Feed RSS

Archivi tag: Valle d’Aosta

Via Francigena, concluso il progetto con l’apertura del quarto tratto

Si è concluso la scorsa settimana, con la presentazione del quarto tratto del percorso da Torino alla Liguria, il piano di valorizzazione e promozione della Via Francigena.
L’iniziativa, iniziata nel 2010, è stata affidata dalla Regione Piemonte all’Atl Turismo Torino e Provincia nell’ambito del Progetto Interregionale sulla Via Francigena. Il primo tratto aperto, due anni fa, è stato quello di Sigerico (attraverso il territorio Morenico-Canavesano, tratto che entra in Piemonte dalla Valle d’Aosta). In seguito il progetto è continuato con il percorso della Valle di Susa (che, con quello Monginevro/Arles, si collega con il cammino di Santiago di Compostela) e con il Torino-Vercelli.
Il quarto tratto, il cui titolo è “Via Francigena verso il mare. Città, borghi e colline del Monferrato”, attraversa i territori di Asti e Alessandria, in collaborazione con le Atl di Asti e Alessandria. Il percorso, di circa 170 km, con il coinvolgimento di 84 operatori privati, della ricettività, della ristorazione e dei prodotti artigianali e tipici, parte da Torino e si snoda nelle Province di Asti e Alessandria con un’offerta di beni culturali romanici, tra cui gran numero di edifici religiosi e abbazie romaniche che si incontrano in particolare nel territorio tra Torino e Asti, come l’Abbazia di Vezzolano.
Molti di questi siti sono stati inseriti nel progetto dell’Associazione Internazionale Transromanica, riconosciuta nel 2007 dal Consiglio Europeo quale ‘Grande Itinerario Culturale’.
Il materiale realizzato ad hoc (tradotto in inglese e francese) comprende una cartina geografica dell’area con l’indicazione del percorso, le distanze, i beni culturali, le aree di sosta, i luoghi dove mangiare, dormire e acquistare prodotti tipici, i cui indirizzi sono stati riportati sul retro. Sempre sul retro della cartina sono state inserite le descrizioni delle varie tappe del percorso e delle chiese e dei beni culturali presenti lungo il cammino. Il materiale è in distribuzione negli Uffici del Turismo di Torino e Provincia, di Asti e di Alessandria e alle principali fiere di settore a cui le Atl partecipano in Italia e all’estero.
Turismo Torino e Provincia ha inoltre realizzato un trailer, un video promozionale e un sito dedicato http://www.turismotorino.org/viafrancigena (tradotto in inglese, francese, spagnolo e tedesco), nel quale sono stati inseriti i 4 itinerari e tutte le descrizioni, le tracce gps e gli indirizzi utili.

Annunci

Passeggiando in Paradiso…

Inserito il

Il 3 dicembre 1922 è la data storica nella quale veniva istituito il primo parco nazionale italiano, quello del Gran Paradiso le cui vicende sono legate alla protezione dello stambecco. Col tempo divenuto luogo naturale di studi e ricerche scientifiche, Il Gran Paradiso è attualmente considerato il più importante dal punto di vista della ricerca scientifica e della conservazione ambientale.
Nel 2012 il Parco festeggia 90 anni di impegno per la Natura. Già riproposta l’edizione estiva della manifestazione “A piedi tra le nuvole” – strettamente legata allo sviluppo sostenibile dell’area protetta – che ha previsto, nelle domeniche di luglio e agosto, la chiusura dei sei chilometri di strada provinciale che conducono al Colle del Nivolet. Grazie alla collaborazione tra l’Ente Parco Nazionale Gran Paradiso, Provincia di Torino, Regione Autonoma Valle d’Aosta con i comuni di Ceresole Reale e Valsavarenche è stato possible coinvolgere una vasta area coinvolgendo oltre ai comuni di Ceresole e Valsavarenche, anche quelli di Noasca e Locana.
Questa manifestazione è stata solo il primo degli imperdibili eventi ed attività previsti in tutto il territorio dell’area protetta e dei suoi dintorni, che confluiranno negli effettivi festeggiamenti previsti ad Aosta il 3 dicembre. Numerosissimi gli utenti che hanno preso parte alle manifestazioni, trasformando un luogo apparentemente elitario per appassionati del settore in un piacevole paradiso in cui dimenticarsi del caos cittadino.

