Feed RSS

Archivi tag: Marrakech

Sardegna a sette stelle: la classifica degli hotel più costosi del mondo

È in Sardegna, e precisamente al Forte Village, l’albergo più costoso del mondo. Lo rivela la classifica stilata dal sito luxuryhotels.com, che ha analizzato i prezzi medi per una doppia standard nel periodo compreso tra giugno e agosto 2012.
Al primo posto del ranking, il complesso Le Dune, con una tariffa media di 2.539 dollari. Ma l’isola sarda si dimostra un vero asso pigliatutto nel settore delle camere in versione big spender. Nelle prime 320 posizioni, infatti, la Sardegna compare ben 5 volte e sempre nella top ten. Conquista il terzo posto l’Hotel Pitrizza, con 2.041 dollari (tallonando, con poche monete di differenza, i 2.060 dollari del Royal Mansour a Marrakech). Ancora Sardegna al quarto posto, con il Villa del Parco (2.031 dollari), al sesto con l’Hotel Cala di Volpe (1.904 dollari) e al settimo, con l’Hotel Romazzino (1.850 dollari).
L’Italia fa la sua comparsa ancora al 18esimo posto, conquistato dai 1.498 dollari del Grand Hotel a Villa Feltrinelli a Gargnano (Brescia).

Soggiorni e tour, King Holidays amplia le proposte per Capodanno

Pacchetti semplici, composti da volo di linea e soggiorno di tre o quattro notti nelle città europee. Questa la caratteristica delle proposte firmate da King Holidays incluse nel catalogo Capodanno e Ponti, già presente nelle agenzie Pegaso Viaggi.
I pacchetti dedicati alla Mitteleuropa includono Monaco di Baviera, Vienna, Praga e Budapest. La capitale austriaca è disponibile per un soggiorno di 3 notti con partenza da Milano e Roma. Per un Capodanno da trascorrere sul celebre Ponte delle Catene a Budapest, la sistemazione è prevista in hotel a 3 stelle, con volo da Roma.
Agli amanti dei grandi classici sono dedicati i classici viaggi a Parigi e Londra, dove quest’anno sarà possibile festeggiare optando per diversi party a tema.
Per quanto riguarda, invece, le proposte di King Holidays nella Penisola Iberica, è ricco il calendario di partenze per Barcellona, Madrid e Lisbona. Lisbona offre anche diverse opportunità per chi preferisce un’atmosfera più raccolta, come quella delle vecchie osterie e delle piccole taverne del Barrio Alto. Il pacchetto è sempre di 3 notti, con partenza da Milano, Roma, Bologna, Venezia e Torino.
In tema di atmosfere anticonvenzionali, trendy e cosmopolite, da segnalare anche la possibilità di trascorrere l’ultima notte dell’anno a Berlino e ad Amsterdam. Tra le proposte più inconsuete Istanbul, disponibile per 3 notti con volo di linea da Roma, Bergamo, Bologna, Bari, Napoli, Venezia, oppure Marrakech, con un viaggio di 4 notti da Roma o Milano, o ancora Malta.
Chi, invece, preferisce prenotare un tour organizzato, potrà scegliere una settimana dal 30 dicembre al 6 gennaio in Portogallo, oppure in Andalusia, per un viaggio di 5 giorni. Completano la programmazione il tour delle città imperiali in Marocco, oppure il programma Petra Express, un combinato di 5 giorni in Giordania, che include Ammam, Petra e, durante il tragitto tra le due tappe, una sosta a Madaba, la città dei mosaici, e al Monte Nebo.
Infine King Holidays propone un tour di 8 giorni in India, lungo il percorso classico nel Nord del Paese, con particolare riferimento alla regione del Rajasthan. Si parte da Roma per Delhi, dove si trascorre la notte di San Silvestro, per poi procedere verso Jaipur e Agra.

Palermo regina italiana dello Street Food

Inserito il

Tra le tendenze gourmet  di nuova generazione c’è lo Street Food, il cibo di strada, quello dei  chioschi, dei mercati all’aperto, dei carretti ambulanti, oggi vietati da Roma Capitale con una nuova ordinanza sul decoro del sindaco Gianni  Alemanno.
Secondo una recente classifica, stilata da  VirtualTourist e pubblicata da Forbes, la destinazione regina degli  spuntini on the road è Bangkok, seguita da Singapore, Penang (Malesia) e Marrakech. Al quinto posto c’è Palermo, unica città italiana in cima  alla lista. A colpire i turisti di tutto il mondo è la varietà del cibo  di strada siciliano: arancine di riso, cannoli, ma anche lo “sfincione”,  pasta di pane condita con salsa di pomodoro, origano, sarde salate,  cipolla, pecorino fresco e mollica di pane. Per i palati più forti c’è  il “pani ca’ meusa”, una focaccia farcita di carne, interiora di vitello  (la milza), con limone spremuto. Una variante è l’aggiunta di ricotta  fresca e caciocavallo. Terminano l’elenco “pane e panelle”, le celebri  frittelle con farina di ceci.
Ma la migliore al mondo è la  capitale della Thailandia, soprattutto per la miriade di luoghi in cui  si possono gustare infinite varietà di piatti: insalata di papaya verde,  pollo al curry, pad Thai e riso al mango. Dopo Palermo vengono  “premiate” Ho Chi Minh City, Istanbul, Mexico City; le ultime due  posizioni sono per Bruxelles (per il cartoccio di patate fritte e le  waffle) e Ambergris Caye nel Belize, per l’originalità del pesce fresco  servito direttamente al molo o in barca.

Pasqua in Marocco: soggiorni e tour

Inserito il

Soggiorni individuali a Fes e Marrakech e itinerari di gruppo. Queste le formule con cui King Holidays declina il suo Marocco, Paese al quale dedica una brochure monografica “Pasqua e Ponti di Primavera”.
Per i soggiorni la selezione include hotel e riad, mentre l’itinerario di gruppo di 8 giorni fa tappa nelle città imperiali, con partenze fisse il 6, 7, 22 e 29 aprile. La prima tappa è Casablanca, poi si prosegue con Rabat, per arrivare a Meknes, definita la “Versailles marocchina”, Fes e Marrakech.
Per i bambini è prevista una riduzione del 25%. I soggiorni sono, invece, di 4 notti, con pernottamento e prima colazione, inclusi transfer privati da e per l’aeroporto di Marrakech e mezza giornata di visita della città.