Feed RSS

Archivi tag: sculture

Speciale San Valentino: le mostre più belle e i musei gratuiti in Italia

Degas Torino

Tante le novità di quest’anno per tutti gli appassionati d’arte e cultura e ingressi gratuiti nei musei di Stato in alcuni giorni. L’ultima domenica di ogni mese, per esempio, si entra gratis in tutti i musei promossi dal Ministero per i Beni e le Attività Culturali. Sono circa 419 i musei e i siti archeologici a ingresso gratuito. Un altro progetto riguarda l’apertura serale, sempre una volta al mese, di almeno i 30 musei più importanti d’Italia.
Una bella iniziativa per il giorno di San Valentino, con la promozione Due per Uno, è dedicata alle coppie che desiderano visitare un museo e che possono entrare in tutti i luoghi d’arte statali in due con un solo biglietto.
Per quanto riguarda le mostre, il 2013 è un anno ricco di grandi eventi in tutta Italia. Nei musei più importanti del nostro Paese si possono ammirare le opere di artisti come Degas, Leonardo da Vinci, Tiepolo, Brueghel, Dalì, Mirò e di molti altri maestri della pittura e della fotografia. Un’occasione per organizzare una gita fuori porta di un giorno o di un intero weekend.

Alcune delle più belle mostre in corso:

  • Edgar Degas a Torino (Palazzo Ducale, fino al 7 aprile 2013), la più importante mostra che l’Italia abbia dedicato a Degas negli ultimi decenni. Il Musée d’Orsay di Parigi, che conserva le opere più rappresentative del pittore, accetta di privarsi per quattro mesi di 80 capolavori, tra dipinti, disegni e sculture, come Prove di balletto in scena, Bagnanti sull’erba e Il défilé. La mostra torinese rivela il percorso di un genio straordinario, protagonista di quella stagione artistica nella Parigi di fine Ottocento.
  • Joan Mirò a Genova (Palazzo Ducale, fino al 7 aprile 2013): l’Appartamento del Doge nel Palazzo Ducale di Genova ospita una mostra dedicata al grande artista catalano con 80 opere mai giunte prima nel nostro Paese, tra cui 50 olii di sorprendente bellezza e di grande formato, come Femme dans la rue, Oiseaux e altre senza titolo.
  • Salvador Dalì a Firenze (Palazzo Medici Riccardi, fino al 25 maggio 2013), mostra interamente dedicata al famoso artista surrealista spagnolo con una vasta collezione di sculture, grafiche rare, mobili surrealisti, oggetti in vetro e collage originali.
  • Steve McCurry a Genova (Palazzo Ducale, fino al 7 aprile 2013): un’antologia che comprende oltre 200 foto scattate nel corso degli oltre trent’anni della sua carriera fotografica, tra cui le sue immagini più famose, a partire dal ritratto della ragazza afgana dagli occhi verdi.
  • Brueghel a Roma (Chiostro del Bramante, fino al 2 giugno 2013: la prima grande esposizione mai realizzata a Roma dedicata alla celeberrima stirpe di artisti. Un’occasione unica per ammirare i capolavori di un’intera dinastia, attiva tra il XVI e il XVII secolo, e ripercorrerne la storia di oltre 150 anni.
Annunci

Washington: mostre di Picasso, Mirò e… un menù catalano

Inserito il

Ricca stagione di mostre a Washington. Dal 9 gennaio fino al 6 maggio alla National Gallery of Art viene presentata Picasso’s Drawings, 1890-1921, una sessantina di opere che spaziano in un periodo di 30 anni, dai primi studi accademici del fine ‘800 fino alle grandi opere dei primi anni 20, includendo le innovazioni radicali del cubismo e del collage. L’ingresso alla mostra è gratuito.
Dal 6 maggio al 12 agosto entra in scena, sempre alla National Gallery of Art, Joan Mirò. L’amore dell’artista per la sua terra natale, la Catalogna, e la sua reazione alla guerra civile spagnola sono i temi principali di questa rassegna che raccoglie 80 opere, tra cui dipinti, lavori su carta e sculture. La National Gallery of Art Gallery sarà l’unica tappa americana di questa mostra a ingresso gratuito (gratuite anche le visite guidate in italiano). Per l’occasione lo chef spagnolo Josè Andres creerà un menù speciale ispirato alla Catalogna da gustare presso il Garden Cafè all’interno della National Gallery of Art.

Sabi Sabi, new look per Earth Lodge: i tesori del Sud Africa

Inserito il

Sabi Sabi annuncia il completamento dei lavori di restyling di Earth Lodge. Gli interventi curati e supervisionati dallo stesso proprietario di Sabi Sabi, Jacqui Loon, portano la firma dell’interior designer Stephen Rich. La ricchezza mineraria del Paese, gelosamente custodita nelle viscere di questa terra generosa, è il tema principale al quale si è ispirato il designer. Gli interni sono stati inoltre impreziositi da una collezione di sculture in legno realizzate da Geoffrey Armstrong.
Il Sudafrica offre paesaggi unici e ricchezze naturali di estrema bellezza; Stephen Rich ha voluto celebrare questo patrimonio, non solo impiegando materiali autoctoni, ma utilizzandoli come elementi di arredo creando lampade e poltrone che assumono le sembianze della fauna locale. Ognuna delle 12 lussuose suite si illumina di calore: i pavimenti sono ornati con pietre cangianti con tocchi di oro, rame e argento ed i lampadari, fatti a mano, con il loro scintillio rispecchiano le stelle della notte sudafricana. L’intervento ha interessato anche la costruzione di un ‘day bar’, un luogo magico dal quale assistere alla sfilata degli animali che popolano il bush. Gli ospiti possono rilassarsi e godersi un cocktail rinfrescante e la superba cucina preparata da chef gourmet.
Earth Lodge simboleggia una nuova era dei safari lodge di lusso. Immerso nella terra, quasi invisibile nel paesaggio, il lodge presenta un’architettura formata da spazi, luci e forme come nessun’altra struttura in precedenza. Descritto come il lodge più ecologicamente sensibile in Africa, Earth Lodge ha saputo ricreare al suo interno un ambiente che si avvale degli elementi presenti in natura.

http://www.sabisabi.com/