Feed RSS

Archivi tag: scavi archeologici

Roma pedonalizza i Fori, serata di festa sabato 3 agosto

Inserito il

Fori Imperiali - Roma

Si avvicina la pedonalizzazione dei Fori imperiali a Roma. La nuova viabilità, e dunque il divieto di transito per le auto private, scatterà sabato 3 agosto alle 5.30 del mattino. Si tratta di una vera rivoluzione per il centro storico di Roma e per i romani.
L’evento, di portata storica, sarà celebrato con una serie di manifestazioni che vanno sotto il nome di ‘La notte dei Fori’ e partiranno sabato 3 alle ore 21.30. Ad aprire la serata saranno il sindaco, il presidente della Regione Lazio Nicola Zingaretti e altre autorità che sfileranno lungo via dei Fori Imperiali preceduti dalla Banda dei vigili urbani.
Accanto a questo apriranno i battenti i principali siti archeologici dell’area, visitabili gratuitamente con l’accompagnamento di guide ufficiali. Durante la serata, e lungo il percorso pedonale, sarà possibile assistere a performance teatrali, musicali e acrobatiche, spettacoli di artisti di strada.

Annunci

Bronzi di Riace fino al 2014 senza casa

Inserito il

Bronzi di Riace - Reggio CalabriaI Bronzi di Riace sono senza casa da 1.291 giorni. E ancora altri ne passeranno prima che le due statue famosissime possano tornare esposte nel museo della Magna Grecia a Reggio Calabria, chiuso per lavori da tre anni e mezzo.
I Bronzi attualmente sono sdraiati in una sala della sede del Consiglio Regionale della Calabria, e lì restano nell’indifferenza generale. Il museo doveva essere riaperto a fine 2010, in tempo per le celebrazioni del 150 anniversario dell’Unità d’Italia, ma i lavori sono come sempre slittati in avanti. La causa, un altro scandalo italiano, il lievitare abnorme dei costi, passati da 10 a 33 milioni di euro. L’ultimo appalto doveva essere chiuso il 6 giugno scorso e invece è slittato a metà luglio.
Per vederli nuovamente al loro posto è probabile si dovrà attendere la primavera del 2014.

Pompei: riapre la Casa degli Amorini dorati

Inserito il

Pompei

Non tutto va male a Pompei: mentre, infatti, la stampa dà notizie allarmanti sullo stato di conservazione del sito, la Soprintendenza speciale ai Beni archeologici di Napoli e Pompei restituisce ai visitatori la Casa degli Amorini dorati.
Dopo un accurato intervento di restauro, la Casa ha riaperto al pubblico venerdì 21 giugno. L’edificio, un’abitazione signorile, è una delle più rinomate di Pompei per gli affreschi ed i mosaici che documentano le varie fasi costruttive della domus. La casa deve il nome ad alcuni dischi di vetro con foglia d’oro in cui erano incisa la figura di un Amorino, che decoravano la stanza da letto matrimoniale del proprietario, di cui resta in sito uno solo degli esemplari.
I lavori di restauro hanno interessato il rifacimento delle coperture, il restauro delle strutture, la pulitura ed il consolidamento delle pitture parietali, la pulitura e il consolidamento dei pavimenti a mosaico. Infine è stato ripristinato il giardino al centro del peristilio ed un piccolo giardinetto interno.

L’Iran torna nella programmazione de I Viaggi dell’Elefante

Inserito il

Imam Moschea - Isfahan - Iran

Viaggi dell’Elefante ha deciso: dopo circa cinque anni di sospensione è finalmente arrivato il momento di riproporre l’Iran. Il tour operator, che programma la destinazione da oltre trent’anni, ha voluto rimetterla in primo piano rispondendo così alle richieste della clientela.
Il prodotto proposto è un tour di 8 giorni extracatalogo, la cui prossima partenza è fissata per il 19 aprile. L’itinerario, presentato sul sito dell’operatore, è quello classico che include le città di maggior interesse (Isfahan e Shiraz) e i siti archeologici achemenidi più importanti (Persepoli, Naqsh-e-Rustan e Pasargade).
Oltre alla partenza da Roma del 19 aprile sono previste altre due partenze: il 2 agosto da Milano e il 9 agosto da Roma. Su richiesta si può decollare anche da altri aeroporti italiani.