Alitalia premiata per i menù di bordo

Alitalia‭ ‬ha‭ ‬ricevuto‭ ‬anche‭ ‬quest‭’‬anno‭ ‬il‭ ‬premio‭ ‬per‭ ‬la‭ ‬categoria‭ ‬Best‭ ‬Airline‭ ‬Cuisine,‭ ‬quale‭ ‬migliore‭ ‬compagnia‭ ‬aerea‭ ‬al‭ ‬mondo‭ ‬per‭ ‬la‭ ‬qualità‭ ‬dei‭ ‬pasti‭ ‬serviti‭ ‬a‭ ‬bordo.‭
‬Il‭ ‬premio‭ ‬è‭ ‬stato‭ ‬conferito‭ ‬dal‭ ‬mensile‭ ‬americano‭ ‬Global‭ ‬Traveler‭ ‬che‭ ‬da‭ ‬8‭ ‬anni‭ ‬promuove‭ ‬una‭ ‬ricerca‭ ‬sulle‭ ‬eccellenze‭ ‬nell‭’‬industria‭ ‬dei‭ ‬viaggi‭ ‬e‭ ‬del‭ ‬turismo.‭ ‬Sono‭ ‬stati‭ ‬oltre‭ ‬36 mila‭ ‬i‭ ‬frequent‭ ‬flyer‭ ‬che‭ ‬hanno‭ ‬partecipato‭ ‬alla‭ ‬ricerca‭ ‬promossa‭ ‬da‭ ‬Global‭ ‬Traveler.‭ ‬I‭ ‬menù‭ ‬proposti‭ ‬in‭ ‬classe‭ ‬Magnifica‭ ‬si‭ ‬ispirano‭ ‬alla‭ ‬tradizione‭ ‬delle‭ r‬egioni‭ ‬italiane,‭ ‬sono‭ ‬realizzati‭ ‬in‭ ‬collaborazione‭ ‬con‭ ‬Alma,‭ ‬la‭ s‬cuola‭ ‬di‭ c‬ucina‭ i‬taliana‭ ‬diretta‭ ‬da‭ ‬Gualtiero‭ ‬Marchesi,‭ ‬e‭ ‬sono‭ ‬accompagnati‭ ‬da‭ ‬vini‭ ‬selezionati‭ ‬in‭ ‬collaborazione‭ ‬con‭ ‬l‭’‬Associazione‭ i‬taliana‭ s‬ommelier.
Al‭ ‬momento‭ ‬e‭ ‬per‭ ‬tutto‭ ‬il‭ ‬periodo‭ ‬natalizio‭ ‬in‭ ‬classe‭ ‬Magnifica‭ ‬vengono‭ ‬serviti‭ ‬pietanze‭ ‬e‭ ‬vini‭ ‬della‭ ‬Calabria‭ ‬(nei‭ ‬voli‭ ‬dall‭’‬Italia‭ ‬verso‭ ‬l‭’‬estero‭)‬ e‭ ‬della‭ ‬Valle‭ ‬D‭’‬Aosta‭ ‬(nei‭ ‬voli‭ ‬dall‭’‬estero‭ ‬verso‭ ‬l‭’‬Italia‭)‬.

Val d’Aosta, skipass scontato ogni mercoledì per le donne

La Valle d’Aosta lancia il‭ ‬mercoledì rosa per sciare ad un prezzo speciale a Courmayeur,‭ ‬Breuil-Cervinia,‭ ‬Valtournenche,‭ ‬Monterosa Ski,‭ L‬a Thuile e‭ ‬Pila, dove lo‭ ‬skipass giornaliero per le donne costa‭ ‬25‭ ‬euro ‭(‬offerta valida tutta la stagione invernale‭ ‬2011-2012‭ ‬ad eccezione di mercoledì 7‭ ‬e‭ ‬28‭ ‬dicembre,‭ ‬4‭ ‬gennaio‭)‬.
Il mercoledì prevede anche due offerte alle‭ ‬Terme di Pré-Saint-Didier:‭ ‬Le mercredi pour les dames, che‭ ‬comprende l’ingresso alle Terme,‭ ‬un evento beauty e un cosmetico snellente/tonificante palla tariffa speciale di‭ ‬68‭ ‬euro anziché‭ ‬90; Le mercredi de luxe pour les dames,‭ ‬che‭ ‬comprende ingresso alle Terme,‭ ‬cinquanta minuti di massaggio modellante e un cosmetico snellente/tonificante alla tariffa speciale di‭ ‬118‭ ‬euro anziché‭ ‬148 (ingresso alle terme a‭ ‬25‭ ‬euro il mercoledì a partire dalle quattro del pomeriggio).‭

