Feed RSS

Archivi tag: Gange

L’India celebra il Kumbh Mela: un milione di turisti

Inserito il

Kumbh Mela - India

Si è aperto in  India ad Allahabad il raduno hindu del Kumbh Mela, un evento che si  ripete ogni 12 anni e che solo nella giornata di ieri avrebbe richiamato 10 milioni di pellegrini. Nei 55 giorni di durata si aspettano fino a 100 milioni di fedeli, per quello che è considerato il più numeroso raduno umano del mondo.
Molti pellegrini si sono accampati sulle rive dei fiumi, mentre le autorità hanno predisposto 14 ospedali da  campo e 40mila toilette mobili. Oltre 30mila agenti sono stati  dispiegati per garantire la sicurezza. La festa religiosa, che richiama  almeno un milione di turisti, si svolge alla confluenza dei fiumi GangeYamuna, dove si ritiene che il bagno rituale mondi da tutti i peccati.
Nel 2001, ben 40 milioni di persone parteciparono al giorno principale del  raduno religioso in questa città dello stato settentrionale dell’Uttar Pradesh. Il raduno si tiene in quattro città sacre a  rotazione: Haridwar, Allahabad, Ujjain e Nashik.

King Holidays al Maha Kumbh Mela

Inserito il

Incredible India

In occasione del Maha Kumbh Mela, il raduno spirituale più grande al mondo che si svolgerà in India dal 27 gennaio al 25 febbraio, King Holidays organizza un tour di 10 giorni con quote da 1.399 euro e partenza il 4 febbraio da Roma e Milano.
Il tour prevede una tappa a Delhi con visite guidate e una sosta a Varanasi, dove sarà possibile effettuare una breve navigazione sulle acque del Gange. Il circuito prevede tre notti in un campo tendato ad Allahabad, principale centro dove si svolgono le celebrazioni e i riti collettivi ai quali prendono parte milioni di fedeli.
Le quote indicate sono soggette a disponibilità (tasse aeroportuali, quota di iscrizione e polizza di assicurazione escluse).

Viaggio in Bangladesh firmato GoAsia

Inserito il

Per gli amanti dei viaggi GoAsia propone un viaggio alternativo e ricco di emozioni in Bangladesh.
L’itinerario tocca tesori archeologici, natura incontaminata e grandi città, come la capitale Dhaka, con i suoi ricchi monumenti del passato, i coloratissimi risciò, le distese di risaie e campi di juta che fanno da sfondo alle moschee.
Da Dhaka ci si trasferisce a Bogra, passando per il ponte panoramico di Jumana, il più lungo del mondo dopodiché visita al museo di Mohasthanghor. A seguire partenza per Pahapur, visita al monastero buddista e museo archeologico.
Giorno successivo trasferimento a Rajshahi per la visita ad alcune fabbriche della seta e al Barendra Research Museum.
Il quinto giorno sarà dedicato alla scoperta di Puthia, città che vanta il maggior numero di edifici hindu di importanza storica. Il monumento che colpisce di più è il Govinda Temple, costruito nel ‘800. Molto belli anche il tempio hindu di Siva e il Jagannath Temple, del XVI secolo. A seguire, trasferimento a Bogerhat, per visitare i siti appartenenti al patrimonio dell’Unesco, il Sixty Domed Mosque, il Mauseleo di Khan Jahan Ali e un enorme stagno di coccodrilli.
Il “clou” del viaggio è offerto dalla mini-crociera lungo il Gange con imbarco a Mongla alla scoperta del parco nazionale di Sundarbans che vanta la fascia litoranea di mangrovie più grande del mondo e rappresenta uno degli ecosistemi più ricchi e complessi che si possono trovare nel nostro pianeta. Da Sundarbans si passa a Kochikhali/Harbaria, sulla via di ritorno per Dhaka per le ultime escursioni di vecchi templi hindi, il museo della città e la Curzon Hall, il Parlamento nazionale, edificio maestoso considerato la più vecchia meraviglia architettonica di Louis I. Khan.

Nepal, l’anno del turismo

Inserito il

L’Ufficio del Turismo del Nepal (NTB) ha dichiarato il 2011 Nepal Tourism Year per promuovere la meta nel mondo e raddoppiare i visitatori internazionali, passando dagli attuali 500mila arrivi annuali a un milione. L’iniziativa prevede una serie di eventi organizzata da NTB con le ambasciate e i consolati presenti nei diversi Paesi.
Situato tra la pianura del Gange e la catena montuosa dell’Himalaya, il Nepal concentra climi e ambienti naturali diversi in circa 150 kmq: un’area montagnosa, la più estesa, è caratterizzata da otto dei 14 monti che, nel mondo, superano gli 8.000 m. Di questi, tre sono in territorio nepalese (Dhaulagiri, Annapurna, Manaslu), quattro sono condivisi con la Cina (Everest, Lhotse, Makalu, Cho Oyu) e il massiccio del Kanchenjunga con l’India. E poi una zona subtropicale lussureggiante con giungla abitata da tigri del Bengala, rinoceronti, coccodrilli, elefanti e 4.000 specie di uccelli. E ancora, un’area terrazzata tra 1.500 e 2.000 metri s.l.m., dove si coltiva il riso.
Alle attrattive naturali si aggiungono le testimonianze della grande spiritualità basata su due religioni principali – induismo e buddismo – che si fondono nelle pratiche della vita quotidiana della ospitale popolazione formata da gruppi etnici diversi amalgamati tra loro.
L’eredità culturale è concentrata nella Valle di Kathmandu, la capitale, dove sette monumenti – gli antichi palazzi reali nel centro città, due stupa buddisti (Swayambhu e Boudanath) e i templi hindu Pashupati e Changu Narayan – sono siti Unesco dal 1979.
A questi, dal 1997, è stato aggiunto Lumbini, il luogo della nascita di Buddha, meta di pellegrinaggi. Dal 1984, invece, sono Unesco Natural Heritage Site il Chitwan National Park – una regione selvaggia con un ricco ecosistema, che si puà percorrere in safari a dorso di elefante e soggiornare in lodge – e il Sagarmatha National Park, che comprende l’Everest.
Ma il Nepal, ideale meta ecoturistica, ha anche altri sette Parchi Naturali disseminati soprattutto nella zona montuosa, sei riserve per la protezione degli animali e dell’ambiente e un’unica riserva di caccia, il Dhorpatan. A queste se ne dovrebbero aggiungere altre tre segnalate al governo dall’Ufficio del Turismo. Tutte offrono la possibilità di fare sport: scalate (sia per professionisti che per semplici amanti della montagna), pesca, trekking, mountain bike, rafting, canyoning, kayaking.
Un’ampia selezione di hotel fino alle 5 stelle è offerta a Kathmandu e a Pokhara, nella regione centrale affacciata sul lago Phewa, con vista sulle vette dell’Himalaya, base di partenza per escursioni sull’Annapurna, al Seti Gorge, alle cascate Davi e alle molte grotte dei dintorni.

http://www.welcomenepal.com