Pompei, parte il concorso di idee per valorizzare il turismo

Pompei

È partito il concorso internazionale di idee per Pompei, che resterà aperto 60 giorni. L’avviso pubblico, promosso dal ministro per la Coesione territoriale, Fabrizio Barca, dal ministro per i Beni e le Attività Culturali, Lorenzo Ornaghi, e dal Comune di Pompei, è stato pubblicato da Invitalia.
Il concorso punta a valorizzare il territorio cittadino partendo dai due grandi poli di attrazione: il Sito Archeologico e il Santuario. Le proposte devono perciò puntare a dare concretezza alle ampie potenzialità dei due grandi attrattori e alle loro possibili sinergie con altri asset locali, anche con l’obiettivo di rendere la città più attraente, accogliente e vivibile e la filiera turistica-culturale locale più competitiva.
Il bando elenca una serie di possibili linee guida degli interventi, fra i quali favorire l’allungamento del tempo di permanenza dei visitatori anche attraverso l’individuazione di ulteriori fattori di attrazione, promuovere iniziative e attività integrative e collaterali agli attrattori, rafforzare il sistema di offerta, migliorando il livello di qualità di servizi e infrastrutture per i visitatori, valorizzare i contesti limitrofi e le aree a servizio dei due grandi attrattori e altri asset del territorio.

Speciale San Valentino: le mostre più belle e i musei gratuiti in Italia

Degas Torino

Tante le novità di quest’anno per tutti gli appassionati d’arte e cultura e ingressi gratuiti nei musei di Stato in alcuni giorni. L’ultima domenica di ogni mese, per esempio, si entra gratis in tutti i musei promossi dal Ministero per i Beni e le Attività Culturali. Sono circa 419 i musei e i siti archeologici a ingresso gratuito. Un altro progetto riguarda l’apertura serale, sempre una volta al mese, di almeno i 30 musei più importanti d’Italia.
Una bella iniziativa per il giorno di San Valentino, con la promozione Due per Uno, è dedicata alle coppie che desiderano visitare un museo e che possono entrare in tutti i luoghi d’arte statali in due con un solo biglietto.
Per quanto riguarda le mostre, il 2013 è un anno ricco di grandi eventi in tutta Italia. Nei musei più importanti del nostro Paese si possono ammirare le opere di artisti come Degas, Leonardo da Vinci, Tiepolo, Brueghel, Dalì, Mirò e di molti altri maestri della pittura e della fotografia. Un’occasione per organizzare una gita fuori porta di un giorno o di un intero weekend.

Alcune delle più belle mostre in corso:

  • Edgar Degas a Torino (Palazzo Ducale, fino al 7 aprile 2013), la più importante mostra che l’Italia abbia dedicato a Degas negli ultimi decenni. Il Musée d’Orsay di Parigi, che conserva le opere più rappresentative del pittore, accetta di privarsi per quattro mesi di 80 capolavori, tra dipinti, disegni e sculture, come Prove di balletto in scena, Bagnanti sull’erba e Il défilé. La mostra torinese rivela il percorso di un genio straordinario, protagonista di quella stagione artistica nella Parigi di fine Ottocento.
  • Joan Mirò a Genova (Palazzo Ducale, fino al 7 aprile 2013): l’Appartamento del Doge nel Palazzo Ducale di Genova ospita una mostra dedicata al grande artista catalano con 80 opere mai giunte prima nel nostro Paese, tra cui 50 olii di sorprendente bellezza e di grande formato, come Femme dans la rue, Oiseaux e altre senza titolo.
  • Salvador Dalì a Firenze (Palazzo Medici Riccardi, fino al 25 maggio 2013), mostra interamente dedicata al famoso artista surrealista spagnolo con una vasta collezione di sculture, grafiche rare, mobili surrealisti, oggetti in vetro e collage originali.
  • Steve McCurry a Genova (Palazzo Ducale, fino al 7 aprile 2013): un’antologia che comprende oltre 200 foto scattate nel corso degli oltre trent’anni della sua carriera fotografica, tra cui le sue immagini più famose, a partire dal ritratto della ragazza afgana dagli occhi verdi.
  • Brueghel a Roma (Chiostro del Bramante, fino al 2 giugno 2013: la prima grande esposizione mai realizzata a Roma dedicata alla celeberrima stirpe di artisti. Un’occasione unica per ammirare i capolavori di un’intera dinastia, attiva tra il XVI e il XVII secolo, e ripercorrerne la storia di oltre 150 anni.

Musei italiani aperti a Natale e Capodanno

Apertura straordinaria per il musei e le aree archeologiche statali il giorno di Natale e il giorno di Capodanno. Per rendere più agevole ai turisti in visita in Italia e più accessibile per gli stessi italiani il patrimonio, il 25 dicembre e il 1 gennaio il Ministero per i Beni e le Attività Culturali ha disposto, infatti, l’apertura straordinaria di una serie di musei e aree archeologiche fra le principali del Paese.
In giornate tradizionalmente di riposo per la maggior parte degli italiani, il Ministero offre a tutti una possibilità di crescita culturale nell’ottica di valorizzare ed aumentare la fruizione del nostro inestimabile patrimonio artistico. Dal Nord al Sud del Paese, molte le proposte per trascorrere un Natale e un primo dell’anno all’insegna della cultura.
Fra i siti che resteranno aperti alcuni dei più famosi musei e aree archeologiche del Paese, come gli Scavi di Pompei, gli scavi di Ercolano in Campania e la Galleria degli Uffizi a Firenze.