Feed RSS

Archivi tag: Urbino

Trekking urbano nelle Marche, a spasso per le vie della città

Inserito il

Si tinge di tricolore l’VIII edizione della Giornata Nazionale del Trekking Urbano. L’iniziativa, un modo nuovo di fare turismo rivolto agli amanti dell’arte e della natura, quest’anno è dedicata al 150° dell’Unità d’Italia ed è in programma per lunedì 31 ottobre nelle principali città italiane.

Nelle Marche sono cinque gli appuntamenti in programma.
Dopo l’anteprima di domenica 2 ottobre a Sant’Elpidio a Mare, dove addentrandosi tra vicoli, strettoie, scalette e musei si potranno ammirare i luoghi più suggestivi della città (info tel. 0734.8196373, partenza dall’Ufficio Turistico di Sant’Elpidio a Mare ore 9.30 – Iscrizione e partecipazione gratuita), in ordine alfabetico abbiamo Ancona dove domenica 30 ottobre si ripercorreranno i luoghi della battaglia di Monte Pelago. Il percorso si snoderà da Forte Altavilla, proseguirà lungo via Pietralacroce e via Del Conero, dove sorgono Villa Fazioli e Villa Lollini. L’itinerario si concluderà a Forte Garibaldi. Lunedì 31 ottobre a Villa Fazioli si terrà un’esposizione di cimeli risorgimentali. Tempo di percorrenza 2 ore e 30 minuti, lunghezza del percorso 1,5 km, difficoltà media, tel. 071.2225066 – 67, http://www.comune.ancona.it.
Ad Ascoli Piceno si partirà da Piazza Arringo dove si trovano la Cattedrale, il Palazzo dell’Episcopio e il Palazzo Comunale. Si proseguirà con il Tempio romano di Vesta e, attraversando il Ponte Cartaro, si giungerà all’antico ex Opificio Papale. Passando per il quartiere della Piazzarola si raggiungerà il Colle dell’Annunziata dove si visiterà l’antico ex Convento. Si scenderà poi al Teatro Romano e a Porta Gemina. Attraverso una delle strade più suggestive dell’Ascoli medievale si arriverà infine in Piazza del Popolo. Tempo di percorrenza 3 ore, lunghezza 5,4 km, difficoltà media, tel. 0736 298204 – 298334, http://www.comune.ascolipiceno.it.
A Fermo il percorso si muoverà alla scoperta di alcuni protagonisti del territorio che hanno contribuito a scrivere alcune pagine della storia d’Italia. In quest’ottica sono stati selezionati tre poli di interesse che corrispondono ad altrettanti palazzi storici fermani. Si partirà da Via Montani, si percorrerà Corso Cavour, si visiterà Villa Vinci e, attraversando Via Mazzini, si arriverà in Piazza del Popolo. Tempo di percorrenza 2 ore, lunghezza 2 km, difficoltà media, prenotazione obbligatoria, tel. 0734.217140 – 511197.
Le memorie che si riscoprono percorrendo il centro storico di Macerata sono tanto significative ed abbondanti da permettere una veloce rilettura di tutto il Risorgimento. Il percorso tocca le vie del centro dove affiorano le vicende dei primi moti carbonari e le figure di patrioti ed esponenti del mondo legati alla città. Il percorso partirà dallo Sferisterio, attraverso Porta San Giuliano arriverà alla Basilica della Madonna della Misericordia, al Municipio, alla sede della Provincia, al Circolo Il giardinetto, a Palazzo Cioci, a Palazzo Torri, per concludersi al Monumento a Giuseppe Garibaldi. Tempo di percorrenza 1 ora e 30 minuti, lunghezza 1,5 km, difficoltà bassa, tel. 0733 256382 – 234807, http://www.comune.macerata.it.
La città di Urbino propone un percorso scandito da letture suggerite da studiosi ed appassionati di arte e storia che conduce alla riscoperta di palazzi e monumenti di metà Ottocento. Si partirà da Porta Santa Lucia, si proseguirà fino a via Santa Margherita. Si continuerà verso Piazza della Repubblica, dove sorge il complesso del Collegio Raffaello. Si visiterà Palazzo Corboli, si procederà scendendo verso il quartiere ebraico e la Sinagoga per poi risalire a Corso Garibaldi e al Teatro Sanzio attraversando la Data, le antiche stalle ducali. Tempo di percorrenza 2 ore e 30 minuti, lunghezza 3 km, difficoltà media, tel. 0722.2613.

Info e programmi dettagliati dei percorsi disponibili al seguente link

Urbino inaugura il Festival della casciotta

Inserito il

Prenderà il via il 14 e 15 maggio 2011 la prima edizione del Festival della casciotta di Urbino, che prevede mostre-mercato, incontri con esperti, concorsi culinari, laboratori enogastronomici, percorsi degustativi, visite guidate ai caseifici della zona, premiazioni e concerti.
In occasione della manifestazione, per tutto il mese di maggio, osterie e ristoranti urbinati proporranno menu speciali in cui protagonista indiscusso sarà il formaggio.