La via Francigena, passaggio in Val D’Aosta

Dall’affascinante Passo del Gran San Bernardo a Roma: è questo il tratto italiano solcato dalla Via Francigena lungo quasi 1000 km e 1000 anni di storia.
La Valle d’Aosta rappresenta la porta di ingresso per coloro che provengono da Inghilterra, Francia e Svizzera e il punto di partenza per chi inizia il cammino nel tratto italiano. È proprio sul colle del Gran San Bernardo (dominato dalla statua del Santo patrono degli alpinisti) che sorge, ancora in territorio svizzero e nei pressi del lago, l’antico ospizio dal quale ha preso il via il 1 settembreGuide in cammino”: l’iniziativa, organizzata dall’Associazione Italiana Guide Ambientali Escursionistiche (AIGAE), vedrà le due guide protagoniste attraversare le sette regioni italiane a piedi e in bicicletta ed arrivare a Roma il 15 ottobre. L’intento è quello di promuovere il turismo sostenibile all’interno di un progetto europeo come quello della Via Francigena, che si realizza nel rispetto, tutela, salvaguardia dei luoghi attraversati e nella valorizzazione dei territori stessi.
È in corso di svolgimento, inoltre, il programma di escursioni organizzato con successo dall’Ufficio Regionale del Turismo della Valle d’Aosta nell’ambito del progetto “Nel cuore della Valle d’Aosta, lungo i sentieri della storia”: è l’occasione per scoprire il territorio attraversato dalla Via di Sigeric ed, in particolare, i comuni di Verrayes, Saint Vincent, Gignod, Verrès, Arnad, Hône, Donnas, Montjovet, Pont-Saint-Martin, Carema, Issogne ed Etroubles.

I cinque migliori viaggi fotografici

Inserito il

Se siete fotografi esperti o semplici appassionati di fotografia o se avete appena acquistato una nuova fotocamera reflex e sentite il bisogno di scattare le più belle immagini della vostra vita, ecco alcuni viaggi fotografici, alcuni organizzati proprio dalle aziende che producono macchine fotografiche.
I foto-tour hanno il vantaggio di unire la passione per i viaggi ai workshop fotografici, durante i quali esperti fotografi vi insegnano i trucchi per ottenere immagini spettacolari. Dalle meraviglie dell’Italia agli scenari affascinanti di Paesi come l’Africa, per immortalare i ‘big five’, o l’India, con i suoi colori, ecco dove andare!

Marche
Due giorni di corso per imparare le tecniche della fotografia e della post produzione e sistemazione in un resort con fattoria biologica per scoprire l’entroterra marchigiano. Ogni giorno sarà una meta diversa a catturare l’obiettivo sotto la guida di un esperto fotografo. Tra le diverse destinazioni proposte, il Monte Conero e i monti Sibillini.

Arcipelago toscano
Workshop  di fotografia di paesaggio (due giorni organizzati da Nikon School Travel) all’Isola d’Elba, il più grande parco marino d’Europa, inserito nel santuario internazionale dei cetacei marini. Gli scenari spaziano dalle spiagge al mare cristallino, all’archeologia industriale. Il percorso si svolge lungo i sentieri più panoramici e suggestivi dell’isola.

Parco del Gran Paradiso
Trekking fotografico dedicato alla fauna del Parco Nazionale del Gran Paradiso in Valle D’Aosta (due giorni organizzati da Canon). Il parco, ex riserva di caccia del Re d’Italia, è conosciuto come un importante luogo di riproduzione di molte specie animali. Si potranno fotografare stambecchi, volpi e altri animali che popolano queste valli, oltre ai magnifici paesaggi glaciali.

Sudafrica
Forse il viaggio fotografico per eccellenza: un photo Safari in jeep alla scoperta di un Paese ricco di meraviglie (due settimane oragnizzate da Nikon, in compagnia di un esperto fotografo). Tra scenari maestosi di vertiginosi canyon e la natura incontaminata delle savane del Kruger National Park, ogni giorno saranno possibili avvistamenti e scatti eccezionali.

India
Uno spettacolare workshop fotografico che dura dieci giorni nella regione del Rajasthan, terra di maharaja. Dalla città rosa di Jaipur alla sontuosa Jaisalmer fino alla sacra Varanasi con i suoi riti lungo il fiume sono tantissimi i soggetti che si possono fotografare.