Feed RSS

Archivi tag: Via Francigena

Nasce il nuovo sito della Via Francigena in Europa

Inserito il

Via Francigena

È completo il nuovo sito ufficiale della via Francigena, fortemente voluto dall’Associazione europea delle vie Francigene. All’indirizzo www.viefrancigene.org è possibile ora trovare informazioni dettagliate per percorrere l’intero tratto italiano e quello europeo fino a Roma.
Mappe e descrizioni del percorso a piedi sono state aggiornate da ItinerAria, che si è occupata di realizzare il sito, per tenere conto delle numerose modifiche introdotte dagli enti locali per il miglioramento della percorribilità e della sicurezza. Sono anche presenti indicazioni per l’accoglienza dei pellegrini e dei turisti lungo il percorso.

Annunci

Via Francigena, concluso il progetto con l’apertura del quarto tratto

Si è concluso la scorsa settimana, con la presentazione del quarto tratto del percorso da Torino alla Liguria, il piano di valorizzazione e promozione della Via Francigena.
L’iniziativa, iniziata nel 2010, è stata affidata dalla Regione Piemonte all’Atl Turismo Torino e Provincia nell’ambito del Progetto Interregionale sulla Via Francigena. Il primo tratto aperto, due anni fa, è stato quello di Sigerico (attraverso il territorio Morenico-Canavesano, tratto che entra in Piemonte dalla Valle d’Aosta). In seguito il progetto è continuato con il percorso della Valle di Susa (che, con quello Monginevro/Arles, si collega con il cammino di Santiago di Compostela) e con il Torino-Vercelli.
Il quarto tratto, il cui titolo è “Via Francigena verso il mare. Città, borghi e colline del Monferrato”, attraversa i territori di Asti e Alessandria, in collaborazione con le Atl di Asti e Alessandria. Il percorso, di circa 170 km, con il coinvolgimento di 84 operatori privati, della ricettività, della ristorazione e dei prodotti artigianali e tipici, parte da Torino e si snoda nelle Province di Asti e Alessandria con un’offerta di beni culturali romanici, tra cui gran numero di edifici religiosi e abbazie romaniche che si incontrano in particolare nel territorio tra Torino e Asti, come l’Abbazia di Vezzolano.
Molti di questi siti sono stati inseriti nel progetto dell’Associazione Internazionale Transromanica, riconosciuta nel 2007 dal Consiglio Europeo quale ‘Grande Itinerario Culturale’.
Il materiale realizzato ad hoc (tradotto in inglese e francese) comprende una cartina geografica dell’area con l’indicazione del percorso, le distanze, i beni culturali, le aree di sosta, i luoghi dove mangiare, dormire e acquistare prodotti tipici, i cui indirizzi sono stati riportati sul retro. Sempre sul retro della cartina sono state inserite le descrizioni delle varie tappe del percorso e delle chiese e dei beni culturali presenti lungo il cammino. Il materiale è in distribuzione negli Uffici del Turismo di Torino e Provincia, di Asti e di Alessandria e alle principali fiere di settore a cui le Atl partecipano in Italia e all’estero.
Turismo Torino e Provincia ha inoltre realizzato un trailer, un video promozionale e un sito dedicato http://www.turismotorino.org/viafrancigena (tradotto in inglese, francese, spagnolo e tedesco), nel quale sono stati inseriti i 4 itinerari e tutte le descrizioni, le tracce gps e gli indirizzi utili.

A luglio la 22ª Festa Medievale di Monteriggioni

Inserito il

La 22ª edizione della Festa Medievale torna a illuminare il centro storico di  Monteriggioni, borgo a nord di Siena, attraversato dalla Via Francigena e famoso al mondo per la citazione dantesca che ne esalta la tonda  cerchia muraria e la preziosa corona di torri. I primi due weekend di luglio – dal 6 all’8 e dal 13 al 15 luglio – decine di eventi  scalderanno il cuore della città fortificata tra performance dal vivo,  musica, danza, teatro e antichi sapori.
Sulle note del tema  “Inferno e Paradiso”, nelle piazze e nei giardini del borgo andrà in  scena un ricco programma di spettacoli selezionati dal direttore artistico Gabriele Tozzi di Jobel Teatro con l’obiettivo di ricreare  l’atmosfera e l’ambientazione di un villaggio medievale con le sue  guarnigioni militari, gli artigiani, i nobili e i popolani.
Come  ogni anno, la formula articolata su due weekend stata pensata per  offrire una duplice occasione per raggiungere le Terre di Siena e vivere  la Festa: una sorta di percorso a tappe in cui rimane stabile il tema  dello scontro tra bene e male, luce e ombra, angeli e demoni, continua  lotta tra loro.
Il Medioevo e i  sapori della buona cucina toscana saranno al centro del grande “parco tematico”, ispirato alle antiche cronache del mondo medievale e  rinascimentale, organizzato anche quest’anno dal Comune di  Monteriggioni, attraverso la propria società Monteriggioni A.D. 1213 e  in collaborazione con l’associazione di cultura medievale Agresto. In  tutto sono previsti 100 spettacoli che ogni giorno, dalle 17 a  mezzanotte, arricchiranno l’offerta culturale della festa. Il Castello  di Monteriggioni sarà attraversato da una serie di percorsi che, a  partire dalla piazza principale, si dipaneranno attraverso le vie del  borgo per uno spettacolo i cui protagonisti saranno duellanti,  cavalieri, tamburini, acrobati e cantastorie.
La Festa Medievale  di Monteriggioni offrirà ai suoi ospiti buon cibo, grazie alla  collaborazione con gli esercenti del posto e alle associazioni locali. I ristoranti proporranno, a prezzi abbordabili, i sapori e gli odori del  Medioevo anche a tavola.
Per l’occasione, inoltre, all’interno  delle mura del Castello, sarà allestito un mercato medievale con  prodotti dell’artigianato locale: indossate cotte di maglia, elmi,  guanti e spadoni, gli espositori provenienti da tutta la Toscana  guideranno grandi e piccini in un flusso continuo di spettacoli e  incursioni artistiche ricche di sorprese.
La Festa Medievale avrà  anche una sezione specifica dedicata ai bambini con laboratori didattici  e giochi, spettacoli teatrali itineranti e angoli di giocoleria.
L’edizione  2012 sarà arricchita da aggiornamenti in tempo reale della pagina Facebook e del sito che informeranno il pubblico sulle varie iniziative  in corso e sull’inizio degli spettacoli, fornendo una tempestiva  informazione e rinvigorendo lo spirito della festa con video e immagini  “catturate” nelle strade e nelle piazze del borgo fortificato.

