Feed RSS

Archivi tag: moda

Londra: la griffe Armani sull’Admiralty Arch per un hotel lusso

Inserito il

Dubai_Armani_Hotel

La griffe Armani per trasformare in hotel uno dei più significativi monumenti di Londra. Si tratta dell’Admiralty Arch, sulla via che da Trafalgar Square porta a Buckingham Palace, per il quale saranno investiti 100 milioni di sterline con l’obiettivo di riqualificarlo in struttura alberghiera di lusso con apertura prevista a dicembre 2015.
L’Armani hotel londinese farebbe salire a tre le unità della catena alberghiera che porta il marchio dello stilista, dopo Dubai e Milano.
Secondo fonti di stampa inglesi, l’Admiralty Arch sarebbe il risultato di una lunga ricerca che lo stilista da tempo faceva per trovare l’edificio ideale nella location ideale per aprire un hotel a Londra. Le prime indiscrezioni sul numero di stanze che potrebbe contenere il futuro Armani Hotel indicano circa 100 tra standard e suite, mentre le tariffe saranno consone al target superlusso.

Fidenza Village inaugura il servizio navetta da Verona

Inserito il

aeroporto Verona

E’ partito il 26 aprile scorso ed effettuerà due corse, il martedì e il venerdì, lo Shopping Express™, il nuovo servizio navetta che collega Fidenza Village all’Aeroporto Catullo di Verona e a Piazza Bra, nel centro della città.
La corsa per l’outlet parte alle 9,30 dall’aeroporto e giunge a Fidenza Village alle 11,30, per poi ripartire da lì alle 18 e arrivare allo scalo alle 20. Per i bambini fino a 5 anni il biglietto è gratuito.
Fidenza Village racchiude più di 100 boutique, dove è possibile trovare collezioni moda firmate con prezzi ridotti fino al 70 per cento, sette giorni su sette.

One Nation Paris, l’outlet del luxury

Inserito il

ParigiAprirà i battenti il 20 novembre 2013 il One Nation Paris, outlet della moda e del lusso, situato a 30 minuti dal centro di Parigi.
La struttura sarà ubicata nel mezzo della zona commerciale di Grand Plaisir ed è pronta ad accogliere una media di 5 milioni di visitatori all’anno.
Sono previsti 112 negozi oltre a quattro locali per il fast food e tre ristoranti.
Complessivamente si estenderà su una superficie commerciale di 24mila metri quadrati e darà 800 posti di lavoro.

Muscat “Capitale turistica” 2012 del Mondo Arabo

Inserito il

Muscat, una delle città più affascinanti del Medio Oriente caratterizzata da un’architettura armoniosa e spiagge incastonate tra le insenature (punto di partenza per un’escursione in mare aperto, sulle montagne Hajjar o nelle sabbie del deserto Sharquiyah Sands), è stata nominata “Capitale turistica del Mondo Arabo nel 2012” dai ministri del  Turismo della Lega Araba, e per celebrare al meglio questo importante riconoscimento saranno organizzati eventi e manifestazioni di grande  attrazione internazionale durante tutto l’anno.
Il primo in ordine di tempo è il  Festival di Muscat, in scena all’Al Qurum Natural Park e all’Al Naseem  Park, che si terrà dal 26 gennaio al 23 febbraio. Nel corso della  manifestazione la città sarà animata da feste ed eventi con villaggi  d’artisti, concerti, spettacoli, opere teatrali e parchi divertimenti  per tutta la famiglia. All’Oman Heritage and Cultural Village, ad  esempio, saranno esposti manufatti come tappeti e kilim, ricami e  ceramiche tradizionali omaniti.
Dal 7 al 17 febbraio, nel Parco  Nazionale di Al Qurm si svolgerà l’Oman Food Festival con la  preparazione dei piatti tipici della cucina omanita, e verrà inoltre  allestito un family village nel Naseem Park.
Dal 14 al 19 febbraio  si terrà poi la terza edizione del Tour d’Oman con i più grandi  ciclisti mondiali impegnati a ultimare la fase di preparazione per le  grandi competizioni europee. Le sei tappe del tour sveleranno le  bellezze della città: dalle coste alle montagne frastagliate, alle aride  pianure. La competizione, ideata da Eddy Merckx e gestita dalla società  organizzatrice del Tour de France (Amaury Sport Organization),  terminerà con una gara a cronometro di 20 km.
Dal 21 al 23  febbraio sarà poi di scena la moda con la Fashion Week al Riyam Park,  con la partecipazione dei migliori stilisti omaniti e asiatici. Sempre  durante il Muscat festival, le coste omanite faranno da sfondo alla  secondo edizione del “Sailing Arabia – The Tour”, prestigioso evento di vela organizzato da Oman Sail, che vedrà partecipare anche un equipaggio composto interamente da  donne.
Oltre al riconoscimento dei  ministri della Lega Araba, Muscat ha raccolto anche un altro  significativo risultato, posizionandosi al secondo posto nella Top 10  Lonely Planet delle città da visitare nel 2012. La classifica,  svelata in occasione della presentazione della guida “Best in Travel”, è  stata realizzata dagli autori della celebre guida in base a criteri  turistici, economici ed estetici. Tra l’altro, dallo scorso ottobre, Muscat è l’unica città della penisola arabica a possedere una  opera house, la Royal Opera House Muscat. Struttura fortemente voluta  dal Sultano, grande appassionato di musica, si trova nel cuore della  città e testimonia lo sviluppo culturale del Sultanato. Per il 2012 la  Royal Opera House ospiterà una ricca stagione con la “Carmen”, “Il Lago  dei Cigni” e il Mariinsky Ballet.

