Feed RSS

Archivi tag: patrimonio UNESCO

Msc propone le minicrociere nel Mediterraneo

MSC Crociere

Minicrociere nel Mediterraneo a supporto della programmazione primaverile: Msc Crociere propone delle brevi traversate nel “mare nostrum” tra Sardegna, Francia, isole spagnole, Grecia e Croazia.
Msc Orchestra offrirà, infatti, itinerari di 3 giorni e 2 notti o 4 giorni e 3 notti tra Francia e Spagna, con tappe anche a Montecarlo e Barcellona. Msc Lirica e Sinfonia opereranno in Francia ma anche tra Sardegna e Corsica. Msc Opera invece si muoverà in Spagna e alle Isole Baleari. Msc Fantasia, invece, proporrà week end alternativi in Croazia con visite a Spalato e ai siti Unesco. Msc Armonia, infine, proporrà crociere di 5 giorni e 4 notti tra Grecia e Croazia con partenze da Venezia ed Ancona.

Annunci

Tour 2000 in Colombia per la Settimana Santa di Popayàn

Inserito il

Settimana Santa Popayán - Colombia

Tour 2000 Go Sudamerica propone un viaggio in Colombia in occasione della Settimana Santa di Popayán,‭ città famosa per ‬i suoi edifici intonacati a calce,‭ situata ‬nella valle del Rio Cuaca,‭ ‬al cospetto dei vulcani Puracé,‭ ‬Pan de Azúcare Sotará.
Per le suggestive processioni della‭ ‬Semana Santa, Popayàn è stata dichiarata dall’Unesco Patrimonio Culturale dell’Umanità.‭ ‬Da mercoledì a domenica di Pasqua lungo le stradine acciottolate del centro storico è un susseguirsi di cortei religiosi.‭
La proposta di Tour 2000 prevede ‬10‭ ‬giorni‭-8‭ ‬notti con la visita di Bogotà‭ (‬centro storico e museo dell’Oro‭), ‬alla laguna Guatavita‭ (‬villaggio con case dai colori pastello‭) ‬e alla cattedrale di sale sotterranea di Zipaquira.‭ ‬Costo del‭ ‬pacchetto‭ parte da ‬2.350‭ ‬euro (trasferimenti,‭ ‬hotel con prima colazione e un pranzo incluso nella cifra).‭ ‬A parte‭ ‬il volo dall’Italia secondo le migliori tariffe‭ (‬circa‭ ‬710‭ ‬euro‭)‬.‭ ‬Partenza il 24‭ ‬marzo.

La top ten delle mete 2013 secondo Kuoni Group

Inserito il

logo Kuoni

Il Gruppo Kuoni traccia una mappa delle top destination del 2013. Secondo l’operatore, Estremo Oriente e Africa, Oceano Indiano, Usa, Caraibi e Messico saranno gli highlights per quest’anno.
Su tutte, però, Kuoni identifica le Maldive come prima destinazione per quest’anno. Attualmente, infatti, le isole dell’Oceano Indiano sono la meta più venduta dall’operatore per il 2013.
Nella top ten delle destinazioni più vendute da Kuoni, dopo le Maldive, emergono la Thailandia, lo Sri Lanka, gli Stati Uniti, gli Emirati Arabi. E ancora, Mauritius, la Malesia, Barbados, Singapore e i Caraibi di St. Lucia.
Secondo l’operatore, inoltre, una delle mete emergenti di quest’anno sarà il Vietnam, destinazione in forte crescita  grazie a numerosi nuovi voli e ad una sempre più interessante offerta balneare.

Rome’s Ancient Treasures: app gratis per un giorno

Inserito il

Un giorno di tempo per scaricare  gratuitamente la travel app Rome’s Ancient Treasures. Il “freedownload  day”, in programma lunedì 3 dicembre, è un’idea di Josephine McKenna,  ideatrice dell’applicazione sui tesori di Roma e corrispondente di  Australian Gourmet Traveller Magazine.
L’app raccoglie 160 siti, più o  meno noti, è interattiva e contiene informazioni aggiornate, garantite  dall’esperienza diretta dell’autore. Normalmente è possibile scaricarla  su iPhone e iPad al costo di 2,99 dollari.
«Quando sono arrivata a  Roma dall’Australia, cinque anni fa, ero affascinata dalla Città  Eterna, dalle sue famose rovine e dalle sue gemme nascoste. Ho creato  questa guida di viaggio mobile per condividere i miei luoghi preferiti»,  afferma la McKenna.