http://www.monteriggionimedievale.it

A Colle Val d’Elsa seconda edizione de “Il Rinascimento di Colle”

Inserito il

Artisti di strada, musici, cantastorie, spettacoli in piazza e itineranti, combattimenti militari, antiche botteghe e mercati con prodotti di artigianato e alimentari, provenienti anche dalla filiera corta locale, taverne e ristoranti dove gustare piatti medievali e rinascimentali e spazi riservati ai bambini. Questo e molto altro nel grande spettacolo a cielo aperto all’insegna dell’allegria e del divertimento che si svolgerà sabato 23 e domenica 24 giugno, dalle 17 alla mezzanotte, a Colle di Val d’Elsa, in provincia di Siena, con la seconda edizione de “Il Rinascimento di Colle”.
La festa quest’anno sarà dedicata al tema “Feste e giochi in allegrezza sulla Via Francigena”, in omaggio all’antica via di pellegrinaggio che attraversa anche Colle di Val d’Elsa e tornerà a unire rievocazione storica, divertimento e promozione del territorio, animando per due giorni il suggestivo borgo della parte alta della città – conosciuta come “città del cristallo” per la produzione locale di eccellenza a livello nazionale e mondiale – con tanti figuranti in costume, dagli artigiani ai militari fino ai nobili e ai popolani. A completare lo scenario di rievocazione storica ci sarà anche un banditore, che leggerà ad alta voce, camminando per il borgo, le disposizioni emesse dalle autorità locali dell’epoca.
“Il Rinascimento di Colle” sarà un viaggio indietro nel tempo, uno spaccato di vita rinascimentale dedicato al periodo che va dal 1479 al 1592, e, in particolare, al legame fra Colle di Val d’Elsa e Firenze, che, nel 1479, concesse la sua cittadinanza ai colligiani in cambio del sostegno contro i nemici senesi. Nel 1592, poi, Colle di Val d’Elsa acquisì il titolo di Città, dopo essere stata proclamata sede di una Diocesi con un proprio Vescovo, Usimbardo Usimbardi, il cui stemma familiare è ricordato nel manifesto della due giorni. Protagonisti assoluti, nel centro storico colligiano, saranno gli artisti di strada, i musici, i giullari, i giocolieri, i saltimbanchi e i cantastorie che coinvolgeranno i visitatori, a partire dai bambini, con la loro allegria. Non mancheranno, poi, combattimenti e duelli militari dal vivo nelle piazze; spettacoli itineranti nelle viuzze e negli angoli più suggestivi e caratteristici del borgo, veri e propri palcoscenici naturali, e tante attività per i più piccoli, con giochi e laboratori ludico-didattici. Lo scenario di rievocazione storica sarà arricchito, ancora una volta, dal presidio militare e da artigiani, antiche botteghe e mestieri medievali e rinascimentali che popoleranno le vie di Castello con un variegato mercato dove sarà facile incontrare anche tanti figuranti abbigliati in costumi dell’epoca, dai ceti nobili a quelli più popolani. L’età rinascimentale, poi, sarà protagonista anche a tavola, nelle taverne allestite nelle piazze e nei ristoranti del borgo, dove si potranno gustare, serviti da personale in costume, antiche ricette, ma anche prodotti e piatti della tradizione povera toscana. La due giorni – organizzata e promossa sotto la direzione artistica del Cers, Consorzio europeo rievocazioni storiche con il patrocinio dell’amministrazione comunale di Colle di Val d’Elsa – vedrà protagoniste attive anche diverse associazioni sociali e culturali della città, che, con grande entusiasmo, porteranno il loro contributo nel riproporre antichi mestieri dell’epoca; nell’allestire e animare i mercati e le taverne e nell’arricchire il programma della manifestazione con performance e animazione al fianco degli artisti professionisti presenti. Uno spettacolo a cielo aperto, quindi, che renderà “attore” chiunque sarà presente e vorrà scoprire o riscoprire Colle di Val d’Elsa divertendosi.
“Il Rinascimento di Colle” non sarà solo una rievocazione storica, ma anche un’opportunità per conoscere il territorio e il suo patrimonio artistico, culturale ed enogastronomico, oltre ai prodotti di eccellenza, a partire dal cristallo. A Colle di Val d’Elsa, infatti, viene prodotto il 95% del cristallo italiano e il 15% di quello mondiale e il borgo di Castello ospita un laboratorio permanente a due passi dal Duomo, nel cuore di Castello, dove sarà possibile assistere, anche in occasione della manifestazione del 23 e 24 giugno, alla lavorazione dal vivo, a caldo e a freddo, con ingresso libero.
L’edizione 2012 della manifestazione sarà protagonista anche sui social network e sulla rete, con una propria pagina Facebook e un sito che saranno costantemente aggiornati con informazioni, programma e altre notizie utili sulla due giorni di rievocazione storica e divertimento. La Fan Page “Il Rinascimento di Colle” sarà animata da video, foto e contributi sui protagonisti, che creeranno un clima di attesa e curiosità in una sorta di “piazza virtuale” in cui curiosare e saperne di più sull’appuntamento del 23 e 24 giugno, assaporando il fascino della festa prima di viverla in prima persona.
Il costo del biglietto di ingresso è di 9 euro, 6 euro il ridotto. Ingresso gratuito per i bambini di età inferiore ai 12 anni.
Per informazioni, è possibile consultare il sito Internet dell’evento: www.ilrinascimentodicolle.org. La manifestazione fa parte anche del “Via Francigena Collective Project” – organizzato dall’Associazione “Civita” e dall’Associazione Europea delle Vie Francigene e promosso in Toscana da ATVF, Associazione Toscana Vie Francigene.

