Feed RSS

Archivi tag: Piemonte

Il Piemonte lancia la candidatura Unesco dei paesaggi vitivinicoli

Inserito il

Piemonte_Monferrato

Il Piemonte presenta ufficialmente la candidatura di Laghe-Roero e Monferrato per entrare nei siti Patrimonio dell’Umanità dell’Unesco. Il presidente della regione Roberto Cota ha, infatti, lanciato il progetto di candidatura de “I Paesaggi Vitivinicoli del Piemonte” a Roma nella sede di Unioncamere.
Il progetto di candidatura Unesco dei territori di Langhe-Roero e Monferrato rappresenta infatti un passaggio fondamentale per la Regione. Il territorio oggetto di candidatura è veramente un ‘unicum’, con peculiarità straordinarie sia sotto il profilo paesaggistico, che per quanto riguarda la cultura, la tradizione contadina e l’enogastronomia tipica piemontese.
Ai territori è dedicato un sito, paesaggivitivinicoli.it, sul quale oltre alla descrizione dei territori si possono trovare i valori sottesi alla candidatura e una sezione per sostenere la candidatura.

Puglia, l’italiana a sorpresa nella top ten mondiale delle wine destination

Inserito il

vino

È decima in top ten, ma è prima delle italiane. La Puglia è una delle Best Wine Travel Destinations 2013 secondo la classifica stilata dalla rivista Wine Enthusiast, che incorona la regione spagnola della Rioja regina mondiale delle mete enogastronomiche. Sul secondo gradino del podio il Danubio austriaco e sul terzo North & South Forks of Long Island, a New York.
La regione pugliese si posiziona decima, alle spalle di zone vinicole del Sudafrica, della California, del Brasile, degli Usa, dell’Australia, o del Portogallo. “La magica Puglia è una terra da scoprire – scrive il magazine -. E dire che la Puglia ha il miglior cibo d’Italia non è esagerato. Offre ingredienti freschi, pescati nel mare o raccolti dal più vicino albero”. Poi Wine Enthusiast elenca e consiglia alcuni ristoranti e masserie.
Alla top ten della rivista multicanale americana dedica un servizio Repubblica Viaggi, che mette in risalto soprattutto l’inaspettato successo pugliese sul altre regioni italiane di storica fama in tea di vini e specialità gastronomiche: “Né il Piemonte né la Toscana, per il 2013 la  meta italiana per gli amanti del vino è la Puglia.  I trulli hanno avuto la meglio sui castelli della Val d’Orcia e sui borghi di Langhe e Monferrato. Primitivo di Manduria, Negroamaro sono solo alcuni dei vini segnalati dal magazine statunitense che, nel suo giudizio, oltre alle bottiglie e ai piatti della regione segnala come in Puglia si possano trovare alcune delle spiagge migliori d’Italia oltre ad attrazioni storiche e culturali e a un mare da fare invidia”.

Via Francigena, concluso il progetto con l’apertura del quarto tratto

Si è concluso la scorsa settimana, con la presentazione del quarto tratto del percorso da Torino alla Liguria, il piano di valorizzazione e promozione della Via Francigena.
L’iniziativa, iniziata nel 2010, è stata affidata dalla Regione Piemonte all’Atl Turismo Torino e Provincia nell’ambito del Progetto Interregionale sulla Via Francigena. Il primo tratto aperto, due anni fa, è stato quello di Sigerico (attraverso il territorio Morenico-Canavesano, tratto che entra in Piemonte dalla Valle d’Aosta). In seguito il progetto è continuato con il percorso della Valle di Susa (che, con quello Monginevro/Arles, si collega con il cammino di Santiago di Compostela) e con il Torino-Vercelli.
Il quarto tratto, il cui titolo è “Via Francigena verso il mare. Città, borghi e colline del Monferrato”, attraversa i territori di Asti e Alessandria, in collaborazione con le Atl di Asti e Alessandria. Il percorso, di circa 170 km, con il coinvolgimento di 84 operatori privati, della ricettività, della ristorazione e dei prodotti artigianali e tipici, parte da Torino e si snoda nelle Province di Asti e Alessandria con un’offerta di beni culturali romanici, tra cui gran numero di edifici religiosi e abbazie romaniche che si incontrano in particolare nel territorio tra Torino e Asti, come l’Abbazia di Vezzolano.
Molti di questi siti sono stati inseriti nel progetto dell’Associazione Internazionale Transromanica, riconosciuta nel 2007 dal Consiglio Europeo quale ‘Grande Itinerario Culturale’.
Il materiale realizzato ad hoc (tradotto in inglese e francese) comprende una cartina geografica dell’area con l’indicazione del percorso, le distanze, i beni culturali, le aree di sosta, i luoghi dove mangiare, dormire e acquistare prodotti tipici, i cui indirizzi sono stati riportati sul retro. Sempre sul retro della cartina sono state inserite le descrizioni delle varie tappe del percorso e delle chiese e dei beni culturali presenti lungo il cammino. Il materiale è in distribuzione negli Uffici del Turismo di Torino e Provincia, di Asti e di Alessandria e alle principali fiere di settore a cui le Atl partecipano in Italia e all’estero.
Turismo Torino e Provincia ha inoltre realizzato un trailer, un video promozionale e un sito dedicato http://www.turismotorino.org/viafrancigena (tradotto in inglese, francese, spagnolo e tedesco), nel quale sono stati inseriti i 4 itinerari e tutte le descrizioni, le tracce gps e gli indirizzi utili.

