Feed RSS

Archivi tag: mercatini

Asia. Cosa fare in aeroporto durante un lungo scalo?

Inserito il

Incheon International Airport

Avete in programma un viaggio che prevede uno scalo in Asia e non avete voglia di rimanere in aeroporto? Forse non lo sapete, ma ci sono molte cose da fare durante quelle interminabili ore per evitare di passeggiare annoiati tra negozi ormai uguali in tutto il mondo o di mangiare in ristoranti dai prezzi ingiustificatamente elevati.

Corea del Sud. Incheon International Airport
Si tratta dell’aeroporto più grande dello Stato a circa 50 chilometri da Seoul. Al piano seminterrato ospita un accogliente centro termale a cui si può accedere con un biglietto di soli 13 euro. Vasche di acqua calda e fredda, saune e bagni di vapore per alleviare la tensione muscolare accumulata durante il volo.

Giappone. Narita International Airport
Se lo scalo previsto in questo aeroporto è di più di tre ore, potete prendere in Narita Express, che in soli 10 minuti vi porterà a scoprire Narita. La città è ricca di negozi, ristoranti e templi buddisti da visitare, come il Naritasan, il meno turistico. Potrete immergervi per qualche ora nell’atmosfera giapponese e godere del suo straordinario cibo spendendo pochi yen.

Bangkok. Suvarnabhumi Airport
Al primo piano c’è una caffetteria frequentata dal personale aeroportuale molto più conveniente rispetto agli altri bar. È organizzata come i punti di ristoro tipici delle stazioni dei bus thailandesi, con bancarelle che vendono ogni tipo di cibo asiatico. Per usufruirne è necessario acquistare prima i coupon alla cassa.

Singapore. Changi Airport
Anche qui, come a Bangkok, ci si può dedicare alla buona cucina. Numerose bancarelle ambulanti propongono specialità indiane, cinesi e malesi, così da poter fare un gustoso viaggio anche senza lasciare l’aeroporto. Vengono organizzati anche feste culturali, che coinvolgono i viaggiatori in transito. Il 10 febbraio 2013, ad esempio, si è svolta la festa del nuovo anno lunare, tra musica, arte e, naturalmente, cibo.

GoAsia: pacchetto Thailandia con partenze a date fisse

Inserito il

Bangkok

GoAsia lancia un pacchetto speciale con partenze a date fisse per visitare la Thailandia. Il  viaggio, che dura 11 giorni/9 notti, partirà il 7 e il 21 giugno. L’itinerario prevede, come prima tappa, Bangkok, con visite ai maggiori siti di interesse culturale, per proseguire poi verso Damnern Saduak per una breve crociera lungo i canali e visita del mercato galleggiante. Successivamente Nakhorn Pathom e, il quinto giorno, partenza per Bang Pa In e visita della residenza estiva della famiglia reale.
Il tour ideato da GoAsia include, inoltre, Ayuttaya, Phitsanuloke e del parco storico di Sukhothai, con i templi diroccati e le statue del Buddha. Dopo Chiang Mai e Chiang Rai, arrivando a Chang Dao si visita il campo degli elefanti. Ultima tappa del viaggio Kampheng Phet, con visita degli antichi templi, e escursioni a Suphanburi.

Weekend di arte e cultura in Europa

Inserito il

Festival del Cinema Berlino

King Holidays lancia una serie di nuove proposte per soggiorni brevi in città e capitali in occasione di eventi, manifestazioni o mostre di particolare importanza: city break di arte e cultura.
A Londra, ad esempio, saranno esposte alla Royal Academy of Arts le opere di Edouard Manet. Parigi ospiterà, sino al 25 marzo, al Centre Pompidou, una retrospettiva dedicata a Salvador Dalì, mentre La Pinacoteca, fino al 17 marzo, metterà a confronto opere di Van Gogh e Utagawa Hiroshige, artista figurativo nipponico. A Berlino si svolgerà la 62esima edizione del Festival del cinema, dal 7 al 17 febbraio; arte contemporanea al Deutsche Guggenheim fino al 17 febbraio, con lavori di Kandinsky, Cezanne, Picasso e Delauney. Nel 2013 di Amsterdam ci sono i festeggiamenti per i 400 anni dei canali, con eventi speciali, concerti, mercatini.
Il tour operator ha, inoltre, programmato formule long weekend con volo + hotel b&b per diverse destinazioni: PortogalloAzzorre, Spagna, Marocco, Malta, Turchia, Russia e Paesi Baltici, Stati Uniti, Sud America, Asia e Medioriente.

