Feed RSS

Archivi tag: mappa turistica

E’ arrivato Wikivoyage: obiettivo, informazioni ‘neutrali’ sulle destinazioni

Inserito il

Non un altro sito di commenti e giudizi, ma una vera enciclopedia “open” anche per i viaggi. Debuttata ufficialmente da una settimana Wikivoyage, il progetto creato daun progetto della Wikimedia foundation (la stessa di Wikipedia) e dedicato ai viaggiatori di tutto il mondo.
L’idea di base è la stessa dell’enciclopedia online più cliccata del mondo: contenuti creati e verificati dagli utenti, in costante e tempestivo aggiornamento. Si ritiene che, dopo il lancio completo, le destinazioni mondiali potrebbero godere di una ulteriore vetrina. L’intenzione di base di Wikivoyage è nettamente diversa da quella di altri siti che ospitano informazioni e commenti degli utenti. Nelle linee guida, infatti, si raccomanda a chi collaborerà al progetto di redigere i testi da un punto di vista neutrale. L’obiettivo è creare a guida “aggiornabile e attendibile”, come spiega la pagina del progetto dedicata alle politiche di Wikivoyage.
Il progetto ha radici molto antiche (almeno per i tempi di sviluppo a cui siamo abituati sul web) e non ha avuto per varie ragioni il successo della più nota enciclopedia: nel 2003 nasce infatti Wikitravel, ispirato e sostenuto da Wikipedia. Il dominio viene però venduto nel 2006 ad Internet brands per 1 milione e mezzo di dollari e prosegue un percorso autonomo che continua ancora oggi. La cessione avviene senza il consenso di tutti i partecipanti: per questo alcuni utenti, sostenuti da Wikimedia foundation, ripartono con Wikivoyage in Germania a fine 2006. La versione in italiano parte esattamente un anno dopo e oggi contiene 2255 articoli. Gli articoli della versione inglese, invece sono oltre 26mila (contro però gli oltre 82mila di Wikitravel in inglese).
Questa storia travagliata spiega forse perchè le guide turistiche non hanno ancora fatto la fine delle enciclopedie, nonostante le analogie siano molte: il primo duro colpo alla vendita delle seconde fu dato da Encarta, l’enciclopedia di Microsoft a pagamento disponibile su cd e web. Poi l’arrivo di Wikipedia, libera e gratuita, affossò definitivamente il business. E la storica Enciclopedia Britannica nel 2012 ha dato alle stampe la sua ultima versione cartacea. Sulle guide turistiche la situazione è simile: il mercato è già ridotto per via delle app mobile che svolgono le stesse funzioni a prezzi ridotti col vantaggio di una maggiore portabilità, migliore consultazione e più ampio volume di contenuti. Una nuova guida turistica online gratuita assottiglierà ulteriormente i margini del mercato, anche se la più nota Wikitravel al momento non c’è riuscita.
Wikivoyage potrà però contare su una progressiva integrazione con Wikipedia che già oggi è molto consultata per cercare informazioni sulle destinazioni e quindi si tratta di un lancio interessante soprattutto per vedere se ci sarà una reazione da parte di Google. Google infatti da sempre privilegia i risultati di Wikipedia ai primi posti del suo motore di ricerca, sarà interessante vedere se continuerà a farlo dopo che Wikipedia sarà entrata in diretta competizione con Frommer’s, la collana di guide viaggi che la società di Mountain View ha acquisito nel 2012, e con Google Local che già oggi dà informazioni ai turisti su attrazioni, punti di interesse e ristoranti attraverso Google e Google maps.

Arezzo, info point in touch screen

Inserito il

Un servizio innovativo sostituisce il presidio Apt alla stazione di Arezzo: si tratta di un info point in touch screen in Piazza della Stazione.
Studiato, progettato e realizzato da Connectis il Punto Informativo Touch Screen prevede la creazione di terminali interattivi ad alta definizione (Full-HD 1080 x 1920 p) di grande formato (42 pollici) funzionanti 24 ore su 24, aggiornati in tempo reale via internet, sincronizzati con le banche dati turistiche ufficiali (regionali e provinciali), consentono di accedere a servizi interattivi georeferenziati.

