli e Torino: info@pegasoviaggi.com – 071.7232007

Dubai si candida alle Olimpiadi del 2024

logo Olimpiadi

Ora è ufficiale: Dubai si candida a ospitare i giochi olimpici del 2024. Dopo l’assegnazione al Qatar dei mondiali di calcio del 2022 e l’affermazione nella Formula Uno, per gli Emirati si apre una nuova frontiera legata ai grandi eventi sportivi da utilizzare anche come driver per una ulteriore crescita nel turismo.
Un percorso, quello dello sport, che nelle ultime settimane ha visto anche l’intensificazione delle sponsorizzazioni, con i colpi di Emirates con l’Arsenal e di Qatar Airways con il Barcellona, che per la prima volta cederà a uno sponsor sulla maglietta blaugrana.
Dubai aveva anche dimostrato un certo interesse alla gara per l’edizione precedente, quella che si terrà nel 2020, lasciando poi campo libero alle tre candidate ufficiali: Istanbul, Madrid e Tokyo. Il percorso per l’assegnazione dell’evento sportivo del 2024 inizierà nel 2015, con la fase preliminare, mentre l’assegnazione avverrà nel 2017.

Al via l’ampliamento del Museo Ferrari a Maranello

Un ampliamento di circa mille metri quadrati per ampliare lo spazio espositivo del Museo Ferrari di Maranello. I lavori per la nuova struttura, che vedrà la luce dietro a quella già esistente, porterà il totale dell’area dedicata alle mostre a 3.500 metri quadrati e fornirà al museo l’occasione di ampliare l’offerta in termini di esposizioni a tema.
Nelle ultime settimane il Museo Ferrari di Maranello, con la Mostra dedicata a Sergio Pininfarina e grazie ad una sezione corse e Formula 1 ulteriormente arricchita, sta registrando picchi di affluenza da primato, tanto che non solo sono state compensate le forti perdite di visitatori delle settimane del terremoto, ma è stato raggiunto già oggi il numero record dell’intero scorso anno.
Altra destinazione d’uso della nuova struttura sarà quella della formazione dedicata alle scuole e l’ampliamento del simulatore di Formula Uno.

“Grazie Michael” La Mercedes saluta Schumi

«Thank you and goodbye, Michael». È il messaggio di “commiato” con il quale la Mercedes ha salutato Schumacher: dopo il Gp del Brasile si ritirerà per la seconda volta.

Fonte: lastampa.it

Alonso, sfuma il sogno mondiale. Vettel campione per la terza volta

Sebastian Vettel è campione del mondo per 3 punticini. Il 25enne pilota tedesco della Red Bull conquista il terzo titolo iridato consecutivo al termine del pirotecnico Gp del Brasile.
Il driver di Heppenheim fa festa dopo un pomeriggio da brividi, cominciato con un incidente alla prima curva e chiuso sotto il diluvio. Il sesto posto, artigliato con una monoposto ammaccata, vale il trionfo dopo 71 giri da infarto e vanifica gli sforzi di Fernando Alonso: il ferrarista è secondo alle spalle della McLaren-Mercedes dell’inglese Jenson Button, ma il piazzamento non basta. Vettel, arrivato in Brasile con 13 punti di vantaggio, ne perde “solo” 10: il braccio di ferro lungo 20 gare finisce 281-278 per il tedesco.
L’ultimo round della maratona cominciata a marzo in Australia non delude le attese, pochi secondi sono sufficienti per scatenare il caos auspicato da Alonso alla vigilia. Al via, Bruno Senna con la sua Williams tocca la Red Bull di Vettel: il tedesco si gira in testa-coda, con evidenti danni all’aerodinamica del lato sinistro della monoposto. È l’assist di cui il Cavallino ha bisogno per sognare il `ribaltone´: lo spagnolo azzecca la partenza da sogno e si piazza alle spalle delle McLaren di Lewis Hamilton e Button.
Bastano poche gocce di pioggia per trasformare l’asfalto di Interlagos in una trappola: rischia grosso proprio il pilota della Ferrari, all’inizio del sesto giro, va larghissimo alla prima curva e perde una posizione. Vettel, intanto, risale in maniera impetuosa: in fondo al gruppo nel primo giro, è già sesto dopo 8 tornate. I duellanti per il titolo decidono di montare gomme intermedie, mentre Button rimane in pista con pneumatici da asciutto e lotta con la Force India di Nico Hulkenberg, che va a caccia di gloria con la stessa strategia e si prende il primo posto nel 19° giro. Le condizioni meteo variano in continuazione e, parallelamente, mutano anche quelle dell’asfalto: quando la pioggia sparisce, gli pneumatici slick consentono di guadagnare 4 secondi.
Alonso decide di rientrare ai box per tornare alle coperture da asciutto, Vettel lo marca e fa lo stesso poco dopo. La fuga della coppia Hulkneberg-Button viene vanificata nel 23° passaggio, quando scende in pista la safety car: troppi detriti sul tracciato, gara congelata e tutti in fila. Quando si riparte, nella 29a tornata, Vettel deve fare i conti con l’indemoniato Kamui Kobayashi. Il giapponese, in cerca di un volante per il 2013, va all’assalto con la Sauber e passa. Non contento, dà battaglia anche ad Alonso, che deve stringere i denti per conservare il quarto posto alle spalle delle McLaren della coppia Hamilton-Button.
Al comando, Hulkenberg prova a fare l’andatura mentre Vettel, per evitare guai, lascia strada anche alla Ferrari di Massa e prova a gestire la situazione dalla settima posizione. Ogni scroscio di pioggia leggera rischia di trasformare la pista in una trappola e il campione del mondo, costretto a fare i conti anche con la radio balbettante, mantiene un approccio prudente. Gli errori si pagano, come verifica Hulkenberg nel 49° giro: la Force India sbanda, Hamilton ringrazia e vola al comando. Nulla in confronto a quello che succede nella 55ª tornata: Hulkenberg attacca, perde il controllo della sua monoposto e distrugge la sospensione anteriore della McLaren che finisce ko. L’inglese chiude l’avventura con il team di Woking con un mesto ritiro. Il tedesco viene punito con un drive through, mentre la pioggia costringe tutti a cambiare nuovamente le gomme: per “sopravvivere” servono le intermedie.
Dopo la sequenza di soste ai box, Alonso è terzo alle spalle di Massa e Button. Vettel, invece, è settimo. La Ferrari con targa brasiliana, ovviamente, si fa da parte e l’asturiano è secondo. La Red Bull iridata però non trema: il sorpasso sulla Mercedes di Michael Schumacher vale la sesta piazza e, di fatto, fa calare il sipario sulla stagione prima del nuovo ingresso della safety car, chiamata in pista in extremis per lo schianto della Force India di Paul Di Resta. Vettel è campione, con pieno merito.