A Londra l’Hyde Park Winter Wonderland

Winter Wonderland - Londra

Quest’anno l’Hyde Park Winter Wonderland, il parco di divertimenti realizzato dalla londinese Hyde Park, sarà dotato di una nuova installazione battezzata “The Magical Ice Kingdom”, una scultura realizzata con oltre 200 tonnellate di ghiaccio e neve realizzata da una ventina di scultori per 4 mesi di fila.
Come ogni anno, ci saranno anche la pista di ghiacchio più grande in Gran Bretagna, una ruota panoramica gigante, i mercatini natalizi, il circo Zippos e il villaggio bavarese che servirà i tipici brriatwurst e il vin brulè. In più, ci saranno ristorantini, bar e le tradizionali giostre.

Svizzera, treni in offerta per visitare i mercatini di Natale

Grazie alla promozione congiunta di Ferrovie Svizzere e Trenitalia si possono visitare i mercatini di Natale svizzeri risparmiando fino al 60%.
Ad esempio Milano-Basilea a/r costa 70 euro invece che 171,60 euro. La promozione è valida acquistando i biglietti dei collegamenti Eurocity da Milano a Basilea, Berna, Lucerna, Montreux e Zurigo per viaggiare in seconda classe dal 23 novembre al 16 dicembre (14 collegamenti diretti al giorno da Milano Centrale). L’iniziativa non è soggetta a posti limitati. I biglietti Promo Mercatini si possono acquistare solo su territorio italiano nelle stazioni ferroviarie e nelle agenzie di viaggio abilitate.
Svizzera Turismo ha, inoltre, selezionato le migliori offerte per un city break alla scoperta dei mercatini. Si può scegliere fra hotel di diversa categoria: prezzo a notte per persona a partire da 50 euro.

Kel 12 rilancia la selezione ‘Viaggi con l’esperto’

Inserito il

Esperti conoscitori della destinazione o grandi amanti del Paese? Kel 12 rilancia la selezione di “Viaggi con l’esperto” per scoprire una destinazione attraverso la guida di chi ha scelto di viverlo o ha fatto studi e richerche.
Tra le proposte si parte dal Belgio con un tour dedicato a pittura e architettura. Anversa e Bruxelles saranno le mete principali dell’itinerario.
Bahia è, invece, la meta prescelta in Brasile: tra pousadas e strutture di charme per scoprire un volto inedito della meta.
La dimensione invernale è il momento ideale per scoprire Oslo, la regione dei Fiordi e Bergen, in Norvegia mentre cultura e natura saranno le protagoniste del tour tra Laos, Cambogia e Vietnam.
In chiusura la proposta nel Sahara, tra l’arte rupestre, l’oasi di Fada e i mercati del Waddai.

Thailandia: Bangkok capitale dello shopping

Bangkok non solo è nota per la cultura e i monumenti storici, ma è anche una città famosa per lo shopping.
La prima tappa per gli amanti delle spese è il mercato di Chatuchak, aperto il sabato e la domenica dalle 7,00 alle 18,00. Per gli appassionati dei fiori, invece, il mercato Pak Khlong Talad è sempre aperto. Vale la pena visitarlo sia al mattino che di notte. Qui si trovano migliaia di tipi di fiori e piante diversi e si viene sommersi da una moltitidine di colori e profumi. Una delle attrazioni principali della città però è il mercato notturno di Pat-pong, aperto tutti i giorni dalle 18,00 alle 24,00. Lungo la soi Patpong 1 si trovano riproduzioni ben fatte di qualsiasi oggetto di marca: orologi, borse, penne stilografiche e T-shirt tra le tante cose.
Gli shopping mall di Bangkok si aprono su Rama I Road e continuano lungo tutte le traverse come Ploenchit Road e Sukhumvit Road. I centri commerciali da non perdere sono il Siam Discovery Center & Siam Center, il Siam Paragon, il Central World Plaza e il The Emporium. Ma ancora molti negozi per gli amanti dei gadget e dell’elettronica.