Piemonte: nasce il portale delle Residenze Reali

Inserito il

Nasce http://www.residenzereali.it, il nuovo portale creato da Regione Piemonte e Turismo Torino e Provincia per promuovere le Residenze reali del Piemonte.
L’insieme delle ville e dei castelli, 21 in tutto il Piemonte, costituisce infatti un unicum a livello europeo, riconosciuto dall’Unesco come Patrimonio dell’Umanità nel 1997. La messa online dei portale è una parte di un ampio progetto di valorizzazione e promozione del circuito delle Residenze Reali, che vede la creazione di un prodotto turistico fruibile, in particolare dal punto di vista della mobilità sostenibile, e accessibile dal potenziale visitatore oltre che innovativo.
Il portale è in tre lingue (italiano, francese e inglese). L’utente può trovare tutte le informazioni sia sulle singole Residenze Reali che sugli eventi del territorio circostante e visualizzare la mappa che geolocalizza le singole Residenze.

Cineturismo: 100 milioni di turisti affollano i set

Viaggiatori alla scoperta dei set: è il fenomeno del cineturismo, un trend planetario che spinge 100 milioni di visitatori – principalmente americani e inglesi – a seguire le rotte delle produzioni cinematografiche e televisive. Quelli italiani sono in tutto 10 milioni, impegnati a curiosare tra le 1.700 location nostrane, meta di viaggio per circa 42 milioni di turisti stranieri.
Chi decide di seguire Don Matteo in sella a una bicicletta scoprirà i gioielli medievali di Gubbio, gli eleganti interni dei palazzi, la rete di ripide viuzze e vicoli dei quattro quartieri sui quali si affacciano le botteghe artigianali.
Stesso discorso vale per Elisa di Rivombrosa, nel primo anno di messa in onda della serie tv, infatti, il piemontese castello di Agliè ha decuplicato il numero dei visitatori: da 8.549 del 2003 a 92.091 del 2004 per assestarsi, nel 2006, a 57.056 presenze.
E nel 2001 Città della Pieve, location di Carabinieri, ha registrato invece una crescita del 20% delle presenze.
Nonostante i nomi dei luoghi e delle storie e non coincidano (l’immaginaria Vigata è Ragusa Ibla, Merfi è Menfi, Fiacca è Sciacca, Raccadali è Raffadali), il turismo in tutta la Sicilia del Sud-Est è cresciuto al ritmo del 12-14% l’anno a partire dal 1998, quando Montalbano si è affacciato sul piccolo schermo. Negli stessi luoghi della fiction sono aumentati in maniera esponenziale i bed & breakfast e gli agriturismi: da 65 nel 2001 ai 2.900 del 2006, molti dei quali intitolati al commissario, tra cui “La casa di Montalbano”, a Punta Secca.
Più recentemente è stato il Duomo di Milano, che certo non aveva bisogno di pubblicità, a veder aumentare i visitatori dopo aver fatto da quinta a Checco Zalone in Che bella giornata; mentre Castellabate nel Cilento (Salerno) protagonista del film Benvenuti al Sud ha visto crescere le presenze turistiche del 75% in un anno.
Per incentivare le riprese nel territorio, stanno proliferando le commissioni cinematografiche, generalmente private o miste, che in Italia sarebbero oltre 40. Tra alcune proposte di itinerari turistici a tema abbiamo quelli dell’associazione Amici di Roma che organizza tour della Dolce Vita e di Vacanze romane.
Per chi volesse visitare il set cinematografico per eccellenza, dove hanno lavorato registi del calibro di Fellini e Visconti, questo è un anno particolare: fino al 30 novembre Cinecittà, a Roma, festeggia i suoi 74 anni aprendo le porte al pubblico con “Cinecittà si Mostra” negli storici studi di via Tuscolana.

