Feed RSS

Archivi tag: Israele

La Formula 1 sbarca a Gerusalemme, la Città Vecchia si trasforma in circuito

Inserito il

Gerusalemme

Gerusalemme debutta nel circuito della Formula 1. La città si trasformerà per ospitare, il 13 e il 14 giugno, “Jerusalem Formula 2013: the Peace Road Show” con le strade attorno alle mura della Città Vecchia che diventeranno i tornanti della competizione automobilistica.
L’obiettivo è accogliere centinaia di migliaia di visitatori, che contribuiranno all’economia e al turismo della città. Si tratta di un evento grandioso, senza precedenti in Israele. Le auto di Formula 1 contribuiranno alla creazione di una nuova immagine della città. Questo evento internazionale contribuirà, inoltre, a comunicare un messaggio di pace.
La città santa sarà sede anche della prima edizione israeliana di SuperBike, altro evento che porterà a Gerusalemme migliaia di persone.

Annunci

Dalla Spagna al Sudafrica, le proposte pasquali di Quality Group

Mercatini Pasqua

Da Madrid al Sudafrica, da Israele alla Giordania: sono numerose le proposte del Quality Group per le vacanze pasquali.
Il 31 marzo parte il viaggio di gruppo di 8 giorni in Giordania, con volo diretto da Fiumicino e Malpensa e tappe previste ad Amman, Jerash, Wadi Rum, Petra e Mar Morto.
Dal 29 marzo al 1 aprile Europa World propone, invece, un itinerario ecologico a Madrid, con guida in italiano. Il tour si svolge esclusivamente a piedi o utilizzando mezzi pubblici e ai partecipanti verrà consegnato un sistema di audio wireless per ascoltare le spiegazioni della guida. Le tappe sono Playa Mayor, il Palazzo Reale, il museo del Prado e quello della Reina Sofia, il giardino botanico della stazione di Atocha e il parco monumentale della città El Ritiro. Lo stesso operatore programma anche un tour in Grecia, che fa tappa tra i siti archeologici e i monasteri più famosi del Paese.
La proposta di Mistral Tour è un itinerario di 7 giorni in Israele, con partenza il 25 marzo per visitare Tel Aviv, Tiberiade, Nazareth, Qumran, Betlemme e Gerusalemme.
Ha, invece, come meta il Sudafrica il pacchetto firmato Il Diamante, con un viaggio di 10 giorni nella regione del Mpumalanga e sistemazione nella Riserva Privata di Thornybush, un’esclusiva dell’operatore. In questo caso la partenza – da Milano, Roma e Venezia – è il 23 marzo con rientro il 31. Vi è, però, la possibilità di un’estensione alle Cascate Vittoria.

Israele: le rassicurazioni del ministro del Turismo

“La sicurezza e il benessere dei visitatori è per noi prioritaria e Israele è ben preparata ad affrontare qualsiasi scenario”. A 24 ore dalle rassicurazioni sul turismo nel Paese da parte dell’ente, arriva anche il messaggio del ministro del Turismo di Israele, Stas Misezhnikov, che fa il punto sulla situazione nel Paese nel primo giorno di tregua dopo gli scontri delle ultime settimane. Misezhnikov conferma la presenza di circa 100mila visitatori in questi giorni, che proseguono nei tour previsti pur con le opportune modifiche, mentre non sono stati cancellati voli.
Alla luce di quanto sta succedendo quindi il ministro rassicura ulteriormente sulla situazione nei luoghi più frequentati dai flussi turistici e garantisce “il massimo  impegno, anche per portare avanti quello che si sta rivelando il miglior anno di sempre per il turismo”, conclude.

Tensione Israele-Palestina: le indicazioni della Farnesina

L’escalation della tensione tra Israele e Palestina ha spinto la Farnesina ad alzare la guardia, fornendo ai viaggiatori indicazioni per chi dovesse recarsi nel Paese per motivi turistici o di lavoro.
Nell’avviso pubblicato sul sito dedicato viaggiaresicuri.it il Ministero sottolinea: “Si suggerisce di attenersi scrupolosamente, durante la permanenza, alle misure cautelative indicate alla voce ‘Sicurezza’ della scheda. Si consiglia ai connazionali di registrare i dati relativi al viaggio sul sito Dove siamo nel mondo e di sottoscrivere un’assicurazione che copra anche le spese sanitarie e l’eventuale trasferimento aereo in altro Paese o il rimpatrio del malato”.
Indicazioni vengono fornite anche agli italiani che risiedono stabilmente in Israele per motivi di lavoro o affari: “Si suggerisce di segnalare la propria presenza all’Ambasciata in Tel Aviv indicando indirizzo (in loco ed in Italia) e recapiti (inclusi e-mail e numero di cellulare), nonché il periodo di permanenza nel Paese, anche ai fini dell’inserimento del piano di emergenza dell’Ambasciata e per ricevere comunicazioni di emergenza via e-mail e/o sms”.
L’avviso della Farnesina raccomanda inoltre di evitare le zone a Sud del Paese e quelle adiacenti alla striscia di Gaza, dove maggiori sono i rischi.