Viaggiatori o turisti? Ecco un test per scoprire chi siete…

Siete veri viaggiatori o tranquilli turisti? Forse appartenete invece alla categoria dei turisti evoluti o dei viaggiatori mancati, perché nella vita non sempre si può scegliere.
Un po’ per scherzo e un po’ seriamente proponiamo un test per aiutarvi a capire chi siete, cosa cercate, cosa, invece, sognate in materia di viaggi.
Rispondete a tutte le domande/situazioni prospettate e annotate le risposte, troverete i punteggi nel post seguente.

1. Pieno inverno. Riuscite magicamente a mettere insieme i giorni per una settimana di ferie. Dove decidete di andare?

  1. Avvio Google e guardo le offerte per farmi venire uno straccio di un’idea
  2. Voglio soprattutto riposare non ho neppure l’energia per cercare. Prenoto un villaggio su un’isola
  3. Il tempo non è molto. (Ri)Visito una città facilmente raggiungibile
  4. Per una settimana non vale la pena muoversi, troppo sbattimento

2. Sono le ferie più importanti dell’anno, il canonico mese. Come decidete la meta?

  1. Guardo l’atlante climatico e decido in base a quello
  2. Avrò sempre le ferie di agosto quindi non ho altre  opzioni. Vado dove voglio e se è la stagione delle piogge mi attrezzo
  3. Mare, odio il freddo
  4. Montagna, odio la ressa

3. Preparazione della valigia e psicodramma per le penalità dell’excess luggage: la valigia rischia di pagare più di me…

  1. Che problema c’è? Mi metto vicino la bilancia e faccio una cosa precisa
  2. Porto poco: i vestiti si lavano e al limite si comprano
  3. Sempre il solito problema del dopobarba: è liquido! Come faccio?
  4. E dove metto tutte le medicine? Devo trovare il posto…

4. Tragedia dei libri: il peso della cultura

  1. Senza libri non mi muovo, ma mi limito. Il book crossing è sempre una risorsa
  2. Che mi importa? Ho l’iPhone  (o l’iPod), un paio di cuffie sono leggerissime
  3. Con il diario di viaggio che voglio tenere non ho tempo per leggere
  4. Pesano troppo: a casa! La Lonely Planet basta e avanza

5. Il mio inglese zoppica (come il tedesco il francese e lo spagnolo) in italiano e dialetto però vado forte…

  1. L’Italia ha splendide isole. Mica mi prescrive il dottore di cercarle all’estero: il mare è salato dappertutto, no?
  2. Con tutti gli italiani che ci vanno figurati se a Sharm, Maldive, Ibiza ecc. non mi capiscono
  3. Un po’ mi sforzo per imparare vocaboli di sopravvivenza, il resto a gesti che sono un linguaggio universale
  4. Mi metto in tasca un quadernetto e se proprio non mi capiscono disegno

6. Eccomi qua, mi hanno raccontato meraviglie dei mercati orientali: passeggio, fotografo, annuso spezie… mi è venuta fame!

  1. Meno male che i taxi (?) o quelli che dovrebbero loro assomigliare costano poco! Ne acchiappo uno al volo e torno in hotel per il pranzo
  2. Non è che il cibo non mi tenti… però preferisco non rischiare: mi sazio di frutta (pelata)
  3. Annuso profumi misteriosi e invitanti, ma oso solo azzannare biscotti e cibo confezionato. Almeno evito le mosche
  4. La vita si deve vivere a pieno: se il cibo mi sembra fresco e me lo friggono davanti agli occhi… perché no?

6. Lo sapevo, mi è venuto mal di pancia!

  1. Corro in ospedale prima di peggiorare, lì sapranno cosa darmi
  2. Ne parlo con i compagni di viaggio  e non sapendo  il consiglio di chi seguire, li seguo tutti saccheggiando le loro farmacie
  3. Passerà, bevo molto, controllo…
  4. Comincio a scrivere le mie ultime volontà: ormai sono spacciato! Non c’è nulla da fare…

