Feed RSS

Archivi tag: pesca d’altura

La novità Gambia

Inserito il

Una nuova destinazione per il mercato turistico italiano sempre in cerca di novità: la Gambia, piccolo Paese dell’Africa Occidentale affacciato sull’Oceano Atlantico e per il resto confinante con il Senegal.
Un Paese con solo 1.700.000 abitanti, che da oltre 30 anni ha una legislazione attenta a uno sviluppo che salvaguardi l’ambiente locale, caratterizzato da una rigogliosa flora e una fauna che vive in libertà in sette tra parchi nazionali e riserve naturali, visitabili in fuoristrada. Un Paese sicuro, con un governo stabile eletto ogni cinque anni da una popolazione cordiale e pacifica, composta da diverse tribù, tra le quali la predominante è la Mandingo. Ora può contare su oltre 900 km di strade asfaltate e illuminate notte e giorno, un aeroporto internazionale con attrezzature di prim’ordine nella capitale Banjul, dove atterrano numerose compagnie: Brazil Airlines, Tunisair, Royal Air Maroc, Spanish Air e, da ottobre, anche un volo diretto da Monaco di Baviera con Condor.
Negli ultimi due anni insieme al nuovo logo The Gambia-The Smiling Coast of Africa, sono sorti numerosi alberghi e ora il totale è di 18.000 posti letto, di diverse categorie da 2 a 5 stelle, e altri sono in costruzione, soprattutto in strutture di alto livello e sulla spiaggia.
Da sottolineare il Makasutu Ecolodge, a Brikama, non lontano dalla capitale e sul fiume Gambia che attraversa tutto il Paese, un lodge a 5 stelle che sorge in un’area che offre cinque diversi eco-sistemi e dove sono possibili molte escursioni per conoscere la selvaggia natura che lo circonda, le danze tribali e l’artigianato, insieme alla pesca e al birdwatching. E ancora, il Bird Safari Lodge, sull’isola fluviale di Mac Carthy, nel cuore della foresta tropicale, il Tendaba Camp sulla riva del fiume, nei pressi del Kiang West National Park, amato da naturalisti e ornitologi, e il Njawara Cultural Camp nel North Bank, vicino a un villaggio noto per le musiche tradizionali e i cantastorie.
Tra le molte attività possibili sul territorio, insieme a un campo da golf a 18 buche, The Fajara Club, da ricordare il birdwatching, per osservare le 500 specie di uccelli coloratissimi presenti sul territorio, e poi la pesca sia d’altura nell’Oceano che sul fiume, navigabile per oltre 300 km sia con battelli fluviali attrezzati per le crociere che con piroghe per interessanti itinerari tra le insenature e gli affluenti del grande fiume, con soste in ristoranti tipici sulla riva. Senza dimenticare la cultura con il sito archeologico di Wassu, dove c’è la più importante concentrazione di Stone Circles risalenti al 300 a.C. e la James Jsland, ora Kunta Kinte Island, dal nome dell’eroe del celebre romanzo Radici scritto da Alex Haley, nato sull’isola dove c’è ancora la casa, visitabile.

Annunci

Mauritius, il fascino di Long Beach: “the Edge of Paradise”

Eleganza raffinata, semplicità e libertà: tutto all’Hotel Long Beach, novità dei lussuosi Sun Resorts di Mauritius, situato sulla penisola di Belle Mare, lungo la costa orientale dell’isola.
Dopo due anni di lavori da circa 65 milioni di euro, Long Beach è stato inaugurato ad aprile scorso. Si tratta di un resort 5 stelle all’interno di un parco di oltre 23 ettari (con 500.000 piante di 26 specie) affacciato su sette chilometri di spiaggia bianca profonda 40 metri (la più lunga e ampia spiaggia dell’isola), vicino a un’area di bassi fondali ideali per lo snorkelling e gli sport acquatici.
Il design contemporaneo-tropicale, l’impiego di materiali locali come il legno Balau e il basalto nero, tetti di paglia di canna e arredi pastello lo rendono una struttura pensata per accogliere una clientela di ospiti attivi che apprezzano la cultura e lo stile. Un prodotto, quindi, per  clientela colta ed esigente, ma anche per famiglie, gruppi, o anche incentive di alta qualità.
Allo stesso tempo, si tratta di un resort interamente ecosostenibile, come vuole la strategia dei Sun Resorts, rispettosa dell’ambiente e delle comunità locali, che forniscono frutta verdura e pesce, e ricevono formazione.
Long Beach è composto di 255 camere, tutte vista mare e ben attrezzate: ciascuna ha a disposizione 109 metri quadrati di spiaggia. Ci sono tra l’altro camere “family-friendly” comunicanti per le famiglie, molto spaziose, con due bagni e due TV con ampia scelta di programmi, anche per ragazzi (e anche in lingua italiana).
C’è poi tutta una serie di servizi ed attività dedicate a soddisfare le esigenze di chi viaggia con bambini e non solo: due Kids Club (per Angels, da 4 a 11 anni, e Waves Teens, da 12 a 17), tre bar e cinque ristoranti di cui uno in spiaggia e quattro sulla grande piazza (Le Marchè con sette scenografiche cucine a vista e l’italiano Sapori coordinato dallo chef Moreno Cedroni, poi un ristorante giapponese e uno cinese) e per cocktail e pesce fresco ci sono anche Tides Pool e Beach Bar. 
Nel giardino intorno ad un lago naturale c’è Sea Spa, il centro benessere con hamman e 12 sale per trattamenti di cosmetologia marina, talassoterapia Thal’ion che utilizza alghe francesi.
Infine tutto per lo sport, con palestra, tennis, calcetto, tiro con l’arco, ping pong, parete per arrampicata, basket e polos, oltre tutta la varietà di mare, dalla vela al windsurf, alle gite su barche con fondo di vetro (gratuite) e poi sci nautico, immersioni, pesca d’altura.
Inoltre, condizioni particolari sono previste per l’accesso al Golf Course di Le Touessrok, sulla vicina Isola dei Cervi (Ile aux Cerfs), con navetta gratuita e da novembre anche il green gratuito.

Fino a ottobre l’Hotel Long Beach offre un prezzo di lancio di circa 196 euro per la doppia con  mezza pensione per due.