Feed RSS

Archivi tag: Giordania

Pacchetti charter per il Mar Morto, novità del Turchese

Inserito il

Il Mar Morto entra nella programmazione Giordania de I Viaggi del Turchese: sono disponibili pacchetti 8 giorni/7 notti in formula volo+hotel.
I voli avranno come frequenza il martedì e partiranno da Bergamo il 20 dicembre prossimo, e da Bologna il 27 marzo 2012. I prodotti saranno combinabili con i tour guidati che l’operatore svolge da anni in Giordania, con una scelta tra le soluzione classiche come il tour Petra e Gerusalemme e il minitour di Petra più soggiorno balneare, tutti con la possibilità della settimana aggiuntiva di estensione mare sul Mar Rosso.

Annunci

Altre compagnie aeree entrano nella Black list dell’Ue

New entry nella Black list delle compagnie aeree dell’Unione europea. Diversi i vettori che non potranno più transitare nei cieli del Vecchio Continente, provenienti dalle Filippine, dall’Honduras, dal Congo e dalla Giordania.
Rollins Air, vettore dell’Honduras, è stato completamente interdetto dagli scali europei a causa di problemi legati alla sicurezza riscontrati soprattutto in Francia. Si aggiungono Equatorial Congo, del Congo-Brazzaville, e Stellar Airways, della Repubblica democratica del Congo, oltre alle due filippine Interisland Airlines e Aeromajestic.
Salgono a 273 le compagnie alle quali è vietato volare in Europa, provenienti da 20 Paesi diversi, tra i quali Afghanistan, Angola, Bénin, Sierra Leone, Rwanda, Sudan e Liberia.

Costa, nuovi itinerari per l’inverno e per il 2012

La compagnia Costa Crociere amplia la sua offerta per l’inverno 2011/12 e per il 2012 con nuovi itinerari, a cominciare dalle nuove mini-crociere, ideali per chi vuole provare per la prima volta l’esperienza di una crociera Costa o per chi vuole concedersi un weekend o un breve periodo di ferie.

MINI-CROCIERE
In primavera e autunno 2012 (a maggio, giugno, settembre, ottobre e novembre) Costa Atlantica offrirà nuove mini-crociere di 3, 4 e 5 notti (Savona, Barcellona, Ibiza/Palma di Maiorca, Ajaccio, Marsiglia), con partenza da Savona.

CARAIBI
Dal 1 dicembre 2011 al 27 febbraio 2012
, Costa Mediterranea proporrà crociere di una settimana con partenza da Guadalupa, alternando due distinti itinerari, che comprendono le mete più amate e rinomate dei Caraibi, quali Curaçao, l’isola privata di Costa (isola Catalina), isola Margarita, Santa Lucia, Saint Martin, Antigua, Dominica, Barbados e Antigua.

DUBAI ED EMIRATI ARABI UNITI
Per tutto l’inverno 2011/12 la nuova ammiraglia Costa Favolosa, ufficialmente battezzata lo scorso 2 luglio a Trieste, offrirà crociere di una settimana negli Emirati Arabi Uniti e Oman. L’itinerario comprende la novità dello scalo di Khasab in Oman e prevede: Dubai (2 giorni), Muscat (Oman), Al Fujairah (Emirati Arabi), Abu Dhabi (Emirati Arabi), Khasab (Oman) e Dubai (2 giorni).

MAR ROSSO
Da dicembre 2011
e per tutto il 2012, una nave Costa sarà in partenza ogni settimana da Sharm el Sheikh, ogni lunedì. Dal 5 dicembre 2011 al 19 marzo 2012 la nave Grand Voyager offrirà crociere di una settimana sul Mar Rosso con scali in Egitto, Israele e Giordania. Il Grand Voyager è una nave di Iberocruceros, compagnia spagnola appartenente al gruppo Costa Crociere S.p.A.

CANARIE E MADERA
Dal 27 novembre 2011 al 28 marzo 2012
Costa Serena offrirà crociere di 11 notti, con partenza da Savona e Civitavecchia, verso le Isole Canarie e Madera. Costa Serena alternerà questo itinerario con quello previsto in Grecia, Turchia e Israele. Inoltre, tra il 17 novembre 2011 e il 26 marzo 2012, Costa Marina offrirà crociere di 14 notti, da Savona, verso le Isole Canarie e Madera, che toccheranno anche Spagna e Marocco.