Fonte: lastampa.it

Vacanze a novembre? Destinazioni per un autunno… in ferie

Inserito il

Quest’estate avete saltato le ferie? Se avete tempo, sfruttare l’autunno per una vacanza: potrà essere un’ottima idea per scoprire destinazioni ancora sconosciute e rilassarsi in un periodo dell’anno in cui la maggior parte delle persone si trova nel solito tran tran tra casa e ufficio!
Prezzi più convenienti, luoghi deserti e mete sconosciute: di cosa siete in cerca? Se apprezzate città dal sapore magico, acquistate un volo low cost per Praga o Cracovia, in Polonia, dove scoprire luoghi antichissimi che vi permetteranno di mescolarvi alla popolazione locale, fra quartieri densi di cultura, ristoranti a lume da candela e prezzi davvero bassi.
Se avete a disposizione un week end potete scegliere una meta non troppo lontana da casa. In Italia esistono luoghi splendidi e spesso del tutto sconosciuti: togliete dal garage l’auto e senza mappe, né programmi iniziate un vagabondaggio a spasso per le Marche, tra borghi storici e natura. Oppure in treno in Lombardia: lungo le tratte ferroviarie solitamente percorse da impiegati e pendolari, vi attendono gioielli come il Lago Maggiore e il Garda, l’Isola di San Giulio o il verde del Sacro Monte, posti che di solito intravediamo e che, in qualche giorno di vacanza, possiamo conoscere più in profondità, apprezzando la ricchezza di un territorio capace di offrire continue sorprese.
Amate il mare? Spiagge incontaminate a Capo Verde, nell’Oceano Atlantico o nelle Isole Canarie, dove rimarrete conquistati da un clima piacevole in ogni momento dell’anno, l’ideale per trascorrere momenti di relax tra spiagge e una natura surreale, dominata da picchi rocciosi che si gettano nell’oceano e parchi naturali.
Se state per progettare il grande viaggio dell’anno potete puntare su Miami, uno dei trend dell’autunno 2012. Dal 4 al 9 dicembre Miami celebrerà l’arte in oltre 100 gallerie con Art Basel e artisti provenienti da ogni angolo del mondo, per unire shopping, spiaggia e un tuffo… nella cultura.
Da non sottovalutare Thailandia e Indonesia, per esplorare una cultura del tutto differente, apprezzare la deliziosa cucina a ogni angolo delle strade e fare ritorno agli inizi dell’inverno italiano con una calda abbronzatura, pronti a ripartire carichi di energie.
Per non allontanarvi troppo e apprezzare le giornate di sole autunnale dirigetevi per qualche giorno in Costa Azzurra: a Nizza, o Cannes, vicine al confine e già immerse nell’affascinante pesaggi di una Francia da scoprire tra piccoli villaggi in ardesia e città come Marsiglia, popolate da una gran quantità di eventi, arte, cultura, musica.
Ma se è il lusso ad attrarvi non perdetevi un week end chic negli Emirati Arabi, a Dubai o Abu Dhabi, che dall’11 al 13 novembre ospiterà il Gran Premio di Formula 1, cui seguirà il Festival dei datteri, dal 21 al 26 novembre, e la fiera d’arte Abu Dhabi Art.
Il freddo vi stuzzica? Bruxelles fino alla fine del 2012 inebria con Brusselicious 2012, un food-festival in azione per tutta la città. Anche Stoccolma seduce, grazie a ben 80 musei, il drammaturgo August Strindberg, a cui è dedicato quest’anno e un intero quartiere dedicato allo shopping. Ultima tappa? Helsinki, capitale del design 2012. Da qui imbarco immediato per Tallin, la splendida capitale dell’Estonia, raggiungibile dal porto di Helsinki in aliscafo.

Fonte: latitudeslife.com