Feed RSS

Archivi tag: tessuti

Thailandia, Indocina, Birmania e Filippine con Hotelplan

Inserito il

hotelplan

La programmazione invernale di Hotelplan si  arricchisce di quattro destinazioni del Sud Est Asiatico: Thailandia, Indocina, Birmania, Filippine, protagoniste del nuovo catalogo  dell’operatore con validità annuale novembre 2012-ottobre 2013. Una  brochure di 84 pagine ricca di novità e proposte, che affianca  “Indonesia, Singapore, Malesia” già in agenzia di viaggi.

Thailandia
La  Thailandia presenta importanti inediti sia per gli itinerari che per i  soggiorni balneari. Al “Nord Classico” si affiancano le new  entry “Nord Classico Reverse”, “Antiche capitali”, “Templi e foreste”“Via Reale Khmer”.
Il primo, partendo da Chiang Rai, prevede l’incontro  con le minoranze etniche dell’area quali gli Yao, gli Akha, i Karen e i  Lahu, oltre ovviamente a una passeggiata a dorso di elefante. “Antiche  Capitali” dopo aver risalito il fiume Chao Praya fino a Bang Pa In,  prosegue poi via terra fino a Chiang Rai e al famoso Triangolo d’Oro.  “Templi e Foreste”, sempre con partenza dalla capitale, dopo una sosta  al celebre ponte sul fiume Kwai, si dirige verso sud, alla scoperta  della baia, circondata di vette, di Khao Chong Krajok, attraverso  piantagioni di cocco e villaggi famosi per i broccati di seta con oro e  argento, il misticismo di Phra Borom That Chaiya con le reliquie del  Buddha per giungere poi al famoso Khao Sok National Park. Infine “Via  Reale Khmer” abbina una crociera sul Mekong alle antiche pitture  rupestri di Pha Taem e agli inconfondibili templi di Angkor in Cambogia.
Tutti  i tour – di gruppo o individuali – offrono la guida parlante italiano e  propongono una terza tipologia di sistemazione alberghiera, più  economica, che completa la gamma. Sempre ampio il panorama di hotel e  resort in tutte le mete balneari più belle, dalla classica Phuket alle  meno conosciute Koh Chang e Koh Kood, e alla new entry della  programmazione, Koh Lipe.

Indocina
Novità anche per l’Indocina  con itinerari che consentono non solo di ammirare le bellezze dei  singoli Paesi, ma anche di combinarle in un unico grande viaggio, il  “Grand tour dell’Indocina”. Un itinerario di 14 giorni tra Laos, Vietnam e Cambogia, dagli splendori dell’area tra Luang Prabang e Vientian,  fino al territorio vietnamita, tra Hanoi e la vecchia Saigon, per  concludere, in Cambogia, tra gli spettacolari Templi di Angkor e Phnom  Penh. È prevista anche la possibilità di effettuare un soggiorno  balneare in Cambogia, a Song Saa.

Birmania
La Birmania, che  registra un interesse crescente, amplia l’offerta di viaggi a bordo della nave Road to Mandalay, by Orient Express, con proposte anche di  tre e quattro notti.

Filippine
Infine le Filippine, prodotto di  nicchia, capaci di regalare una natura paradisiaca sopra e sotto il  mare. Numerose le proposte mare sul catalogo, dall’isola di Palawan fino  alla perla delle Visayas, l’isola di Boracay, conosciuta in tutto il  mondo per la splendida White Beach.

Viaggio in Bangladesh firmato GoAsia

Inserito il

Per gli amanti dei viaggi GoAsia propone un viaggio alternativo e ricco di emozioni in Bangladesh.
L’itinerario tocca tesori archeologici, natura incontaminata e grandi città, come la capitale Dhaka, con i suoi ricchi monumenti del passato, i coloratissimi risciò, le distese di risaie e campi di juta che fanno da sfondo alle moschee.
Da Dhaka ci si trasferisce a Bogra, passando per il ponte panoramico di Jumana, il più lungo del mondo dopodiché visita al museo di Mohasthanghor. A seguire partenza per Pahapur, visita al monastero buddista e museo archeologico.
Giorno successivo trasferimento a Rajshahi per la visita ad alcune fabbriche della seta e al Barendra Research Museum.
Il quinto giorno sarà dedicato alla scoperta di Puthia, città che vanta il maggior numero di edifici hindu di importanza storica. Il monumento che colpisce di più è il Govinda Temple, costruito nel ‘800. Molto belli anche il tempio hindu di Siva e il Jagannath Temple, del XVI secolo. A seguire, trasferimento a Bogerhat, per visitare i siti appartenenti al patrimonio dell’Unesco, il Sixty Domed Mosque, il Mauseleo di Khan Jahan Ali e un enorme stagno di coccodrilli.
Il “clou” del viaggio è offerto dalla mini-crociera lungo il Gange con imbarco a Mongla alla scoperta del parco nazionale di Sundarbans che vanta la fascia litoranea di mangrovie più grande del mondo e rappresenta uno degli ecosistemi più ricchi e complessi che si possono trovare nel nostro pianeta. Da Sundarbans si passa a Kochikhali/Harbaria, sulla via di ritorno per Dhaka per le ultime escursioni di vecchi templi hindi, il museo della città e la Curzon Hall, il Parlamento nazionale, edificio maestoso considerato la più vecchia meraviglia architettonica di Louis I. Khan.

India, il paradiso dello shopping

Inserito il

La scelta e le tentazioni dello shopping in India sono vaste quanto le sue dimensioni. Qui sono prodotti tessuti molto particolari, con colori e qualità impossibili da trovare in altri luoghi. Le sete, spesso intessute di fili d’oro, e i cotoni sono un classico degli acquisti, come i sari e gli scialli, tesori dell’arte e dell’artigianato indiano offrono una varietà infinita di proposte.

Per i patiti dello shopping non può certamente mancare una visita nei bazaar. Ogni città in India ha più di un bazaar, con esposizioni di frutta, spezie, tessuti, oggettistica e sari di ogni misura e colore. Qui si possono trovare piatti, vasi e coppe di marmo intarsiato di pietre dure, monili di tormaline multicolori, oggetti in ebano o in legno di sandalo, di ottone o di cuoio o di terracotta. I prezzi sono molto economici, con una scelta infinita e si può trascorrere un intero pomeriggio a provare di tutto, sempre accolti da un sorriso e molta disponibilità.
Come alternativa ci sono gli empori statali dislocati in quasi tutte le grandi città e dove si possono acquistare tappeti in lana e in seta dagli stupendi disegni, pietre dure, zaffiri, rubini, smeraldi, pietre di luna, perle e gioielli d’oro a 22 carati. La qualità dei prodotti è buona. I gioielli e metalli preziosi vanno a peso con prezzi fissi.
Ma la Regione che è certamente il paradiso dello shopping è Il Rajasthan. Nelle città dei maharajah, tra visite agli antichi palazzi reali, città fortificate, escursioni nel deserto, è impossibile resistere alla tentazione di una stoffa, un gioiello o un dipinto. Ogni città è famosa per un suo prodotto specifico: Jaipur è rinomata per i gioielli, Jodhpur è famosa per l’antiquariato e i tessuti, Udaipur per la pittura e le rilegature e Jaisalmer per i tessuti.

Un consiglio prima di partire per l’India: al chek-in imbarcate una valigia “light”!