Castelli aperti: in mostra i tesori architettonici della Liguria

Inserito il

Anche la Liguria aderisce all’iniziativa “Castelli aperti”. L’iniziativa, lanciata dalla Regione Piemonte e dalle province di Cuneo, Alessandria e Asti 14 anni fa, prevede l’apertura da maggio ad ottobre di una novantina di dimore storiche che si snodano tra l’arco alpino cuneese, le colline di Langa e quelle monferrine di Asti e Alessandria, fino alle pianure verso il Po. La rassegna, che incontra sempre il successo del pubblico che in primavera ha voglia di trascorrere giornate all’aria aperta, circondati dal verde e dal colore delle fioriture, è stata estesa quest’anno ad un vero e proprio circuito che collega anche la Liguria e la Lombardia.
La rassegna comprende una grande varietà di strutture: dai castelli ai forti, dai giardini ai musei, dai palazzi alle ville, oltre 90 gioielli di architettura di secoli e stili differenti che permettono al visitatore di costruire su misura un gran numero di itinerari per scoprire un territorio ricco di storia e cultura. Il grande valore di Castelli Aperti sta nel comprendere all’interno della rassegna strutture generalmente di proprietà privata ed il visitatore può così accedere a dimore storiche solitamente di difficile accesso al pubblico.
Il 29 maggio, in concomitanza all’evento nazionale “Cantine Aperte”, le ville, i giardini e i castelli delle tre regioni saranno aperti al pubblico con iniziative ed eventi. Per l’occasione In Liguria saranno 17 i giardini e le ville che apriranno i loro battenti per ospitare i visitatori della rassegna e 14 le cantine aperte, saranno studiate iniziative di promozione e scontistica comune con “Cantine Aperte” per un insolito itinerario tra i profumi dei fiori e del nettare di Bacco.
La partecipazione della Liguria al progetto “Castelli Aperti” è un segno tangibile di continuità con un progetto sviluppato nel 2008 di “Un mare di Giardini” grazie al supporto dell’associazione Grandi Giardini Italiani che individuò una rete di 26 tra ville e giardini di eccellenza in Liguria. La brochure che le racchiude tutte con schede e info pratiche è scaricabile dal portale turistico regionale in italiano, inglese e tedesco. L’elenco completo delle ville liguri è disponibile su www.turismoinliguria.it  nella sezione “Vacanze a tema\Un mare di giardini”.

Altri giardini si stanno aggiungendo alla lista, per informazioni dettagliate: www.castelliaperti.it
E’ possibile scaricare il Calendario Aperture 2011 – Borghi, Ville e Castelli del Piemonte al seguente link

