Feed RSS

Archivi tag: Vienna

Vienna culturale per i bimbi

Inserito il

Vienna_Museumsquartier

Lo Zoom Museo per Bambini al Wiener MuseumsQuartier è interamente dedicato ai piccoli visitatori che qui possono chiedere, toccare, scoprire, giocare, in altre parole esplorare il mondo con tutti i sensi.
Per i bambini a partire dai 6 anni sono previste rassegne interattive dedicate a diversi argomenti, nel laboratorio si può sperimentare insieme ad artisti e nella sezione dedicata ai cartoni animati i bambini hanno l’opportunità di realizzare i propri film. Per i più piccoli (a partire dai 6 mesi) è stato allestito nel settore “Ozean” un’area giochi dove potranno mettere alla prova la propria creatività.
Anche la Reggia di Schönbrunn ha creato un museo per bambini, tutto dedicato alla Vienna imperiale. Nell’ala occidentale del palazzo barocco i bambini possono conoscere la vita quotidiana a palazzo dei figli della coppia imperiale e travestirsi anche da principi e principesse.
Il Museo della Tecnica di Vienna ha creato la sezione “das mini”, riservata a bambini dai 2 ai 6 anni. Qui i giovani visitatori possono avvicinarsi al mondo della tecnica e delle scienze naturali, e sono incoraggiati a sperimentare e toccare con mano. I bimbi più grandi, nell’ambito di un esperimento sull’alta tensione, possono generare spettacolari fulmini lunghi diversi metri o fare esperimenti nel corso di workshop. Anche alla Casa della Musica è prevista una sezione per bambini tutta dedicata agli esperimenti: qui si possonosuonare strumenti musicali giganteschi, dirigere l’orchestra dei Wiener Philharmoniker e registrare un CD.
Al Museo di Scienze naturali è stato recentemente concluso il restauro della sala dedicata ai dinosauri. Oltre agli scheletri ed ai resti di questi giganteschi animali preistorici è qui esposto anche un allosauro che sembra quasi vivo, infatti si muove e lancia urla spaventose. Al microteatro, il “Mikrotheater”, i bambini si lanciano in appassionanti ricerche al microscopio; sono previste visite guidate per bambini a partire dai 3 anni.

Vienna, riapre al pubblico la Kunstkammer

Saliera Benvento Cellini - Kustkammer Vienna

Dopo dieci anni la Kunstkammer, la Camera dell’Arte e delle Curiosità del Kunsthistorisches Museum di Vienna, sarà nuovamente accessibile al pubblico dal primo marzo. La collezione, una delle più importanti al mondo, è stata sottoposta ad un restauro completo.
Alla Triennale di Milano una scatola dorata permetterà ancora fino a domani, 24 febbraio 2013 di avere un assaggio dei tesori custoditi alla Kunstkammer. Chi attraverso un cannocchiale guarderà nei fori sul contenitore potrà farsi un’idea di questa raccolta che comprende ben 2.200 oggetti, tra cui delicati e bizzarri manufatti in avorio, contenitori in pietra realizzati con maestria, ma anche pregiati orologi, complessi automi, insoliti strumenti scientifici e preziosi giochi. Il pezzo certamente più noto di questa collezione unica al mondo è la famosissima Saliera di Benvenuto Cellini.

Soggiorni e tour, King Holidays amplia le proposte per Capodanno

Pacchetti semplici, composti da volo di linea e soggiorno di tre o quattro notti nelle città europee. Questa la caratteristica delle proposte firmate da King Holidays incluse nel catalogo Capodanno e Ponti, già presente nelle agenzie Pegaso Viaggi.
I pacchetti dedicati alla Mitteleuropa includono Monaco di Baviera, Vienna, Praga e Budapest. La capitale austriaca è disponibile per un soggiorno di 3 notti con partenza da Milano e Roma. Per un Capodanno da trascorrere sul celebre Ponte delle Catene a Budapest, la sistemazione è prevista in hotel a 3 stelle, con volo da Roma.
Agli amanti dei grandi classici sono dedicati i classici viaggi a Parigi e Londra, dove quest’anno sarà possibile festeggiare optando per diversi party a tema.
Per quanto riguarda, invece, le proposte di King Holidays nella Penisola Iberica, è ricco il calendario di partenze per Barcellona, Madrid e Lisbona. Lisbona offre anche diverse opportunità per chi preferisce un’atmosfera più raccolta, come quella delle vecchie osterie e delle piccole taverne del Barrio Alto. Il pacchetto è sempre di 3 notti, con partenza da Milano, Roma, Bologna, Venezia e Torino.
In tema di atmosfere anticonvenzionali, trendy e cosmopolite, da segnalare anche la possibilità di trascorrere l’ultima notte dell’anno a Berlino e ad Amsterdam. Tra le proposte più inconsuete Istanbul, disponibile per 3 notti con volo di linea da Roma, Bergamo, Bologna, Bari, Napoli, Venezia, oppure Marrakech, con un viaggio di 4 notti da Roma o Milano, o ancora Malta.
Chi, invece, preferisce prenotare un tour organizzato, potrà scegliere una settimana dal 30 dicembre al 6 gennaio in Portogallo, oppure in Andalusia, per un viaggio di 5 giorni. Completano la programmazione il tour delle città imperiali in Marocco, oppure il programma Petra Express, un combinato di 5 giorni in Giordania, che include Ammam, Petra e, durante il tragitto tra le due tappe, una sosta a Madaba, la città dei mosaici, e al Monte Nebo.
Infine King Holidays propone un tour di 8 giorni in India, lungo il percorso classico nel Nord del Paese, con particolare riferimento alla regione del Rajasthan. Si parte da Roma per Delhi, dove si trascorre la notte di San Silvestro, per poi procedere verso Jaipur e Agra.

