Feed RSS

Archivi tag: Puglia

“Sei in un Paese meraviglioso”: Autostrade promuove l’Italia

Inserito il

“Sei in un Paese meraviglioso. Scoprilo con noi”, è questo lo slogan con il quale Autostrade per l’Italia lancia i nuovi corner situati in 13 aree di servizio che ospitano una serie di proposte di itinerari nelle zone più vicine all’area.
Autostrade per l’Italia offre, infatti, agli automobilisti la possibilità di scoprire on the road le bellezze nascoste del territorio circostante. Nelle aree di servizio della rete troveranno un nuovo spazio, racchiuso simbolicamente in una grande cornice dorata, che propone una serie di itinerari di viaggio studiati in funzione del tempo disponibile: tre ore, mezza giornata, un giorno oppure due giorni.
L’iniziativa è già attiva in 6 aree di servizio: oltre a Giove Ovest-Orte, dove ha debuttato come progetto pilota sulla A1 Milano-Napoli, ci sono Canne della Battaglia Ovest-Barletta (A14 Bologna-Taranto), Piave Est-Conegliano (A27 Venezia-Belluno), Teano Est-Caianello (A1 Milano-Napoli), Montepulciano Est-Valdichiana (A1 Milano-Napoli), Arda Ovest-Fiorenzuola (A1 Milano-Napoli). A queste se ne aggiungeranno altre 7.
L’iniziativa è realizzata in collaborazione con il Touring Club Italiano, Slow Food Editore, il Ministero delle Infrastrutture e dei Trasporti, e con le Regioni (hanno già aderito Toscana, Emilia Romagna, Lombardia, Puglia, Marche e Molise).

Annunci

La top ten delle mete dell’estate 2013 secondo American Express

Inserito il

Vince il mare nell’estate 2013, almeno secondo American Express. L’agenzia di viaggi dell’azienda ha stilato una classifica delle mete più prenotate dai titolari di carte di credito. La classifica vede al primo posto la Grecia, che si conferma una delle mete protagoniste per questa stagione calda. Al secondo posto si piazza l’Italia (con Sardegna, Puglia e Sicilia il testa). E anche il gradino più basso del podio, conquistato dagli Stati Uniti, conferma in realtà la vittoria della vacanza mare: tra le mete più prenotate, infatti, spiccano Miami e i Caraibi.
Completano la top five il Mar Rosso e il Mediterraneo, sempre sull’onda del turismo balneare. La classifica prosegue, nell’ordine, con Disneyland Paris, Spagna, Polinesia, Maldive, Sudafrica.

Puglia, l’italiana a sorpresa nella top ten mondiale delle wine destination

Inserito il

vino

È decima in top ten, ma è prima delle italiane. La Puglia è una delle Best Wine Travel Destinations 2013 secondo la classifica stilata dalla rivista Wine Enthusiast, che incorona la regione spagnola della Rioja regina mondiale delle mete enogastronomiche. Sul secondo gradino del podio il Danubio austriaco e sul terzo North & South Forks of Long Island, a New York.
La regione pugliese si posiziona decima, alle spalle di zone vinicole del Sudafrica, della California, del Brasile, degli Usa, dell’Australia, o del Portogallo. “La magica Puglia è una terra da scoprire – scrive il magazine -. E dire che la Puglia ha il miglior cibo d’Italia non è esagerato. Offre ingredienti freschi, pescati nel mare o raccolti dal più vicino albero”. Poi Wine Enthusiast elenca e consiglia alcuni ristoranti e masserie.
Alla top ten della rivista multicanale americana dedica un servizio Repubblica Viaggi, che mette in risalto soprattutto l’inaspettato successo pugliese sul altre regioni italiane di storica fama in tea di vini e specialità gastronomiche: “Né il Piemonte né la Toscana, per il 2013 la  meta italiana per gli amanti del vino è la Puglia.  I trulli hanno avuto la meglio sui castelli della Val d’Orcia e sui borghi di Langhe e Monferrato. Primitivo di Manduria, Negroamaro sono solo alcuni dei vini segnalati dal magazine statunitense che, nel suo giudizio, oltre alle bottiglie e ai piatti della regione segnala come in Puglia si possano trovare alcune delle spiagge migliori d’Italia oltre ad attrazioni storiche e culturali e a un mare da fare invidia”.