Mostra-evento: “Audrey a Roma”, le immagini di una vita

Inserito il

Un’esposizione racconta la dolce vita romana della Hepburn, fra famiglia, lavoro e moda. Non solo tubini neri, occhialoni e diamanti di Tiffany. Lontana dai riflettori, i tanti che hanno avuto la fortuna di incontrare Audrey Hepburn a Roma nei venti anni in cui ha abitato nella Capitale, la ricordano come una signora elegante, che amava portare a scuola i figli e a passeggio i cani.
A Roma infatti la famosa attrice si è fermata tra gli anni ’50 e ’70 per dedicarsi alla famiglia, più che alla carriera, dopo aver sposato in seconde nozze lo psicologo Andrea Dotti da cui ebbe il figlio Luca.
Proprio Luca Dotti, con Ludovica Damiani, Sciascia Gambaccini, Guido Torlonia e la consulenza di Sava Bisazza Terracini, ha curato la mostra “Audrey a Roma”, il primo grande omaggio ufficiale che Audrey Hepburn riceve dalla Capitale. Sarà il museo dell’Ara Pacis ad ospitare dal 26 ottobre al 4 dicembre 2011 la mostra promossa dall’Assessorato alle Politiche Culturali e Centro Storico – Sovraintendenza ai Beni Culturali di Roma Capitale e di cui parte dei ricavati andrà a sostegno dell’Audrey Hepburn Children’s Fund e UNICEF con il Club “Amici di Audrey”: più di 100 scatti, otto teche piene di ricordi, abiti e accessori di stilisti del calibro di Valentino e Givenchy e un filmino di famiglia che raccontano la dolce e tranquilla vita romana di una delle donne più ammirate ed imitate che siano mai comparse sulla Terra.
L’attrice britannica ebbe una relazione viscerale con la Capitale che fu set di “Vacanze Romane” (William Wyler, 1953), film culto che la lanciò nell’olimpo della icone cinematografiche e le valse un Oscar come migliore attrice protagonista. A Roma girò anche “Guerra e Pace” (King Vidor, 1956) e “La Storia di una Monaca” (Fred Zinnemann, 1959).
Naturale che sia ancora la città di Roma a festeggiare il 50° anniversario del film “Colazione da Tiffany” di Blake Edwards, che verrà presentato in versione digitale e restaurata al Festival Internazionale del Film di Roma il 4 novembre per essere proiettato nelle sale italiane il 9 novembre.

http://www.arapacis.it/

Santo Domingo lancia la Fashion Week 2011

Inserito il

La Fashion Week, settimana dedicata alla moda a Santo Domingo prenderà il via il 17 ottobre dando spazio alle creazioni degli stilisti più importanti del panorama latino americano.
Ritornano a essere protagoniste dei Caraibi, le passerelle dominicane con la nuova edizione della Fashion Week dal 17 al 22 ottobre, ancora una volta l’evento sarà ospitato nella cornice del lussuoso hotel Occidentale El Embajador a Santo Domingo. Le sfilate si apriranno nella sala dedicata a uno degli stilisti più apprezzati a livello mondiale Oscar della Renta, maestro di classe ed eleganza che diede il via alla manifestazione nel 2010. L’albergo ospiterà oltre 50 fashion designer dominicani che presenteranno le loro nuovissime collezioni dando vita alla settimana della moda più importante dei Caraibi.
La grande novità di quest’anno, voluta dal Ministero del Turismo e dal Polo Turistico della capitale, oltre alle attività collaterali che avranno inizio già a settembre, è che il 14 ottobre Santo Domingo vivrà la prima DominicanaModa Noche, durante la quale i negozi e i centri commerciali di Avenue Wiston Churcill rimarranno aperti tutta la notte, per celebrare l’imminente fashion week.