Sul web le mappe delle città d’arte

Inserito il
Al via il progetto “Guide delle città d’arte”, la prima mappatura delle metropoli artistiche d’Italia declinata parallelamente sul web e mobile. Il prodotto, presentato nella Capitale dalla media company Nexta, è ospitato dal portale Arte.it.
Roma è la prima di 10 guide interattive che includeranno 100 itinerari, 10 mila punti d’interesse sul territorio, news e il calendario delle mostre. Dopo la Capitale, sarà la volta di Venezia, Torino, Milano, Firenze, Genova, Bologna, Napoli, Lecce, Palermo. Per ciascuna città saranno disponibili le guide online – in uscita ogni giovedì a partire dal 2 giugno e, successivamente, a partire dal 15 settembre con cadenza settimanale – e 10 app mobile per iPhone, in italiano e in inglese.
Arte.it, online dal 19 novembre scorso, è il primo motore di ricerca semantico e tematico dedicato all’arte italiana e offre agli utenti oltre 2 milioni di documenti catalogati in un database che raccoglie notizie e informazioni su oltre 1.000 artisti e 10 mila opere e luoghi d’arte nel nostro Paese. Oltre a una nuova release e alla grafica rinnovata, la piattaforma arricchisce la propria offerta con il notiziario, un giornale quotidiano bilingue, con focus a 360 gradi su beni culturali, arte contemporanea, mostre e manifestazioni.

www.arte.it

La mappa più innovativa del mercato

Inserito il

Quante volte, visitando una città, siete diventati matti cercando di piegare scrupolosamente una mappa lungo le linee della piegatura originaria che, se accidentalmente mal combacianti, vi hanno fatto più volte inveire contro la guida turistica a cui era allegata? Quante volte avete avuto la tentazione di farne una palla e metterla in tasca o in borsa?
Il problema non sussiste più, ecco la mappa che avreste sempre voluto: soffice, ultraleggera, bella, disponibile ad essere maltrattata, davvero indistruttibile! Un’innovativa mappa stampata su stoffa che, invece di essere piegata laboriosamente come avviene con le normali mappe di carta, può essere appallottolata: si tratta della Crumpled City, disponibile sul web shop di Palomar, azienda impegnata nello sviluppo di idee innovative e di design. L’originale mappa si può acquistare al prezzo di 12 euro, e da poco è stato anche prodotto il Crumpled City Maps Collection Box tramite il quale è possibile acquistare 5 mappe a scelta tra le 12 disponibili (Roma, Parigi, Amburgo, Barcellona, Berlino, Lisbona, Milano, Londra, New York, Amsterdam, Tokyo e Sydney).
Leggera, morbida, bella da vedere, non teme di essere mal riposta in tasca o in borsa: questo grazie al materiale con cui è prodotta, stampata con speciali tecnologie che la rendono più leggera ma anche più resistente delle mappe tradizionali, e assolutamente a prova d’acqua, essendo impermeabile. Grazie alla grafica originale, ogni mappa permette di orientarsi con facilità nella città visitata. La Crumpled City Maps sono arricchite da un indice dei Monumenti, Musei e Gallerie d’Arte, Palazzi, Historical Places e Parchi facilmente rintracciabili sulla mappa.
Ma c’è qualcosa di più: una lista inedita dei Soulsights della città. Ogni mappa propone infatti 10 SoulSights, luoghi ad alta intensità emotiva che continuano a vivere grazie a chi li attraversa e a chi ci sosta. Sono luoghi scelti per farvi emozionare, sognare, sentirvi nuovi. Luoghi dell’anima, appunto, andateci e vi sentirete artisti, poeti, fotografi, registi, amanti e sognatori!

 

Crumpled City™ è un Design Comunitario Registrato di Palomar s.r.l.

  • Spiegazzale prima dell’uso!
  • Trovi tutte le informazioni utili sulla città, oltre ad una originale lista di  “SoulSights”.
  • 2 secondi soltanto per aprire e chiudere le mappe.
  • Solo 20 grammi di peso, indistruttibili e 100% resistenti all’acqua.

 

Caratteristiche del prodotto:

  • Dimensioni: 87×58 cm
  • Versioni disponibili: Amburgo, Amsterdam, Barcellona, Berlino,  Lisbona, Londra, Milano, New York, Parigi, Roma, Sydney, Tokyo

http://www.palomarweb.com