Siti archeologici inaccessibili nel Sud Italia

I  siti archeologico del Sud Italia sono chiusi al pubblico. Questo almeno quanto emerge dal censimento dei siti archeologici realizzato da Mibac e presentato alla Borsa Mediterranea del Turismo Archeologico. Secondo l’indagine il 44 per cento delle aree archelogiche del Sud Italia non è aperto al pubblico, mentre un altro 19 per cento lo è, senza che si paghi alcun biglietto.
Le regioni prese in esame dal censimento sono Sicilia, Calabria, Campania, Puglia e Basilicata. Per quanto riguarda la Campania, fra Salerno, Avellino, Benevento e Caserta si contano nove anfiteatri e teatri, 13 ville all’aperto, 8 aree sacre superiori ai 2 ettari, un patrimonio in gran parte non gestito, che non produce nulla e si deteriora. Numeri molto diversi invece a Pompei: 2 milioni e 300mila visitatori all’anno. La macchina Pompei richiede uno stanziamento di 18 milioni annui e l’incasso dei biglietti è più o meno equivalente, sufficiente per la gestione ordinaria.
Buone notizie invece dall’area archeologica di Velia: grazie al trenini dell’iniziativa ‘In viaggio con Erodoto’, che partirà dalla prossima estate, ed ai fondi del Ministero per i Beni Culturali si potranno incrementare le visite, che nel 2011 sono state solo 30mila, a fronte delle 286mila dei templi di Paestum.

L’identikit del turista verde

Inserito il

Donna, residente nel Centro-Nord Italia, di età compresa tra i 40 e i 60 anni: è l’identikit del viaggiatore responsabile.
Un profilo tracciato sulla base del questionario redatto da L’Agenzia di Viaggi e sottoposto da Trenitalia ai soci Cartafreccia. Al quiz “Sei un viaggiatore responsabile?”, articolato in 10 domande, hanno risposto in una sola settimana di luglio 6.238 persone: nello specifico 3.395 donne e 2.843 uomini, di cui la metà ultraquarantenni. Gli under 25 si sono attestati invece a quota 800.
La regione più sensibile al tema della responsabilità si è dimostrata il Lazio con 1.995 questionari compilati, seguita dalla Puglia (661) e dalla Lombardia (624). Su oltre 6mila feedback, più della metà – in totale 3.491 utenti – ha ottenuto “tre foglioline”, vale a dire il massimo.
Circa il 90% degli intervistati ha dichiarato di utilizzare i mezzi pubblici nelle città d’arte e percorrere ampi tratti a piedi per visitare monumenti e musei; altrettanti hanno giurato di spegnere l’aria condizionata nella camera dell’hotel o abbassarla almeno di un grado. L’84% ha affermato di preferire aree attrezzate, giardini o parchi per gli spuntini, evitando di bivaccare davanti ai monumenti storici e alle chiese. Solo il 52% ha ammesso di evitare shampoo e sapone monodose, prediligendo gli alberghi che fanno uso di distrbutori ricaricabili; stessa percentuale per chi porta in valigia borse di tela o sporte di corda per trasportare gli acquisti.
Le domande del questionario sono state tratte dal “Vademecum del Viaggiatore Responsabile”, ispirato ai criteri di sostenibilità fissati dall’Unwto, l’Organizzazione mondiale del turismo dell’Onu. La regola numero uno? Pianificare un arrivo verde in treno.

Carnevale, la crisi in maschera

Inserito il

A Termini Imerese c’è il premier Mario Monti a cavallo di una botte di vino. A Viareggio sfila il fisco con le sembianze di Dracula, nel carro su Equitalia intitolato “Lasciate ogni speranza voi che entrate all’Agenzia”. Intanto, a Sciacca, va in scena il funerale del Carnevale. L’austerity imposta dal Patto di Stabilità non frena i festeggiamenti. Maschere e creazioni in cartapesta animano l’Italia, in un cocktail di satira post-Berlusconiana e tradizione. La crisi c’è, ma il Carnevale non muore. Male che vada, come si suol dire, “una risata ci seppellirà”.