“Valeggio veste il vintage” ad ottobre

Inserito il

Modelli sartoriali anni Cinquanta, fantasie beat, bijoux made in Usa, capi da collezione. L’appuntamento con la moda d’epoca e il modernariato è fissato per il 2 ottobre a Valeggio sul Mincio (Verona) con la sesta edizione della mostra-mercato “Valeggio veste il vintage”.
Tra gli eventi collaterali in programma, la mostra “Bagagli e dettagli di un viaggio al passato” presentata anche al Next Vintage Show di Belgioioso: in esposizione numerosi oggetti che vanno dal 1600 alla fine del secolo scorso e testimoniano le tappe dell’evoluzione del bagaglio, le diverse tecniche di lavorazione e le mode che si sono succedute negli anni. I curatori della mostra sono Paolo Crescimbeni di Arte&Viaggi e Luigi Cagliari di Tara Vintage, in collaborazione con Mara Bertoli.
A “Valeggio veste il vintage” sarà possibile degustare prodotti tipici valeggiani e altre specialità gastronomiche proposti da ristoranti e pastifici artigianali. Ospiti musicali i gruppi Plus Four e Overtone, che reinterpreteranno i classici jazz, soul, funky, disco con arrangiamenti originali.
In caso di maltempo la manifestazione si svolgerà nella struttura coperta del Mercato Ortofrutticolo di Valeggio sul Mincio, in Zona Artigianale. La manifestazione è organizzata dall’Associazione Percorsi in collaborazione con l’Associazione Pro Loco Valeggio, Arte&Viaggi e con l’appoggio dell’amministrazione Comunale.

www.valeggiovesteilvintage.com

Costa Crociere in una mostra alla Triennale di Milano

Costa Crociere è tra i protagonisti a “C25 Options of Luxury”, la mostra in programma dall’8 settembre al 2 ottobre 2011 presso il museo della Triennale di Milano.
Curata dall’architetto Italo Rota e ideata e organizzata da Class Editori e Class in occasione dei 25 anni della casa editrice e della testata, la mostra per la prima volta racconta, attraverso 250 oggetti e idee, la storia e l’evoluzione della moda, del design e del lusso.
“C25 Options of Luxury” presenta persone, aziende e prodotti che hanno scandito la nascita e l’evoluzione di questi settori, associando i prodotti dell’eccellenza italiana alle più moderne tecnologie digitali. Costa Crociere è presente in tre installazioni della mostra con modellini di navi della flotta, video e suggestive immagini di itinerari, luoghi e navi, in un mix interattivo tra passato e presente.

L’Umbria nella top five delle mete italiane per gli Usa

Inserito il

Il 60% degli americani vorrebbe fare turismo in Europa e il 22% di essi ha indicato come meta ideale l’Italia. Entra nella top five delle mete più ambite dagli americani l’Umbria, insieme con Roma, la Toscana, Veneto e Lombardia.
L’Umbria, insomma, è una fra le “dream destinations” del turismo statunitense. A sottolinearlo è stato il direttore di Enit Agenzia del Nordamerica, Riccardo Strano, che ha assistito e accompagnato una delegazione dell’Umbria, formata dall’Agenzia di promozione turistica e da alcuni operatori, in un tour promozionale negli Stati Uniti che ha toccato, con workshop e conferenze stampa, Boston, Washington e Philadelphia.
L’Umbria piace perché è “smart and trendy”, la regione convince perché è insieme locale e internazionale, in grado di venire incontro alle priorità che gli americani pongono in cima alla loro lista dei desideri: arte e natura, ma anche, naturalmente, fashion, food & wine e shopping.

Il matrimonio di Monaco: Alberto e Charlene

Inserito il

Ultimi preparativi per il principesco matrimonio tra Alberto di Monaco e la sua Cherlene Wittstock. Il Principato di Monaco si appresta a vivere il tanto atteso sì in una cerimonia che durerà due giorni e che si potrà vedere anche in diretta video su oggi a partire dalle 17.45 e domani a partire dalle 14.45.