Bandiere Blu 2011: le spiagge più belle d’Italia

Inserito il

Anche quest’anno è stata pubblicata la lista delle località premiate con le Bandiere Blu 2011. Sono 233 le spiagge premiate quest’anno per 125 Comuni italiani, 2 in più rispetto al 2010. La classifica viene stilata ogni anno dalla Fondazione per l’educazione ambientale (Fee) in collaborazione il Consorzio nazionale batterie esauste (Cobat). Un riconoscimento speciale anche a 63 approdi turistici, due in più rispetto allo scorso anno. Le bandiere vengono assegnate a livello internazionale in base ad alcuni criteri che non riguardano solamente la qualità dell’acqua, ma anche la gestione ambientale, i servizi offerti e la sicurezza.
Alcune località entrano mentre ne escono altre.
Le new entry sono: Amendolara in Calabria, Gardone Riviera in Lombardia, Fasano in Puglia, Oristano e Castelsardo in Sardegna, Ispica e Lipari in Sicilia. Rientrano quest’anno Scanno in Abruzzo, Misano Adriatico in Emilia Romagna, Otranto in Puglia e Quartu Sant’Elena in Sardegna, mentre escono dalla classifica Gaeta nel Lazio, Castellaneta e Castro entrambi in Puglia.
La Liguria mantiene il primo posto della classifica con ben 17 Bandiere Blu, seguita a ruota a pari merito da Toscana e Marche con 16. Terza posizione per l’Abruzzo  che ne ha avute 14. Stabili rispetto allo scorso anno sono le bandiere della Campania (12) e dell’Emilia Romagna con 9, seguita dalla Puglia che ne ha ottenute 8. Il Veneto ne conferma 6 come la Sicilia, mentre il Lazio scende a quota 4 e viene superata così dalla Sardegna e dalla Calabria che ne hanno 5. Friuli Venezia Giulia rimane a 2 Bandiere Blu, mentre Molise e Basilicata ne conservano 1.

Tutte le località premiate con le Bandiere Blu 2011, divise per regione:

  • Abruzzo: Scanno, Rocca San Giovanni, Ortona, San Salvo, San Vito Chietino, Vasto, Fossacesia, Alba Adriatica, Pineto, Roseto degli Abruzzi, Martinsicuro, Silvi Marina, Tortoreto, Giulianova
  • Basilicata: Maratea
  • Calabria: Amendolara, Cariati, Cirò Marina – Punta Alice, Roccella Jonica, Marina di Gioiosa Jonica
  • Campania: Massa Lubrense, Positano, Vibonati – Villammare, Sapri, Montecorice – Agnone e Capitello, Pisciotta, Ascea Velia, Agropoli, Casal Velino, Centola – Palinuro, Castellabate, Pollica – Acciaroli Pioppi
  • Emilia Romagna: Misano Adriatico, Comacchio – Lidi comacchiesi, Cesenatico, San Mauro Pascoli – San Mauro Mare, Lidi Ravennati, Cervia, Bellaria Igea Marina, Rimini, Cattolica
  • Friuli-Venezia Giulia: Grado, Lignano Sabbiadoro
  • Lazio: Sabaudia, San Felice Circeo, Sperlonga, Anzio
  • Liguria: Moneglia, Chiavari, Lavagna, Bordighera, Camporosso, Lerici, Ameglia – Fiumaretta, Noli, Savona – Fornaci, Loano, Bergeggi, Albissola Marina, Albisola Superiore, Finale Ligure, Spotorno, Varazze, Celle Ligure
  • Lombardia: Gardone Riviera
  • Marche: Senigallia, Numana, Ancona Portonovo, Sirolo, Grottammare, San Benedetto del Tronto, Cupra Marittima, Porto San Giorgio, Porto S.Elpidio, Porto Recanati, Civitanova Marche, Potenza Picena – Porto, Gabicce Mare, Fano, Pesaro, Mondolfo – Marotta
  • Molise: Termoli
  • Piemonte: Cannobio Lido, Cannero Riviera
  • Puglia: Fasano, Otranto, Ostuni, Polignano a Mare, Rodi Garganico, Salve, Melendugno, Marina di Ginosa
  • Sardegna: Oristano – Torre Grande, Castelsardo – Ampurias, Quartu Sant’Elena – Poetto, La Maddalena – Punta Tegge – Spalmatore, Santa Teresa Gallura – Rena Bianca
  • Sicilia: Ispica, Lipari, Menfi, Fiumefreddo di Sicilia – Marina di Cottone, Ragusa – Marina di Ragusa, Pozzallo
  • Toscana: Monte Argentario, Castiglione della Pescaia, Grosseto – Marina di Grosseto e Principina a Mare, Follonica, Cecina, Piombino – Riotorto – Parco Naturale della Sterpaia, Livorno – Antignano e Quercianella, San Vincenzo, Castiglioncello e Vada di Rosignano Marittimo, Marina di Bibbona, Castagneto Carducci, Forte dei Marmi, Pietrasanta, Camaiore, Viareggio, Pisa – Marina di Pisa – Tirrenia – Calambrone
  • Veneto: Caorle, Cavallino Treporti, San Michele al Tagliamento – Bibione, Eraclea, Venezia – Lido di Venezia, Jesolo