In Sicilia, infatti, crisi economica, mafia, cartoon e videogame sono i temi dei carri allegorici dell’edizione 2012 del Carnevale di Termini Imerese, dal 12 al 21 febbraio. A valutarli sarà una giuria popolare e una tecnica. Vivemuci ri supra è il carro che sdrammatizza la crisi con il presidente Monti a cavallo di una botte di vino (www.ilcarnevaletermitano.it).
Dieci carri allegorico-grotteschi in cartapesta e sette carri infiorati sono, invece, i protagonisti del Carnevale di Acireale (CT), dal 4 al 21 febbraio (www. carnevalediacireale.it).
A Sciacca va in scena il Funerale del Carnevale. L’iniziativa è annunciata da un gruppo di artigiani. Con tanto di bara in cartapesta, sfilerà un finto corteo funebre per protestare contro la decisione del Comune di non organizzare l’edizione 2012 della festa in maschera per la mancanza di fondi pubblici (www.ilcarnevaledisciacca.com).
In Puglia, sul vascello di cartapesta i fantasmi hanno un nome: spread, bund, deafault, paura del contagio. È solo uno dei carri allegorici che si prepara a sfilare al Carnevale di Putignano (BA), giunto alla 618esima edizione. Sono quattro le giornate 5, 12, 19 e 21 febbraio in cui il corso principale e il centro storico del paese saranno invasi di colori, musiche e tradizioni (www.carnevalediputignano.it).
In Toscana le tasse arrivano al Carnevale di Viareggio con il primo carro dedicato a Equitalia. L’Agenzia delle Entrate prende le sembianze di un castello tetro e malandato protetto da pipistrelli (le tasse), dove il fisco ha le sembianze di Dracula. Le sfilate sono in programma il 5, 12, 19, 21, 26 febbraio, ma anche il 3 marzo (www.viareggio.ilcarnevale.com).
In Veneto, dalle grandi sfilate di maschere alle rievocazioni storiche, passando per gli eventi della tradizione, come il Volo dell’Angelo e la festa delle Marie, i balli e la musica dal vivo. Dall’11 al 21 febbraio il cuore del Carnevale di Venezia sarà il Gran Teatro di Piazza San Marco, il palco costruito sul modello dei teatri dell’800, dove il pubblico potrà assistere a spettacoli e concerti (www.carnevale.venezia.it).
Nel Lazio, la quarta edizione del Carnevale Romano è in programma dall’11 al 21 febbraio: le strade e le piazze della Capitale ospiteranno spettacoli di commedia dell’arte, fuochi barocchi, parate, mostre, attività per bambini. Secondo tradizione, il cuore della manifestazione è l’arte equestre, in omaggio all’evento principale del Carnevale rinascimentale, cioè la corsa dei cavalli berberi che aveva luogo in via del Corso. Lo show equestre si svolge in piazza del Popolo (www.carnevale.roma.it).
C’è poi anche il Carnevale di Tenerife, paragonato da alcuni addirittura a quello di Rio de Janeiro. Il Carnevale colora l’isola – e in particolare Santa Cruz – con sfilate, concerti, feste e celebrazioni. Il calendario degli eventi prende il via il 26 gennaio con la passerella dei carri allegorici e le danze folkloristiche, fino all’elezione della Regina del Carnevale e alla tradizionale cavalcata del 9 febbraio. La festa termina il 21 febbraio con L’Entierro de la Sardina.

Alla scoperta di Brindisi Cittàperte con innovazioni digitali

Chiese e palazzi, castelli e dimore storiche, musei e siti archeologici, natura e enogastronomia sono i contenuti che offre la sesta edizione di Brindisi Cittàperte, promossa dall’Azienda di Promozione Turistica di Brindisi, fino al 30 settembre, con qualche prolungamento autunnale, e che presenta come novità innovazioni digitali: audioguide e videoguide da scaricare dal portale viaggiareinpuglia.it e utilizzare su lettori mp3 o su ipod e lettori mp4, per farsi accompagnare durante le varie visite.
Il programma prevede visite a chiese e palazzi, castelli e dimore storiche, musei e siti archeologici, ad orari non stop, talvolta ad ingresso gratuito, fino ai vari appuntamenti con l’enogastronomia (itinerari guidati per forni a legna e masserie didattiche, incontri e osterie, visite ai numerosi frantoi) o a contatto con la natura.
Le audioguide e videoguide si possono scaricare dal portale viaggiareinpuglia.it e utilizzare su semplici lettori mp3 o su ipod e lettori mp4 per capire anticipatamente cosa sarà possibile vedere o per farsi accompagnare durante la visita. Inoltre, altra novità, vi è un app PugliaReality+, utilizzabile su iPhone e smartphone Android, per guardarsi attorno attraverso la telecamera, inquadrare e esplorare il territorio da visitare nelle vicinanze, individuare la presenza di siti interessanti e, se antichi e distrutti, come chiese e templi, ricostruirne l’aspetto originario del passato.
Con i tour virtuali si potranno ricostruire antiche città romane, come Egnazia, visitare ville nobiliari, rintracciare i porti dei Messapi, oppure ottenere informazioni per temi, dalle spiagge all’artigianato. Infine si potrà condividere la propria esperienza sulla nuova comunità dei viaggiatori PugliaXP.

Info e programma: http://www.viaggiareinpuglia.it