IL PROGRAMMA
Oggi, venerdì 1 luglio alle ore 17.00 Matrimonio civile nella bellissima Sala del Trono del Palais Princier.
Una cerimonia intima che però tutti i monegaschi potranno seguire sui maxischermi montati a Place du Palais. Una volta marito e moglie, Alberto e Charlene si affacceranno al balcone del Palais per il saluto (e il bacio) di rito.
Per la serata previsto un altro concerto, questa volta con il cantante francese Jean Micheal Jarre.
Domani, sabato 2 luglio la funzione religiosa. Il matrimonio, il cui inizio è fissato alle ore 17.00, si terrà nella Corte d’Onore del Palais Princier. Per l’occasione le porte del Palais saranno spalancate per accogliere fino a 3.500 persone; per chi non troverà posto all’interno, spazio ancora una volta ai maxischermi esterni.
Dopo la cerimonia religiosa la coppia reale lascerà il Palais per dirigersi verso la chiesa di Sainte-Devote dove la Principessa Charlene deporrà il bouquet.
In serata cena ufficiale e quindi ballo presso la Salle Garnier de l’Opéra. In conclusione fuochi d’artificio.

IL MENU’, LO SPRITZ E LA TORTA DEL MATRIMONIO
Creata dal grande chef Alain Ducasse evocherà la protea, il fiore tipico della terra natale di Charlene ed è simbolo nazionale del Sudafrica. Come già anticipato, per i decori della tavola saranno privilegiate invece le verdure della tenuta di Alberto, così come il latte utilizzato per i dolci.
Nel menù protagonista sarà il pesce, proveniente dal Mediterraneo: vi saranno anche i gamberoni della vicina città ligure di Sanremo, considerati fra i migliori al mondo. Saranno quattro in tutto le portate servite a tavola, tutte realizzate dai cuochi del Louis XV e ispirate all’utilizzo di prodotti naturali ed equosolidali a cui il principato ha prestato sempre grande attenzione. E per l’occasione è stato creato anche lo “spritz Charlene” con aggiunta di un liquore di marasche.
I gadget con lo stemma della casa reale, dalle tazze ai vassoi, dai bicchieri ai portaceneri, sono nei negozi da inizio maggio, ma si tratta di oggetti di gran classe e non proprio per tutte le tasche.

LA LISYA DEGLI INVITATI
La lista degli invitati al matrimonio di Alberto II di Monaco e di Charlene Wittstock, riflette sia il posto dei Grimaldi fra le famiglie reali del Vecchio continente e sia la passione degli sposi per lo sport, la moda o l’ambiente. Ufficialmente, sono stati invitati tutti i capi di Stato dei Paesi nei quali sua Altezza Serenissima il principe Alberto II si è recato in visita ufficiale da quando nel 2005 è salito al trono, oltre a tutti i capi di Stato dei Paesi legati alla sua famiglia (Stati Uniti, Irlanda e Sudafrica).
Concretamente, se nella lista de capi di Stato presenti figura la presidente della Repubblica d’Irlanda, Mary McAleese, Barack Obama, invece, sarà assente, così come il presidente sudafricano Jacob Zuma, atteso a Malabo per il summit dell’Unione africana. In Europa, hanno annunciato la loro presenza il presidente francese, Nicolas Sarkozy, il presidente della Commissione europea, Jose Manuel Barroso, oltre al presidente della Repubblica federale di Germania, Christian Wulff. Anche il presidente libanese, Michel Suleiman, sarà alle nozze insieme al suo omologo estone. Quanto alle teste coronate, sono attesi i sovrani di Belgio e di Svezia, i principi ereditari di Danimarca, Olanda e Spagna, ma anche il conte e la contessa di Wessex, che rappresenteranno l’Inghilterra, la famiglia Savoia al gran completo oltre all’emiro del Qatar.
Nel mondo degli affari spicca la presenza di Bernard Arnault, proprietario del gruppo del lusso Lvmh.
Tra gli sportivi: il presidente del Comitato olimpico internazionale (Cio), di cui Alberto II è membro, Jacques Rogge, e il presidente della Federazione internazionale dell’automobile (Fia) Jean Todt, sono stati invitati. Infine, Karl Lagerfeld, lo stilista di punta di Chanel, assisterà al matrimonio, accanto alla ex top model britannica Naomi Campbell, e alla creatrice di moda Ines de la Fressange.