La Toscana apre il primo tratto della Via Francigena

Inserito il

È lungo 30 km il primo tratto della Via Francigena, inaugurato dalla Regione Toscana: completamente attrezzato e messo in sicurezza, collega San Gimignano a Strove, nel Comune di Monteriggioni.
La Via Francigena collega 14 regioni dall’Inghilterra alla Francia, dalla Svizzera all’Italia. Si tratta di un percorso di valenza europea, che la Toscana intende mettere in sicurezza, offrire al turismo di qualità per il 2014 e diventare un cammino per i giovani e per la ricerca di una diversa idea di sviluppo.

La via Francigena, passaggio in Val D’Aosta

Dall’affascinante Passo del Gran San Bernardo a Roma: è questo il tratto italiano solcato dalla Via Francigena lungo quasi 1000 km e 1000 anni di storia.
La Valle d’Aosta rappresenta la porta di ingresso per coloro che provengono da Inghilterra, Francia e Svizzera e il punto di partenza per chi inizia il cammino nel tratto italiano. È proprio sul colle del Gran San Bernardo (dominato dalla statua del Santo patrono degli alpinisti) che sorge, ancora in territorio svizzero e nei pressi del lago, l’antico ospizio dal quale ha preso il via il 1 settembreGuide in cammino”: l’iniziativa, organizzata dall’Associazione Italiana Guide Ambientali Escursionistiche (AIGAE), vedrà le due guide protagoniste attraversare le sette regioni italiane a piedi e in bicicletta ed arrivare a Roma il 15 ottobre. L’intento è quello di promuovere il turismo sostenibile all’interno di un progetto europeo come quello della Via Francigena, che si realizza nel rispetto, tutela, salvaguardia dei luoghi attraversati e nella valorizzazione dei territori stessi.
È in corso di svolgimento, inoltre, il programma di escursioni organizzato con successo dall’Ufficio Regionale del Turismo della Valle d’Aosta nell’ambito del progetto “Nel cuore della Valle d’Aosta, lungo i sentieri della storia”: è l’occasione per scoprire il territorio attraversato dalla Via di Sigeric ed, in particolare, i comuni di Verrayes, Saint Vincent, Gignod, Verrès, Arnad, Hône, Donnas, Montjovet, Pont-Saint-Martin, Carema, Issogne ed Etroubles.

Le vie Romee del territorio di Firenze approdano online

Inserito il

Approda online la rete delle 6 Vie Romee che attraversano il territorio di Firenze fino alle province di Arezzo e Siena.
Sono 560 chilometri di percorsi dedicati al mondo del turismo lento e sostenibile, che si possono trovare su sito http://www.vieromee.it. Si tratta di un moderno sistema informativo virtuale che si connette al portale unico della Via Francigena e inserisce le Vie Romee tra gli itinerari culturali internazionali, promuovendo a livello europeo il territorio dell’antico contado fiorentino.
Il servizio prevede due cartoguide aggiornabili sul web con il codice QrCode e un sito interattivo da cui il attingere ogni informazione sui 6 percorsi.