Feed RSS

Archivi tag: Hemingway

Cuba, L’Avana: riapre il bar di Hemingway

Inserito il

Hemingway

Riapre i battenti dopo quasi cinquant’anni di chiusura. Accade a Cuba, nella capitale L’Avana, dove il celebre Sloppy Joe’s è pronto a tornare in attività.
Il fumoso locale era amato da scrittori e star hollywoodiane: innumerevoli le comparsate di Ernest Hemingway, così come di Graham Green che avrebbe preso grande ispirazione dal bar per il suo “Il nostro agente all’Avana”. Tra i divi statunitensi che hanno frequentato lo Sloppy Joe’s figurano anche John Wayne, Spencer Tracy, Clark Gable e Rock Hudson. Ma tutta questa fama non è bastata al locale per salvarlo dal processo di nazionalizzazione voluto da Fidel Castro nel 1965.
Architetti e designer sono a lavoro ormai dal 2007 per riportare il locale ai fasti del tempo. Ancora in fase da stabilire invece la data della riapertura.

Venezia: riapre l’hotel di Hemingway

Inserito il

Gritti Palace Hotel - Venezia

Riaperto da ieri, dopo un lungo restauro costato 35 milioni di euro, una delle icone dell’albergatoria internazionale: il Gritti Palace di Venezia.
Il complesso, in stile gotico e con un passato da residenza privata del Doge Andrea Gritti, è legato a diversi scrittori e in particolare a Ernest Hemingway, che al Gritti soggiornò per lunghi periodi durante le sue tappe in Laguna.
La biblioteca, nata con lo scopo di rendere omaggio al ricco patrimonio letterario del grand hotel con curiosità di viaggio, oggetti di antiquariato, libri rari e classici di scrittori famosi come Ernest Hemingway e Somerset Maugham che scelsero l’albergo veneziano per lunghi soggiorni. Ai loro nomi, assieme a quelli di altri personaggi (Peggy Guggenheim, ad esempio) e luoghi, sono intitolate le splendide suite (21, più 61 camere doppie), arredate con mobili nuovi ed antichi (restaurati), sotto la guida di Chuck Chewning, Design director di Donghia Associates. Le calde tappezzerie sono firmate Rubelli. I bagni? In marmo di Carrara di varie sfumature. E sulle mensole dei lavabi, bicchieri di Murano.
Un’offerta che si caratterizzerà ancora di più sotto il segno dell’esclusività: per la suite Redentore, 76 metri quadrati e una terrazza privata con piscina da 250 metri quadrati, bisognerà sborsare anche 12mila euro a notte.

Petite Camargue, una meta insolita

Inserito il

La Petite Camargue è una destinazione insolita, racchiusa in una ventina di chilometri nel sud della Francia, nella fascia costiera sotto Montpellier, regione di Linguadoca-Rossiglione. È una terra di contrasti, tra natura e storia, vita di provincia e architettura moderna, hotel di charme e turismo fluviale o in bicicletta lungo i canali. Insomma una Camargue diversa, incontaminata e genuina, anche se sempre caratterizzata dalla selvaggia bellezza del parco regionale naturale e dalla grande tradizione dell’allevamento dei tori.
Al tipico paesaggio di stagni dove vivono gli aironi e i fenicotteri rosa, la medievale Aigues-Mortes aggiunge le sue possenti mura del XIII secolo, torri e cappelle, vicoli e canali, tori e cavalli, e le saline (è il più importante centro di produzione di sale marino in Francia).
Tra gli eventi, da segnalare il festival di danza contemporanea Les nuits de sel, dal 10 al 12 luglio, nella parte sud delle mura.
Destinazione balneare e sede di attività nautiche La Grande Motte, la cui architettura è stata progettata da Jean Balladur ispirandosi alle piramidi messicane di Teotihuacan (è Patrimonio del XX secolo).
Può vantare 14 spiagge private che vivono di sera tra locali e feste, e poi un centro di talassoterapia, un campo da golf a 36 buche, e un ricco calendario di concerti estivi di musica pop.
Bandiera Blu da diversi anni, e secondo porto francese di pesca del Mediterraneo, Le Grau du Roi-Port Camargue offre 35 mila posti letto ed è animata tutto l’anno, tra canale (grau significa “apertura dello stagno verso il mare”), marina con 5 mila posti barca e 18 km di spiagge larghe e lunghe, con sabbia dorata e dune, anche per naturisti. Molte le attività sportive praticabili, tra kitesurf e vela, passeggiate a cavallo, casinò, feste dei butteri e camarguaise (corsa con i tori incruenta, diversamente dalla corrida).
Il 18 e 19 giugno c’è la festa di Saint Pierre, manifestazione dedicata al mare e ai pescatori, con musica e fuochi d’artificio. Dal 12 al 18 settembre appuntamento con la spettacolare Abrivado des Plages, corsa libera di tori e cavalli sulla spiaggia e nelle strade, che è stata immortalata nell’opera postuma di Ernest Hemingway, Il giardino dell’Eden. In questa occasione l’Hotel Bellevue et d’Angleterre, dove soggiornò lo scrittore, propone pacchetti weekend a partire da 241 euro per persona.

Cuba: a giugno il 61° Torneo di pesca al marlin “Ernest Hemingway”

Inserito il

Il 61° Torneo Internazionale di pesca al marlin “Ernest Hemingway” si svolgerà a L’Avana dal 6 all’11 giugno 2011.
La manifestazione sportiva, che ha luogo dal 1950, è dedicata a Hemingway perchè, grande appassionato di pesca, la appoggiò pubblicamente e incondizionatamente sin dalla prima edizione. Il celebre scrittore americano non solo da il nome alla prestigiosa gara, ma ne ha anche vinte le prime tre edizioni.
Il periodo di giugno è ideale per la pesca dei rostrati che percorrono la corrente dello stretto di Florida, il “fiume azzurro” celebrato da Hemingway.
La base della manifestazione è Marina Hemingway, a 9 km da L’Avana, dove è possibile affittare imbarcazioni complete di equipaggio e canne. Ogni partecipante può usare un massimo di 4 canne con lenza da 50 lbs. La gara dura quattro giorni, con un giorno di riposo dopo le due prime giornate di pesca. E’ un’esperienza indimenticabile che ogni appassionato di pesca dovrebbe fare, anche perchè giugno è un mese fantastico a Cuba!
La quota d’iscrizione per gruppi da 1 a 3 pescatori ammonta a 450 CUC (1 dollaro Usa = 0,80 CUC); per un pescatore in più: 100 CUC.
Per i partecipanti dotati di imbarcazione personale, la tariffa include tra l’altro l’attracco e l’invito per il cocktail di benvenuto e per la cerimonia di premiazione.

http://www.internationalhemingwaytournament.com