7. C’è il ramadan…

  1. Ma che cavolo di religione è che non ti permette neppure di bere con il caldo che fa?
  2. Meno male che i turisti non sono tenuti ad osservarlo e un posto per mangiare aperto lo si trova sempre
  3. Bere non ne posso fare a meno, ma se  per una settimana anche io seguo i loro orari  non muoio
  4. Contenti loro… paese che vai usanze che trovi. Anche noi avevamo la quaresima e il venerdì di digiuno, me lo raccontava il nonno…

9. Non prendete la carta di credito?!?

  1. Vado a cambiare un travellers cheque e torno. Lascio qui la moglie in pegno (se poi cedo alla tentazione di sparire, due piccioni con una fava… eh eh eh)
  2. Incivili! Ha ragione Monti: niente contante per transazioni oltre i 1.000 euro. I giornali non li leggete?
  3. Se non prendete la carta di credito io non vi pago! Volete chiamare la polizia? Io chiamo il consolato…
  4. Faccio una colletta tra i miei compagni di viaggio, renderò loro i soldi in Italia

10. Che sonno! Una giornata davvero impegnativa, adesso mi infilo nel letto e… ma qui ci ha già dormito qualcuno!

  1. Direzione, mi cambia le lenzuola per favore?
  2. Mi chiami un taxi. Non sto qui un minuto di più
  3. Meno male che ho il mio sacco-lenzuolo in cui dormo dal primo giorno
  4. Esigo che mi cambiate stanza!

Fonte: http://www.latitudeslife.com

Irlanda, a Dublino il 7Up Winter Wonderland

A Dublino si tiene il 7Up Winter Wonderland, un villaggio natalizio situato sui terreni di un parco cittadino (ingresso gratuito).
Dall’11 dicembre all’8 gennaio (eccetto il giorno di Natale) ci sarà la più grande pista coperta di pattinaggio su ghiaccio d’Irlanda, un circo di Natale, una ruota gigante, attrazioni per tutti i gusti e le età, un mercato natalizio tradizionale, oltre a caffè, bar e altro ancora, compreso un fiabesco Santa’s Christmas Village.

L’Avvento a Salisburgo

Salisburgo, città natale di Mozart e dal 1997 entrata a far parte del patrimonio mondiale UNESCO, viene considerata la seconda capitale austriaca dopo Vienna. E con oltre 20 tra sale da concerto e teatri d’opera, una dozzina di musei e 4.000 eventi all’anno, vanta un’offerta culturale importante. Tanta cultura, però, non pesa sull’atmosfera della città, gioiosa e spensierata come ai tempi di Mozart.
E così, già dal 17 novembre Salisburgo si prepara a festeggiare l’Avvento con le sue tradizioni, i suoi mercatini, le melodie natalizie, le rappresentazioni della Natività. E con un ricco programma di concerti mozartiani e di altri compositori, di sfilate in costume, di bande musicali, di cori suggestivi nelle chiese.
Da non perdere in particolare i numerosi mercati di Gesù Bambino, famosi in tutto il mondo: soprattutto il mercato storico nelle piazze del Duomo e della Residenza, che risale alla fine del XV secolo; ma segnaliamo anche i mercatini più piccoli, come quelli nella piazza Mirabell, nello Sterngarten, nel convento di St. Peter, nel quartiere Maxglan e alla Fortezza Hohensalzburg. Originale il mercatino presso il Museo Barocco, che dall’8 all’11 dicembre prevede una speciale vendita di quattro giorni di oggetti e prodotti ispirati alla vita gaudente della città nei secoli XVII e XVIII. Altre manifestazioni sono dedicate ai bambini, tra cui uno speciale allestimento del Museo del giocattolo, uno spettacolo di favole al Teatro Regionale, e diverse visite guidate allo zoo.
Un’iniziativa che farà piacere ai turisti sportivi è la navetta gratuita da Salisburgo al comprensorio sciistico di Ski Amadè con 800 km di piste, a partire dal 12 dicembre: una grande opportunità per chi voglia unire lo sport alla cultura e al divertimento.
Per accogliere i visitatori Salisburgo dispone di un’ampia offerta ricettiva, tra cui 130 alberghi delle varie categorie, cui si aggiungono bed & breakfast, residence e ostelli, per un totale di 15.000 posti letto. Del patrimonio ricettivo salisburghese fanno parte anche i 30 hotel della catena “L’Austria per l’Italia”.

http://www.salzburg.info