In Israele un nuovo sito Unesco

Le  Nazioni Unite hanno confermato l’aggiunta di quattro antiche grotte di  Israele alla lista dei luoghi riconosciuti come Patrimonio dell’Umanità.
Le  grotte contengono le prove dello sviluppo dell’umanità in questa area  e, nello specifico, nella zona del Monte Carmelo; esse divengono così di  straordinaria importanza e sono state classificate come un sito del  calibro della Torre di Pisa o delle Piramidi egiziane.
L’Unesco ha  quindi votato per aggiungere le grotte Nahal Me’arot/Wadi  El-Mughara – Tabun, Jamal, El-Wad e Skhul – ai siti posti sotto la sua  tutela così da garantirne la conservazione per le generazioni future. Le  quattro grotte sono ubicate in una delle più importanti zone fossili del Mediterraneo e contengono manufatti che coprono 500.000 anni di  evoluzione umana, dal Paleolitico inferiore fino a oggi, secondo quanto  evidenziato lo scorso maggio da un documento di sintesi redatto dalla  commissione Unesco che si occupa del riconoscimento dei siti, tali da  essere considerati Patrimonio dell’Umanità. Un’area di 54 ettari  che fornisce prove e testimonianze dell’evoluzione del passaggio di vita  dell’uomo da raccoglitore e cacciatore ad agricoltore, ovvero a una  vita comunitaria più sedentaria, con ritrovamenti anche di reperti  dell’epoca di Neanderthal fino ai periodi di definizione dell’uomo  anatomicamente moderno.
Tra i siti posti in Israele sotto la  tutela dell’Unesco: Masada la città vecchia di San Giovanni di Acre, la  Città Bianca di Tel Aviv per la sua architettura Bauhaus, Megiddo e Tel  Hazor di biblica memoria, Beer Sheva la Via dell’Incenso nel deserto  del Negev, i Giardini Bahai di Haifa, il Giardino del Bab in Haifa, e  ora le Grotte di Me’arot Nahal.

Gerusalemme: scoperti bagni termali di epoca bizantina

Inserito il

A Gerusalemme sono stati recentemente rivenuti i resti di bagni termali bizantini vecchi di 1.600 anni, grazie a uno scavo promosso dalla Israel Antiquities Authoritynei pressi del Moshav Tarum.
Il piccolo centro termale comprende il frigidarium (sala fredda), il tepidarium (sala tiepida) e il caldarium (sala calda), oltre a un cortile collegato alla sezione situata più a nord-est del sito. Si pensa che queste terme siano state usate come un luogo di ristoro ubicato su un’antica strada che correva lungo Nahal Harel, attraverso la Ayalon Valley, oppure si ipotizza fossero parte di una ricca tenuta di campagna.
L’utilizzo delle terme in epoca bizantina rappresenta una continuazione della tradizione Romana –  ha affermato Avner Rina, direttore degli scavi della Israel Antiquities Authority – e stabilimenti termali di simile fattura sono stati rinvenuti nel passato anche a Latrun e a Cesarea. Questa importante scoperta costituisce un valido arricchimento della già vasta collezione di tesori archeologici che vanta Israele e sicuramente rappresenterà un motivo in più per tutti i viaggiatori amanti dell’archeologia che vorranno visitare il Paese.

Sri Lanka in vetta nella top ten annuale di Lonely Planet

Inserito il

Nel 2013 lo Sri Lanka arà la destinazione must del turismo internazionale, parola di Lonely Planet. La prestigiosa casa editrice, una vera istituzione nel campo delle guide per i viaggiatori, ha infatti stilato la consueta top ten delle mete da visitare per l’anno prossimo indicando appunto il Paese asiatico come meta ideale per i viaggi.
Lo Sri Lanka viene indicata come una delle migliori destinazioni possibili dopo i due anni di tranquilità seguiti alle varie lotte interne. Sul podio anche il Montenegro e la Corea del Sud, a testimoniare la ricerca di una nuova geografia per il mondo dei viaggi.
Lonely Planet, poi, stila anche la classifica delle regioni, dove compare l’unica presenza italiana, con il decimo posto della Campania, mentre la top ten è guidata dalla Corsica davanti al Negev, in Israele, e al Mustang, nel Nepal. Altra classifica per le città, dominata da San Francisco davanti ad Amsterdam e all’indiana Hyderabad.
Quest’anno, poi, Lonely Planet ha voluto creare una speciale classifica pensata in chiave di economicità, come risposta alla crisi generale: Rio, Goteborg e la Cambogia vengono indicate nei primi tre posti.