Feed RSS

Archivi tag: Gubbio

Gubbio, Napolitano accende il maxi albero col tablet

Inserito il

albero di Natale di Gubbio

Un clic sul tablet, direttamente dal Quirinale: così il presidente della Repubblica, Giorgio Napolitano, da Roma ha acceso oggi, alle 17.30, le luci dell’albero di Natale di Gubbio, il più grande del mondo (entrato nel Guinness dei primati nel 1991), allestito per la 32esima a volta consecutiva sul versante sud del monte Ingino, secondo le stesse modalita’ utilizzate nel 2011 da Benedetto XVI.
Formato da 260 punti luminosi che ne delineano la sagoma (mentre 270 sono quelle multicolori all’interno), l’albero ha un’altezza di 650 metri e una larghezza di 350. E’ sormontato da una stella di circa mille metri quadrati.
Accolto dal presidente del comitato “Albero di Natale piu’ grande del mondo”, Pavilio Ramacci, e dal sindaco di Gubbio Diego Guerrini, prima di accendere l’Albero, il presidente ha mandato un messaggio agli eugubini e a tutti gli italiani.

Annunci

Il San Valentino del Borgo dei Conti Resort

E’ stato recentemente inaugurato il Borgo dei Conti Resort, un hotel ricavato da un’antica fortezza del XIII secolo immersa nelle colline umbre in località Montepriolo (Pg).
Situato in posizione strategica, a pochi chilometri da città come Perugia, Assisi e Gubbio, dopo l’accurato restauro che ne ha riportato alla luce il valore architettonico, l’hotel lancia un pacchetto speciale per festeggiare San Valentino con il “Love Taste and Relax” che comprende il pernottamento in una delle suite, l’accesso libero a tutti i servizi del Resort, il welcome drink, una cena romantica di San Valentino e il late check-in.

Cineturismo: 100 milioni di turisti affollano i set

Viaggiatori alla scoperta dei set: è il fenomeno del cineturismo, un trend planetario che spinge 100 milioni di visitatori – principalmente americani e inglesi – a seguire le rotte delle produzioni cinematografiche e televisive. Quelli italiani sono in tutto 10 milioni, impegnati a curiosare tra le 1.700 location nostrane, meta di viaggio per circa 42 milioni di turisti stranieri.
Chi decide di seguire Don Matteo in sella a una bicicletta scoprirà i gioielli medievali di Gubbio, gli eleganti interni dei palazzi, la rete di ripide viuzze e vicoli dei quattro quartieri sui quali si affacciano le botteghe artigianali.
Stesso discorso vale per Elisa di Rivombrosa, nel primo anno di messa in onda della serie tv, infatti, il piemontese castello di Agliè ha decuplicato il numero dei visitatori: da 8.549 del 2003 a 92.091 del 2004 per assestarsi, nel 2006, a 57.056 presenze.
E nel 2001 Città della Pieve, location di Carabinieri, ha registrato invece una crescita del 20% delle presenze.
Nonostante i nomi dei luoghi e delle storie e non coincidano (l’immaginaria Vigata è Ragusa Ibla, Merfi è Menfi, Fiacca è Sciacca, Raccadali è Raffadali), il turismo in tutta la Sicilia del Sud-Est è cresciuto al ritmo del 12-14% l’anno a partire dal 1998, quando Montalbano si è affacciato sul piccolo schermo. Negli stessi luoghi della fiction sono aumentati in maniera esponenziale i bed & breakfast e gli agriturismi: da 65 nel 2001 ai 2.900 del 2006, molti dei quali intitolati al commissario, tra cui “La casa di Montalbano”, a Punta Secca.
Più recentemente è stato il Duomo di Milano, che certo non aveva bisogno di pubblicità, a veder aumentare i visitatori dopo aver fatto da quinta a Checco Zalone in Che bella giornata; mentre Castellabate nel Cilento (Salerno) protagonista del film Benvenuti al Sud ha visto crescere le presenze turistiche del 75% in un anno.
Per incentivare le riprese nel territorio, stanno proliferando le commissioni cinematografiche, generalmente private o miste, che in Italia sarebbero oltre 40. Tra alcune proposte di itinerari turistici a tema abbiamo quelli dell’associazione Amici di Roma che organizza tour della Dolce Vita e di Vacanze romane.
Per chi volesse visitare il set cinematografico per eccellenza, dove hanno lavorato registi del calibro di Fellini e Visconti, questo è un anno particolare: fino al 30 novembre Cinecittà, a Roma, festeggia i suoi 74 anni aprendo le porte al pubblico con “Cinecittà si Mostra” negli storici studi di via Tuscolana.