GRECIA, TURCHIA E ISRAELE
Sempre nell’inverno 2011/12, Costa Serena offrirà anche crociere di 11 giorni verso Grecia, Turchia e Israele, da Savona e Civitavecchia.

OCEANO INDIANO
Nell’inverno 2011/12 sarà Costa Allegra a partire da Mauritius per navigare nell’Oceano Indiano con crociere di 16 giorni, con scali alle Seychelles, Madagascar e Réunion. Una destinazione offerta unicamente da Costa Crociere.

SUD AMERICA
Dal 15 dicembre 2011 al 28 febbraio 2012
Costa Victoria partirà da Santos per crociere di 9 notti in Sud America con scali a Rio de Janeiro, Buenos Aires, Montevideo, Portobelo e Ilhabela. Costa Victoria si aggiungerà a Costa Pacifica, Costa Magica e Costa Fortuna, già confermate in Sud America per tutto l’inverno prossimo.

DAL SUD AMERICA ALL’ASIA
Partendo da Santos il 7 marzo 2012, Costa Victoria farà rotta su Shanghai con un’esclusiva crociera di 72 giorni, composta da quattro diverse parti, che i clienti potranno acquistare anche singolarmente.
La prima parte consisterà in una crociera di 17 giorni da Santos a Savona, toccando Rio de Janeiro (Brasile), Salvador de Bahia (Brasile), Recife (Brasile), Capo Verde, isole Canarie, Madera, Lisbona, Gibilterra, Barcellona.
Il 24 marzo 2012 avrà inizio da Savona la seconda parte, con destinazione Dubai: una crociera di 18 giorni con scali a Napoli, Port Said (Egitto), Canale di Suez, Sharm el Sheikh (Egitto), Safaga (Egitto), Aqaba (Giordania), Salalah (Oman), Muscat (Oman).
La terza parte partirà l’11 aprile 2012 da Dubai. Costa Victoria raggiungerà Singapore con una crociera di 20 giorni a Mumbai (India), Goa (India), Cochin (India), Male (Maldive), Colombo (Sri Lanka), Phuket (Thailandia), Port Klang (Malesia).
L’ultima parte del nuovo itinerario di Costa Victoria partirà il 1 maggio 2012 con destinazione Shanghai: una crociera di 17 giorni che toccherà Bangkok (Thailandia), Ho Chi Min City (Vietnam), Da Nang (Vietnam), Halong Bay (Vietnam), Sanya (Cina) e Hong Kong.

ASIA
Dal 18 maggio 2012
, per tutta la stagione estiva 2012, Costa Victoria sarà a Shanghai per crociere da 4, 5, 6 o 7 giorni. Per la prima volta, i clienti Costa potranno scegliere di ammirare gli splendidi panorami di Cina, Corea del Sud e Giappone dal punto di vista “unico” garantito da 246 cabine con balcone privato.

Le 7 Meraviglie per il viaggio ideale

Vedere le 7 Meraviglie del mondo, è questo il principale desiderio dei turisti europei secondo un’indagine internazionale, che ha sondato oltre 10mila viaggiatori di 9 diversi Paesi d’Europa (Italia, Gran Bretagna, Irlanda, Francia, Germania, Spagna, Svezia, Danimarca e Novergia).
Per il 41% degli intervistati, infatti, il principale desiderio di viaggio è poter vedere le 7 famose Meraviglie. Nella graduatoria dei desideri segue, con il 40%, il voler partecipare a un safari, con il 37 un soggiorno in hotel extra lusso e con il 27% poter nuotare con i delfini. In particolare, per il 58% degli italiani, il desiderio principale di viaggio è proprio quello dedicato alla visita delle Meraviglie del mondo.