In Turchia un nuovo sito Unesco

Inserito il

Çatalhöyük - Catalhoyuk, Turchia

Con il sito neolitico di Çatalhöyük, circa 60 km a sud della città di Konya, salgono  a 11 i siti turchi iscritti nel Patrimonio dell’Umanità Unesco.
Due  colline formano il sito che si estende per un’area di 34 acri, nell’altopiano dell’Anatolia meridionale. Il tumulo più alto,  posizionato a est, contiene 18 livelli di insediamenti neolitici che  risalgono al periodo tra il 7400 e il 6200 a.C. e che comprendono  dipinti murali, rilievi, sculture e altre figure simboliche ed  artistiche. Sono presenti anche raffigurazioni di divinità,  soprattutto femminili, legate al culto domestico della fertilità e della  generazione. Presi nel loro insieme, questi livelli testimoniano  l’evoluzione dell’organizzazione sociale e delle pratiche culturali nel  momento in cui gli uomini si stavano adattando a una vita sedentaria. Il  tumulo posizionato a ovest mostra l’evoluzione delle pratiche culturali  nel periodo del Calcolitico, quindi dal 6200 al 5200 a.C.
Çatalhöyük  fornisce un’importante prova della transizione dai villaggi, ormai  consolidatisi, all’agglomerato urbano che si è mantenuto nella stessa  posizione per più di 2.000 anni. È composto da un unico  insediamento di case senza strade, addossate l’una all’altra con  l’accesso al tetto negli edifici. Essendo poi di altezze diverse, ci si  spostava passando da un tetto a un altro e per molte case l’ingresso su  quest’ultimo era l’unica apertura. La circolazione e gran parte delle  attività domestiche avveniva dunque al livello delle terrazze.
L’assenza  di aperture verso l’esterno, nonché di porte a livello del terreno,  difendeva la comunità dagli animali selvatici e da eventuali incursioni  di popolazioni confinanti, anche se resta oscuro il livello di  conflittualità tra le diverse comunità dell’epoca. L’unica via d’accesso all’intero complesso erano scale che potevano facilmente essere  ritirate in caso di pericolo.

Danimarca, un circuito sui castelli in Selandia

Si  chiama Selandia ed è una delle regioni più affascinanti della Danimarca e sede di numerosi castelli: un luogo di grande fascino e suggestione  anche ambientale, grazie alla campagna aperta, caratterizzata da  colline, valli, distese di grano, foreste, laghi e antichi villaggi di  pescatori lungo la costa.
Nel Medioevo i monaci costruirono  proprio in queste zone grandi abbazie e mulini, che dopo la riforma  passarono sotto il potere del re. Ed è proprio attraverso questi  paesaggi e queste dimore che l’ente del turismo danese ha realizzato,  insieme agli operatori locali, un circuito di grande suggestione.
L’itinerario  si snoda lungo le sponde di un lago nella cittadina di Hillerød dove si  trova il Castello di Frederiksborg con il suo giardino barocco,  costruito agli inizi del XVII secolo da re Cristiano IV. Il castello fin  dal 1878 è un museo di storia nazionale che attraverso quadri,  ritratti, arredamenti e oggettistica illustra 500 anni di storia danese.  Inoltre il museo ospita varie mostre, la più recente delle quali è  dedicata alla regina Margherita II per il suo 40° giubileo da reggente.
Altra  tappa d’obbligo di questo circuito è il castello di KronborgHelsingør. La vecchia fortezza circondata dai cannoni si fonde  perfettamente con il lussuoso castello rinascimentale, creando un  edificio storico che non ha pari in Nord Europa. Questo è lo sfondo  della storia di Amleto: non a caso, ogni anno oltre 200.000 visitatori  arrivano da tutto il mondo per vedere questo luogo magico, che fa parte  dei patrimoni dell’Unesco. Anche per questa estate nel cortile del  castello si terranno rappresentazioni teatrali ispirate a Shakespeare.
Parte  insostituibile di questo tour è poi il castello di Fredensborg, la  Versailles danese, sulle sponde del lago Esrum: è la residenza estiva e  autunnale preferita dai reali. Le splendide sale creano lo sfondo per  importanti visite di Stato ed eventi reali. Anche re Cristiano IX  radunava qui reali da ogni dove: i suoi sei figli infatti erano sposati  con teste coronate di tutta Europa, tra cui anche Edoardo VII  d’Inghilterra e lo zar Alessandro III di Russia. Per sentirsi un re o  una regina si può passeggiare lungo i viali dei giardini barocchi, uno  dei più antichi parchi storici del Paese.
Infine un soggiorno  nello Odsherred, dove si trova il castello di Dragsholm, il più antico  maniero danese, che oltre a visite guidate offre anche la possibilità di  pernottare nelle particolarissime stanze, che però non hanno più nulla  del periodo in cui il maniero era utilizzato come prigione. Nel  raffinato ristorante si servono gli ottimi prodotti locali e stagionali,  in un menù ideato in collaborazione con il cuoco del miglior ristorante  al mondo, René Redzepi del Noma.

Viaggi dell’Elefante, India dell’ovest in treno di lusso

Viaggi dell’Elefante propone un nuovo itinerario nell’India dell’ovest su un treno speciale, una lussuosa limousine su rotaia con servizi personalizzati, 21 i vagoni di cui 11 adibiti a cabine e 10 alle aree comuni. Tra queste, due ristoranti con cucine multietniche, bar, lounge, persino un centro benessere. Tre livelli di cabine e di servizi: Platinum, Silver e Gold.
L’itinerario, della durata di una settimana, tocca diversi stati indiani, parte da Mumbai o da Delhi e fa tappa a Aurangabad, Udaipur, Sawai Madhopur e il Taj Mahal.