Feed RSS

Archivi tag: Salerno

Trenitalia: nuovo orario estivo, 100 fermate per i treni ad Alta velocità

Inserito il

Logo Trenitalia

Salgono a quota 100 le fermate delle Frecce Av di Trenitalia. Con il nuovo orario, in vigore da domenica 9 giugno, cresce il network delle stazioni servite dai treni Frecciarossa e Frecciargento, grazie anche all’inaugurazione della nuova stazione sotterranea di Bologna dedicata all’Alta velocità.
Fermata a Roma Tiburtina per 48 Frecciarossa e 38 Frecciargento; il Frecciarossa fermerà anche a Reggio Emilia e Forlì raddoppiando l’offerta Av sull’Adriatica con un Frecciarossa estivo che, ogni mattina, da Milano, Reggio Emilia Av e Bologna condurrà a Rimini, Riccione, Cattolica, Pesaro, Fano, Senigallia e Ancona.
Sempre dal 9 giugno, quattro Frecciarossa TorinoNapoli e due Frecciargento NapoliVenezia estenderanno la loro rotta fino a Salerno, incrementando anche le corse su Napoli. Aumenterà, inoltre, il numero dei Frecciarossa RomaTorino, che da 24 diventeranno 28 al giorno.

Annunci

Ntv investe: via al recruitment per 600 addetti

Italo

Nuove assunzioni in casa Nuovo Trasporto Viaggiatori. Ntv avvia infatti un recruitment per 625 nuove posizioni con una ricerca su tutto il territorio nazionale. Le figure ricercate sono hotess e steward che si dovranno occupare dell’accoglienza e dell’assistenza dei viaggiatori a bordo del treno e nelle stazioni.
Il recruitment è affidato alla società Adecco che passerà in rassegna su tutti i curriculum inviati prima di procedere ai colloqui per chi supererà la prima selezione. Le sedi di lavoro saranno Roma, Milano, Firenze, Venezia, Torino, Napoli, Salerno e Bologna. Ai candidati sarà offerto un contratto di apprendistato che prevede un percorso formativo sia teorico che on the job.

Siti archeologici inaccessibili nel Sud Italia

I  siti archeologico del Sud Italia sono chiusi al pubblico. Questo almeno quanto emerge dal censimento dei siti archeologici realizzato da Mibac e presentato alla Borsa Mediterranea del Turismo Archeologico. Secondo l’indagine il 44 per cento delle aree archelogiche del Sud Italia non è aperto al pubblico, mentre un altro 19 per cento lo è, senza che si paghi alcun biglietto.
Le regioni prese in esame dal censimento sono Sicilia, Calabria, Campania, Puglia e Basilicata. Per quanto riguarda la Campania, fra Salerno, Avellino, Benevento e Caserta si contano nove anfiteatri e teatri, 13 ville all’aperto, 8 aree sacre superiori ai 2 ettari, un patrimonio in gran parte non gestito, che non produce nulla e si deteriora. Numeri molto diversi invece a Pompei: 2 milioni e 300mila visitatori all’anno. La macchina Pompei richiede uno stanziamento di 18 milioni annui e l’incasso dei biglietti è più o meno equivalente, sufficiente per la gestione ordinaria.
Buone notizie invece dall’area archeologica di Velia: grazie al trenini dell’iniziativa ‘In viaggio con Erodoto’, che partirà dalla prossima estate, ed ai fondi del Ministero per i Beni Culturali si potranno incrementare le visite, che nel 2011 sono state solo 30mila, a fronte delle 286mila dei templi di Paestum.

Ntv verso Venezia: dal 3 ottobre i treni di Italo

Inserito il

Debutteranno il tre ottobre prossimo i collegamenti Ntv da Venezia, Mestre e Padova su Bologna, Firenze e Roma.
Il primo Italo partirà da Venezia alle 7,40 del mattino, con arrivo a Roma Tiburtina alle 11,20 (Ostiense 11,37) l’ultimo partirà alle 18,37, con arrivo sempre a Tiburtina alle 22,20 (22,37 a Ostiense). Il primo da Roma Ostiense partirà invece alle 7,24 (7,40 da Tiburtina) con arrivo a Venezia alle 11,23, l’ultimo sempre da Roma Ostiense alle 18,54 (19,10 da Tiburtina) con arrivo alle 22,53. Sei nuovi collegamenti, dunque, che diventeranno 10 entro la fine dell’anno, e che si aggiungono ai 28 attualmente già in esercizio.
La new entry va così ad aggiungersi al network dell’asse Nord-Sud tra Milano e Salerno e precede l’espansione a Nord Ovest con l’attivazione, nelle prossime settimane, del collegamento su Torino.

Cineturismo: 100 milioni di turisti affollano i set

Viaggiatori alla scoperta dei set: è il fenomeno del cineturismo, un trend planetario che spinge 100 milioni di visitatori – principalmente americani e inglesi – a seguire le rotte delle produzioni cinematografiche e televisive. Quelli italiani sono in tutto 10 milioni, impegnati a curiosare tra le 1.700 location nostrane, meta di viaggio per circa 42 milioni di turisti stranieri.
Chi decide di seguire Don Matteo in sella a una bicicletta scoprirà i gioielli medievali di Gubbio, gli eleganti interni dei palazzi, la rete di ripide viuzze e vicoli dei quattro quartieri sui quali si affacciano le botteghe artigianali.
Stesso discorso vale per Elisa di Rivombrosa, nel primo anno di messa in onda della serie tv, infatti, il piemontese castello di Agliè ha decuplicato il numero dei visitatori: da 8.549 del 2003 a 92.091 del 2004 per assestarsi, nel 2006, a 57.056 presenze.
E nel 2001 Città della Pieve, location di Carabinieri, ha registrato invece una crescita del 20% delle presenze.
Nonostante i nomi dei luoghi e delle storie e non coincidano (l’immaginaria Vigata è Ragusa Ibla, Merfi è Menfi, Fiacca è Sciacca, Raccadali è Raffadali), il turismo in tutta la Sicilia del Sud-Est è cresciuto al ritmo del 12-14% l’anno a partire dal 1998, quando Montalbano si è affacciato sul piccolo schermo. Negli stessi luoghi della fiction sono aumentati in maniera esponenziale i bed & breakfast e gli agriturismi: da 65 nel 2001 ai 2.900 del 2006, molti dei quali intitolati al commissario, tra cui “La casa di Montalbano”, a Punta Secca.
Più recentemente è stato il Duomo di Milano, che certo non aveva bisogno di pubblicità, a veder aumentare i visitatori dopo aver fatto da quinta a Checco Zalone in Che bella giornata; mentre Castellabate nel Cilento (Salerno) protagonista del film Benvenuti al Sud ha visto crescere le presenze turistiche del 75% in un anno.
Per incentivare le riprese nel territorio, stanno proliferando le commissioni cinematografiche, generalmente private o miste, che in Italia sarebbero oltre 40. Tra alcune proposte di itinerari turistici a tema abbiamo quelli dell’associazione Amici di Roma che organizza tour della Dolce Vita e di Vacanze romane.
Per chi volesse visitare il set cinematografico per eccellenza, dove hanno lavorato registi del calibro di Fellini e Visconti, questo è un anno particolare: fino al 30 novembre Cinecittà, a Roma, festeggia i suoi 74 anni aprendo le porte al pubblico con “Cinecittà si Mostra” negli storici studi di via Tuscolana.