Feed RSS

Archivi tag: vacanza verde

Amburgo verde e bella

Inserito il

Amburgo è la città più verde d’Europa con parchi, foreste, riserve naturali e acque sul 25% della superficie. È bella anche la periferia, vicina al Mare del Nord e Baltico con le molte opportunità di svago. Amburgo è anche una delle poche metropoli (due milioni e mezzo di abitanti) che contiene un proprio parco naturale – l’Hamburg Wadden Sea sarà presto nella lista dei siti UNESCO – e perfino 31 riserve naturali.

Leader nel trasporto sostenibile
Amburgo offre varie opzioni di sightseeing ecocompatibili: con la S-Bahn, la ferrovia veloce a energia elettrica verde, derivata dall’acqua e con le 1.500 biciclette rosse, le StadtRAD, che si affittano in più di 100 punti della città. Amburgo si può anche scoprire dal lago Alste, nel cuore della città, con le prime navi passeggeri a idrogeno: le FSC Alsterwasser a zero emissioni scivolano silenziose sull’acqua offrendo la vista dei piccoli parchi e delle casette bianche di Amburgo. E per chi ama il mangiar sano e i prodotti biologici c’è l’imbarazzo della scelta tra innumerevoli ristoranti, cafè e negozi specializzati, anche in abbigliamento e mobili a basso impatto, eco-friendly e di design innovativo.

Eco-made in Hamburg
Gli hotel eco sostenibili ad Amburgo sono in tutte le categorie: come il 5 stelle lusso Sofitel Hamburg Alter Wall Hotel, il 4 stelle superiore Madison Hotel Hamburg e il 3 stelle Okotel Hamburg. Il Radisson Blu è stato il primo con la certificazione ambientale ISO 14001, a febbraio 2012 l’avrà anche lo Scandic Emporio Hamburg. Anche il viaggio verso Amburgo ha opzioni eco-friendly: l’ente del turismo Hamburg Tourismus GmbH offre con Deutsche Bahn un Umwetl-Plus Ticket, sull’Intercity Express a zero CO2. Deutsches Bahn ricava energia elettrica da impianti idrici e dal sistema di elettricità rigenerata con il metodo Renewable Energy Generation Certificate, secondo i criteri del manuale TÜV Süd.

European Green Capital 2011
Con il suo programma di protezione del clima, tra l’altro, Amburgo ha ottenuto dall’Unione Europea il titolo di European Green Capital 2011. Nonostante il porto in continua crescita e l’importante hub industriale la città ha ridotto le emissioni di CO2 del 15% dal 1990, arriverà al 40% entro il 2020 e per il 2050 addirittura all’80%. Come sia possibile raggiungere tali risultati Amburgo lo spiega nell’Info Pavillion della stazione ferroviaria centrale, e ci sono anche gli eco tour guidati a orario fisso, per comprendere i sistemi di protezione ambientale e per scoprire il cuore verde della città.

Arrivi record
Anche così Amburgo attrae sempre più visitatori. Le statistiche del North Germany riportano arrivi in aumento del 9,3% tra gennaio e aprile rispetto al primo quadrimestre del 2010, e più 10,7% i pernottamenti, in tutto 2,7 milioni. Il 2011 si annuncia un anno record per Amburgo, dopo un aumento del 18% delle presenze internazionali (sempre tra gennaio e aprile) che sono arrivate al 25% del totale: in testa inglesi, danesi, svizzeri, austriaci e visitatori americani.

Annunci

Slovenia, una destinazione “verde”

Inserito il

In Slovenia il turismo “verde” è una scelta consolidata e quasi obbligata, considerando che il 60% del territorio è coperto da vaste foreste e prati fioriti.
La destinazione intende conservare intatta la natura anche per le generazioni future promuovendo questo tipo di turismo ecologico, sostenibile e responsabile. Ogni anno vengono piantati più di un milione di alberi nuovi; in più, un terzo abbondante della Slovenia è protetto e incluso nelle rete di Natura 2000, mentre altre zone sono state proclamate parchi e riserve naturali.
Per difendere gli ampi spazi verdi che la caratterizzano, la Slovenia punta anche sui suoi abitanti: il Paese vuole che ogni cittadino diventi portavoce dello slogan Verde per poterlo poi trasmettere in modo credibile e diretto ai turisti. E a questi ultimi viene richiesto di dare sostegno ai ristoranti e agli hotel locali e di acquistare prodotti dell’artigianato sloveno per fornire un aiuto all’economia nazionale e diminuire gli eventuali impatti negativi sull’ambiente e sulle comunità. In questo senso il modo migliore per visitare il Paese è rappresentato dalla vacanza attiva.
In Slovenia (20 mila kmq) si snodano 10 mila km di sentieri segnati, nei pressi delle zone più suggestive. Tra i sentieri predisposti dall’Associazione per l’escursionismo e dall’Ente per il Turismo, quelli culturali-etnologici, naturalistici e sportivi/ricreativi. E più di 50 complessi ricettivi si sono specializzati nell’accoglienza degli escursionisti in un’ottica ecosostenibile.

Puglia: dieci itinerari cicloturistici nel Salento

Inserito il

Il cicloturismo sbarca in Puglia e l’azienda di promozione turistica della Provincia di Lecce ha realizzato per questo segmento la guida “Le Vie Verdi del Salento-Itinerari Cicloturistici”, strumento che permette di esplorare il territorio in formato due ruote.
La guida propone dieci percorsi tematici con descrizione e cartografia. Si stimano circa 2 milioni di cicloturisti in Italia, mentre all’estero il fenomeno è molto diffuso: la sola Germania stima 10 milioni di cicloturisti. I dieci itinerari permettono di trasferirsi dall’entroterra alla costa passando per i centri urbani con percorsi che non presentano particolari difficoltà tecniche e che in linea di massima possono essere effettuati in una sola giornata.

Vacanza verde al top secondo la ricerca JFC

Inserito il

Sempre più trendy e più richiesta la vacanza verde: relax, sport, paesaggi, tradizioni e buona cucina sono gli appeal più forti di questo segmento turistico. Lo conferma la ricerca realizzata da JFC Tourism & management “Estate 2011: i nuovi trend delle vacanze verdi”.
I numeri parlano altrettanto chiaro: entro i prossimi tre anni i fruitori di vacanze verdi aumenteranno del 22%. Nello specifico, all’interno di questo valore totale, si prevede un aumento delle gite giornaliere per il 41%; degli short break per il 52%; dei long holiday trips (lunghi soggiorni) per il 5%. Mentre è prevista una riduzione del 15% per quanto riguarda i soggiorni settimanali “standard”.
Per la prossima estate è previsto un aumento del 3% dei vacanzieri verdi, che rimarranno prevalentemente all’interno dei confini nazionali (87%). Il restante 13% andrà all’estero, in particolare nelle località austriache. Per il 2011 risulta quindi che gli italiani che sceglieranno per l’estate una destinazione verde, sia campagna, parco o area appenninica, sarà pari all’11,8%, un + 3% rispetto all’estate 2010.