Apertura musei e siti archeologici statali nelle festività pasquali

Inserito il

Domenica 24 aprile e lunedì 25 aprile 2011 gran parte dei musei, monumenti e siti archeologici statali saranno aperti al pubblico e ai turisti per le festività pasquali.
“Cittadini e turisti – dichiara il Ministro per i Beni e le Attività Culturali, Giancarlo Galan – potranno godere, nei giorni di Pasqua e Pasquetta, dello straordinario patrimonio culturale nazionale, reso in gran parte fruibile grazie alla disponibilità e alla sensibilità del personale del Ministero. Invito tutti a cogliere questa occasione per celebrare al meglio le imminenti festività”.

A Roma si segnala l’apertura nei giorni di Pasqua e Pasquetta di tutti i siti della Soprintendenza Speciale per i Beni Archeologici, tra cui Colosseo, Foro Romano e Palatino, gli Scavi di Ostia Antica, le diverse sedi del Museo Nazionale Romano – Crypta Balbi, Palazzo Altemps, Palazzo Massimo e Terme di Diocelziano – le Terme di Caracalla, il Museo Nazionale dell’Alto Medioevo, il Museo della via Ostiense. Sempre a Roma, rimarranno aperte sia domenica che lunedì tutte le sedi del Polo Museale: Galleria Borghese, Castel Sant’Angelo, Galleria Corsini, Galleria Spada, Palazzo Barberini, Palazzo Venezia e il Museo degli Strumenti Musicali. Ancora nella Capitale si potrà visitare il Museo d’Arte Orientale “Giuseppe Tucci”, la Galleria Nazionale di Arte Moderna e, nella sola giornata di lunedì 25 aprile, il Museo Preistorico Etnografico “Luigi Pigorini”.
A Tivoli aperte sia a Pasqua che a Pasquetta Villa d’Este e Villa Adriana.

A Firenze saranno visitabili nel giorno di Pasqua e Pasquetta la Galleria degli Uffizi, La Galleria dell’Accademia, la Galleria Palatina e La galleria d’Arte Moderna, Il Giardino di Boboli e il Giardino Bardini. Il Museo del Bargello e il Museo di San Marco saranno aperti il giorno di Pasqua, mentre Le Cappelle Medicce e il Museo di Palazzo Davanzati saranno visitabili il giorno di Pasquetta. In Toscana, aperti a Pasqua e Pasquetta le Ville Medicee di Cerreto Guidi, di Poggio a Caiano e a Lucca il Museo Nazionale di Palazzo Mansi e il Museo Nazionale di Villa Guinigi.

A Napoli aperti a Pasqua e Pasquetta il Palazzo Reale, Il Museo di Capodimonte, il Museo Pignatelli, la Certosa e il Museo di San Martino e Castel Sant’Elmo, mentre in Campania sarà possibile visitare, tra l’altro, gli Scavi di Pompei, Ercolano e Oplontis.
A Caserta, gli Appartamenti storici, la Pinacoteca, la Quadreria e il Parco Reale della Reggia saranno visitabili solo il giorno di Pasqua.

A Milano visitabile sia domenica che lunedì la Pinacoteca di Brera, a Mantova il Museo di Palazzo Ducale e il Museo Archeologico Nazionale. Visitabili, inoltre, i siti archeologici di Castelseprio (VA), di Desenzano (BS), di Capo di Ponte (BS) e di Grosio (SO).

A Torino visitabili sia domenica che lunedì Palazzo Reale, il Museo di Antichità, Palazzo Carignano e la Galleria Sabauda. Aperto entrambi i giorni anche il Castello di Racconigi.

A Venezia si segnala, tra gli altri, l’apertura nei giorni di Pasqua e Pasquetta del Museo Archeologico, delle Gallerie dell’Accademia e del Museo d’Arte Orientale. Nel Veneto saranno visitabili i siti archeologici di Feltre (BL), di Montegrotto Terme (PD), di Altino (VE) e Concordia Sagittaria (VE) oltre al Museo Nazionale Atestino e il Museo di Villa Pisani a Strà (VE).

Si segnalano inoltre le aperture della Galleria Nazionale dell’Umbria a Perugia, del Palazzo Ducale e Galleria Nazionale delle Marche a Urbino, dei castelli svevo-normanni della Puglia – Castello Svevo di Bari, Castello di Trani, Castel del Monte – della Galleria Nazionale della Puglia “Girolamo e Rosaria Devanna” a Bitonto, del Museo Archeologico Nazionale di Ferrara, del Museo Archeologico Nazionale e della Galleria Nazionale di Parma, del Museo di Palazzo Ducale a Mantova.

Per ogni informazione su orari di apertura, prenotazioni ed eventuale costo del biglietto è attivo un call center nazionale che risponde al numero verde 800991199, gratuito per chiamate da telefonia fissa effettuate dal territorio italiano. Il servizio è accessibile tutti i giorni dalle 9:00 alle 19:00.
Sul sito del Ministero per i beni e le attività culturali, www.beniculturali.it, è inoltre disponibile l’elenco completo dei musei e delle aree archeologiche visitabili.