Feed RSS

Archivi tag: polo

Polo, lo sport indiano per eccellenza

Inserito il

L’India è considerata la culla del moderno polo. Più di duemila anni fa a Costantinopoli, Isfahan, Jaipur e Damasco nasceva il gioco dei Re e proprio in India è stato riscoperto e coltivato. “Chaugan” era il nome dato dai persiani alla mazza e bastone; si passò poi al termine “pullu” o “pulu”, nome che indicava il legno con cui erano fabbricate le palle da gioco e da quest’ultimo termine si giunse all’odierno polo.
Babar, il fondatore della dinastia Mughal nel 15° secolo, consolidò la popolarità di questo gioco che si trasformò in gara, ma a causa del periodo di declino della dinastia Mughal e dell’insorgenza del dominio britannico, il polo quasi scomparve dal continente indiano. Fortunatamente il gioco è sopravvissuto in alcune regioni remote e montuose del subcontinente. Lontano dalle città e dai tumulti politici di quel tempo il polo ha continuato a essere praticato in modo tradizionale. È proprio alla sopravvivenza del gioco in queste aree remote del nord-est dello Stato di Manipur che il mondo deve la genesi del moderno sport, così com’è universalmente giocato oggi.
In India la popolarità del polo è stata discontinua, tuttavia, non ha mai perso il suo status regale. Negli ultimi decenni, si è assistito a una rinascita grazie alla presenza di società sportive; oggi non è solo limitato alle classi agiate o all’esercito indiano, ma si sta diffondendo anche tra la popolazione grazie a iniziative private e a nuove strutture dedicate. Il Ministero del Turismo Indiano continua a investire sul prodotto turistico di nicchia, per invogliare gli amanti dello sport, a giocare ed esplorare l’India attraverso il polo.

Annunci

Mauritius, il fascino di Long Beach: “the Edge of Paradise”

Eleganza raffinata, semplicità e libertà: tutto all’Hotel Long Beach, novità dei lussuosi Sun Resorts di Mauritius, situato sulla penisola di Belle Mare, lungo la costa orientale dell’isola.
Dopo due anni di lavori da circa 65 milioni di euro, Long Beach è stato inaugurato ad aprile scorso. Si tratta di un resort 5 stelle all’interno di un parco di oltre 23 ettari (con 500.000 piante di 26 specie) affacciato su sette chilometri di spiaggia bianca profonda 40 metri (la più lunga e ampia spiaggia dell’isola), vicino a un’area di bassi fondali ideali per lo snorkelling e gli sport acquatici.
Il design contemporaneo-tropicale, l’impiego di materiali locali come il legno Balau e il basalto nero, tetti di paglia di canna e arredi pastello lo rendono una struttura pensata per accogliere una clientela di ospiti attivi che apprezzano la cultura e lo stile. Un prodotto, quindi, per  clientela colta ed esigente, ma anche per famiglie, gruppi, o anche incentive di alta qualità.
Allo stesso tempo, si tratta di un resort interamente ecosostenibile, come vuole la strategia dei Sun Resorts, rispettosa dell’ambiente e delle comunità locali, che forniscono frutta verdura e pesce, e ricevono formazione.
Long Beach è composto di 255 camere, tutte vista mare e ben attrezzate: ciascuna ha a disposizione 109 metri quadrati di spiaggia. Ci sono tra l’altro camere “family-friendly” comunicanti per le famiglie, molto spaziose, con due bagni e due TV con ampia scelta di programmi, anche per ragazzi (e anche in lingua italiana).
C’è poi tutta una serie di servizi ed attività dedicate a soddisfare le esigenze di chi viaggia con bambini e non solo: due Kids Club (per Angels, da 4 a 11 anni, e Waves Teens, da 12 a 17), tre bar e cinque ristoranti di cui uno in spiaggia e quattro sulla grande piazza (Le Marchè con sette scenografiche cucine a vista e l’italiano Sapori coordinato dallo chef Moreno Cedroni, poi un ristorante giapponese e uno cinese) e per cocktail e pesce fresco ci sono anche Tides Pool e Beach Bar. 
Nel giardino intorno ad un lago naturale c’è Sea Spa, il centro benessere con hamman e 12 sale per trattamenti di cosmetologia marina, talassoterapia Thal’ion che utilizza alghe francesi.
Infine tutto per lo sport, con palestra, tennis, calcetto, tiro con l’arco, ping pong, parete per arrampicata, basket e polos, oltre tutta la varietà di mare, dalla vela al windsurf, alle gite su barche con fondo di vetro (gratuite) e poi sci nautico, immersioni, pesca d’altura.
Inoltre, condizioni particolari sono previste per l’accesso al Golf Course di Le Touessrok, sulla vicina Isola dei Cervi (Ile aux Cerfs), con navetta gratuita e da novembre anche il green gratuito.

Fino a ottobre l’Hotel Long Beach offre un prezzo di lancio di circa 196 euro per la doppia con  mezza pensione per due.