LE 7 MERAVIGLIE DEL MONDO ANTICO:

  • i Giardini pensili di Babilonia in cui si racconta che la regina Semiramide raccogliesse rose fresche in ogni stagione
  • il Colosso di Rodi, un’enorme statua bronzea situata nell’omonima isola
  • il Mausoleo di Alicarnasso, una monumentale tomba in cui riposa il satrapo Mausolo (attuale Bodrum, in Turchia)
  • il Tempio di Artemide ad Efeso nell’antica Lidia odierna Turchia
  • il Faro di Alessandria d’Egitto che una volta rischiarava la via ai mercanti che si approssimavano al porto
  • la statua di Zeus ad Olimpia, grandiosa testimonianza di arte religiosa, opera dello scultore greco Fidia
  • la Piramide di Cheope a Giza, la più antica fra le sette meraviglie e l’unica che sopravvive ancora oggi, immensa dimora di riposo eterno del faraone, glorificazione delle sue imprese in vita.

LE 7 MERAVIGLIE DEL MONDO MODERNO:

  • la Grande Muraglia Cinese in Cina
  • il Sito archeologico di Petra in Giordania
  • il Cristo Redentore a Rio de Janeiro in Brasile
  • la Città Perduta di Machu Picchu a Cusco in Perù
  • il Complesso di Chichén Itzá nello Yucatan, Messico
  • il Colosseo a Roma
  • il Taj Mahal ad Agra in India

Alla scoperta della Giordania

Inserito il

Tutti i viaggi ci lasciano qualcosa, ma ce ne sono alcuni speciali, che ricordiamo e restano per sempre nel cuore: un viaggio in Giordania è uno di questi!
Si comincia con la capitale Amman, in cui si resta affascinati dall’incantevole Moschea di re Abdullah, una costruzione inconfondibile con una grande cupola blu, dalle rovine del Tempio di Ercole, da non perdere anche il panorama sulla Cittadella.
Ci si dirige poi alla volta della splendida città romana di Jerash, già abitata nel neolitico, ma fiorita intorno al 332 a.C., sotto Alessandro Magno.
Dopo questa prima escursione, si parte in direzione di Madaba, nota soprattutto per i mosaici bizantini, fra cui la famosa mappa della Palestina (VI secolo), in cui è possibile scorgere ancora oggi il Nilo, il Mar Morto e la pianta di Gerusalemme, con la posizione del Santo Sepolcro.
Una volta lasciata Madaba si sale sul Monte Nebo: da qui Mosè scorse la Terra Promessa (si dice ci sia anche la sua tomba), per poi proseguire verso la Riserva Naturale di Dana, istituita da poco con lo scopo di promuovere il turismo ecologico.
I giorni passano velocemente fino all’incontro con la magica città di Petra, antica capitale dei nabatei scavata nella roccia, un vero gioiello archeologico, storico ed architettonico protetto dall’Unesco.
L’area archeologica misura 25 km e ogni pietra è un monumento. Un sentiero stretto e tortuoso, chiamato Siq, conduce nel cuore della città in cui è possibile ammirare gli spettacolari monumenti: la Tomba dell’Obelisco, il luogo dei sacrifici Al-Madras, il Khazneh (Tesoro), l’Anfiteatro, le Tombe Reali, il Mausoleo di Sesto Fiorentino, la Strada colonnata, il tempio meridionale, il mercato, il ninfeo, il bagno nabateo, il Temenos, il Qasr-al-Bint Firaun (Castello della figlia del faraone), il Tempio dei Leoni alati, la Chiesa bizantina e il massiccio delle prigioni (Al-Habis) con il suo museo.
Il giorno successivo si prosegue alla volta del Wadi Musa per visitare il Ain Musa (Sorgente di Mosè): un piccolo edifico dalle cupole bianche che dovrebbe sorgere nel luogo in cui l’acqua sgorgò dopo che Mosè ebbe colpito la roccia. Si continua poi lungo la Desert Highway per giungere allo straordinario Wadi Rum, il deserto di Lawrence d’Arabia, qui è possibile pernottare in un bellissimo campo tendato.
Il giorno seguente, ci si addentra nel deserto a dorso di cammello. Il deserto offre paesaggi straordinari e, nonostante il gran numero di visitatori, l’atmosfera rimane genuina e la sua minacciosa maestosità intatta. E’ interessante vedere come le formazioni rocciose emergono dalle dune assumendo forme bizzarre e spettacolari. Terminata l’escursione, ci si dirige al canyon del Wadi al-Mujib, profondo più di mille metri, uno dei più incredibili spettacoli naturalistici della Giordania.
Il viaggio termina con un soggiorno sul Mar Morto.
Tra le proposte dedicate alla Giordania di tour operator specialisti sulla destinazione segnaliamo: Best Tours Tour “Giordania Classica” 8 giorni/7 notti da 1.190 euro, FuturViaggi Weekend a Petra 5 giorni/4 notti da 499 euro, Mistral Tour “Giordania Classica” 8 giorni/7 notti da 860 euro, Turisanda Tour “Giordania Classica” 8 giorni/7 notti da 1.150 euro, 4Winds Estate Promo “5 Stelle” 5 giorni/4 notti da 600 euro.
Partenze da Roma Fiumicino e Milano Malpensa con Royal Jordanian.

