Feed RSS

Archivi tag: riserva privata

La novità Gambia

Inserito il

Una nuova destinazione per il mercato turistico italiano sempre in cerca di novità: la Gambia, piccolo Paese dell’Africa Occidentale affacciato sull’Oceano Atlantico e per il resto confinante con il Senegal.
Un Paese con solo 1.700.000 abitanti, che da oltre 30 anni ha una legislazione attenta a uno sviluppo che salvaguardi l’ambiente locale, caratterizzato da una rigogliosa flora e una fauna che vive in libertà in sette tra parchi nazionali e riserve naturali, visitabili in fuoristrada. Un Paese sicuro, con un governo stabile eletto ogni cinque anni da una popolazione cordiale e pacifica, composta da diverse tribù, tra le quali la predominante è la Mandingo. Ora può contare su oltre 900 km di strade asfaltate e illuminate notte e giorno, un aeroporto internazionale con attrezzature di prim’ordine nella capitale Banjul, dove atterrano numerose compagnie: Brazil Airlines, Tunisair, Royal Air Maroc, Spanish Air e, da ottobre, anche un volo diretto da Monaco di Baviera con Condor.
Negli ultimi due anni insieme al nuovo logo The Gambia-The Smiling Coast of Africa, sono sorti numerosi alberghi e ora il totale è di 18.000 posti letto, di diverse categorie da 2 a 5 stelle, e altri sono in costruzione, soprattutto in strutture di alto livello e sulla spiaggia.
Da sottolineare il Makasutu Ecolodge, a Brikama, non lontano dalla capitale e sul fiume Gambia che attraversa tutto il Paese, un lodge a 5 stelle che sorge in un’area che offre cinque diversi eco-sistemi e dove sono possibili molte escursioni per conoscere la selvaggia natura che lo circonda, le danze tribali e l’artigianato, insieme alla pesca e al birdwatching. E ancora, il Bird Safari Lodge, sull’isola fluviale di Mac Carthy, nel cuore della foresta tropicale, il Tendaba Camp sulla riva del fiume, nei pressi del Kiang West National Park, amato da naturalisti e ornitologi, e il Njawara Cultural Camp nel North Bank, vicino a un villaggio noto per le musiche tradizionali e i cantastorie.
Tra le molte attività possibili sul territorio, insieme a un campo da golf a 18 buche, The Fajara Club, da ricordare il birdwatching, per osservare le 500 specie di uccelli coloratissimi presenti sul territorio, e poi la pesca sia d’altura nell’Oceano che sul fiume, navigabile per oltre 300 km sia con battelli fluviali attrezzati per le crociere che con piroghe per interessanti itinerari tra le insenature e gli affluenti del grande fiume, con soste in ristoranti tipici sulla riva. Senza dimenticare la cultura con il sito archeologico di Wassu, dove c’è la più importante concentrazione di Stone Circles risalenti al 300 a.C. e la James Jsland, ora Kunta Kinte Island, dal nome dell’eroe del celebre romanzo Radici scritto da Alex Haley, nato sull’isola dove c’è ancora la casa, visitabile.

Annunci

Sabi Sabi, new look per Earth Lodge: i tesori del Sud Africa

Inserito il

Sabi Sabi annuncia il completamento dei lavori di restyling di Earth Lodge. Gli interventi curati e supervisionati dallo stesso proprietario di Sabi Sabi, Jacqui Loon, portano la firma dell’interior designer Stephen Rich. La ricchezza mineraria del Paese, gelosamente custodita nelle viscere di questa terra generosa, è il tema principale al quale si è ispirato il designer. Gli interni sono stati inoltre impreziositi da una collezione di sculture in legno realizzate da Geoffrey Armstrong.
Il Sudafrica offre paesaggi unici e ricchezze naturali di estrema bellezza; Stephen Rich ha voluto celebrare questo patrimonio, non solo impiegando materiali autoctoni, ma utilizzandoli come elementi di arredo creando lampade e poltrone che assumono le sembianze della fauna locale. Ognuna delle 12 lussuose suite si illumina di calore: i pavimenti sono ornati con pietre cangianti con tocchi di oro, rame e argento ed i lampadari, fatti a mano, con il loro scintillio rispecchiano le stelle della notte sudafricana. L’intervento ha interessato anche la costruzione di un ‘day bar’, un luogo magico dal quale assistere alla sfilata degli animali che popolano il bush. Gli ospiti possono rilassarsi e godersi un cocktail rinfrescante e la superba cucina preparata da chef gourmet.
Earth Lodge simboleggia una nuova era dei safari lodge di lusso. Immerso nella terra, quasi invisibile nel paesaggio, il lodge presenta un’architettura formata da spazi, luci e forme come nessun’altra struttura in precedenza. Descritto come il lodge più ecologicamente sensibile in Africa, Earth Lodge ha saputo ricreare al suo interno un ambiente che si avvale degli elementi presenti in natura.

http://www.sabisabi.com/