Giordania, il deserto del Wadi Rum nella Lista Unesco

Inserito il

Il deserto del Wadi Rum in Giordania, reso celebre dalle avventura narrate da Lawrence d’Arabia, è stato eletto dall’Unesco Patrimonio Mondiale dell’Umanità. Un traguardo importante per il Jordan Tourism Development Project che, in partnership con il Governo giordano, ha creato le condizioni giuste per il riconoscimento anche grazie alle sinergie tra le numerose istituzioni coinvolte sin dalla firma del primo protocollo d’intesa, avvenuta nel 2009.
Il Wadi Rum, con i suoi 74mila acri, è stato definito dal comitato Unesco che l’ha valutato un fenomeno naturale superlativo di straordinaria bellezza. Un traguardo che, secondo Moawiyah Ibrahim, alla guida del Jordan National World Heritage Committee Representative, rappresenta un passo fondamentale per dare forza alle politiche di protezione dell’area, costruendo basi sempre più solide per uno sviluppo sostenibile. 

Will e Kate: rinvio luna di miele

Inserito il

Esperti di intelligence citati dai media britannici sospettano che dietro il rinvio della luna di miele del principe William e della moglie Kate ci sia stato un allerta dei servizi segreti sull’imminente raid contro Osama Bin Laden. “Non sarei sorpreso se la ragione del rinvio del viaggio di nozze dei reali abbia avuto a che fare con qualche segnalazione che la sicurezza della giovane coppia non potrebbe essere garantita in questo momento”, ha detto al Daily Express Anthony Glees, direttore del Centre of Security and Intelligence dell’Università di Buckingham. Kenn Griffiths, un esperto di sicurezza personale e autore dell’Essential Survival Manual, é stato ancora più categorico: “Non ho dubbi che l’operazione sia stata parte del cambio di programma”.
Un portavoce di Buckingham Palace ha smentito questo tipo di illazioni: William e Kate avrebbero preso settimane fa la decisione di restare in Gran Bretagna, almeno per ora. Non si tratterebbe quindi di una marcia indietro dell’ultimo minuto, ma di una risoluzione presa dalla coppia qualche tempo fa, forse per sfuggire ai media. La possibile destinazione della coppia reale era stata al centro di varie ipotesi ma tra queste una favorita dai media era la Giordania, dove Kate ha passato parte dell’infanzia ma che senza dubbio sarebbe stata sconsigliata alla luce degli ultimi eventi ai giovani sposi. Tra le altre mete scelte per la vacanza figuravano anche l’Africa, in particolare il Botswana o ancora il Kenya, dove William aveva chiesto a Kate di sposarlo lo scorso anno, ma anche un’isola dei Caraibi. Secondo il Daily Mail, invece, i neo sposi avrebbero scelto una villa da 4.000 sterline al giorno su un’isola dell’Oceano Indiano, forse le Seychelles.
Rinviata la luna di miele, William torna quindi al lavoro. Lo ha annunciato Clarence House. “Il Duca e la Duchessa di Cambridge hanno deciso di non partire per la luna di miele adesso. Dopo aver passato il fine settimana nel Regno Unito, il Duca tornerà al lavoro alla base di Anglesey della Raf”, ha annunciato il Palazzo Reale.