Gioco Viaggi, crociere su Danubio e Reno le proposte per Natale

Inserito il

Danubio e Reno per le crociere fluviali natalizie proposte da Gioco Viaggi. Due gli itinerari previsti dal tour & cruise operator, entrambi della durata di una settimana.
‘Natale sul Danubio’, sulla Amadeus Diamond o sulla Royal, è la crociera in partenza il 22 dicembre con soste a Passau, Linz, Melk, Dürnstein, Vienna, Bratislava e Grein.
Anche ‘Natale sul Reno’, con 7 pernottamenti sulla Amadeus Princess, parte il 22 dicembre con tappe a Colonia, Coblenza, Rüdesheim, Spira, Strasburgo, Magonza e Colonia.

Gioco Viaggi rilancia le crociere fluviali per l’autunno

Inserito il

Visitare l’Europa da una prospettiva diversa, quella dei fiumi che l’attraversano. Gioco Viaggi rilancia così le crociere fluviali, con una programmazione autunnale tra settembre e novembre a bordo delle navi della flotta Lüftner Cruises. Due le proposte su cui si focalizza l’operatore: “Valle del Reno” o “Bel Danubio”.
La prima prevede partenze da Amsterdam, con la nave Amadeus Princess e tappe a Volendam, Düsseldorf, Colonia, Coblenza Rüdesheim, Mannheim, Spira, Strasburgo e arrivo a Basilea.
Per la seconda proposta ci si sposta nell’Est Europa con la nave Amadeus Royal e un tour che parte e si conclude a Passau, toccando città come Vienna, Budapest, Kalocsa, Esztergom, Bratislava e Melk.

Nel 2012 Vienna festeggia il 150° della nascita di Klimt con mostre e rassegne

Inserito il

Nel 2012 ricorre il 150° anniversario della nascita di Gustav Klimt (1862-1918), e per celebrare la ricorrenza Vienna ha deciso di dedicare l’intero anno al pittore austriaco, con otto rassegne straordinarie e una serie di iniziative raccolte sotto il titolo “Gustav Klimt e la nascita del Modernismo a Vienna”.
Insieme ad artisti come Josef Hoffman, Otto Wagner, Joseph Maria Olbrich, Egon Schiele e Oskar Kokoschka, Klimt ha infatti segnato l’epoca a cavallo tra Ottocento e Novecento, quando Vienna era capitale dell’Impero Austroungarico e centro culturale della Mitteleuropa, dando vita con questo circolo di pittori e scultori anche al movimento noto come la “Secessione Viennese”, da cui lo stile secessionista o Jugendstil, il liberty viennese, che ha lasciato le sue tracce in tutta la città. In particolare in edifici che si distinguono per gli elementi ornamentali utilizzati: marmo, vetro, mattonelle, metallo, stucco colorato o dorato, decorazioni floreali. Simbolo di questo stile, proprio la Secessione, la palazzina costruita nel 1898 su progetto di Joseph Maria Olbrich, sede di questo circolo di artisti, e uno degli edifici in stile liberty più originali.
Nel corso del 2012 si potranno quindi ammirare oltre 800 opere di Gustav Klimt, tra cui disegni esposti al pubblico per la prima volta, dipinti famosi come “Il bacio” e il ritratto della sua compagna Emilie Floge o il fregio – lungo più di 34 metri e ispirato alla Nona Sinfonia di Beethoven – realizzato in occasione di una mostra del 1902 dedicata al compositore e che all’epoca suscitò anche accese critiche per i suoi soggetti erotici e forti, le decorazioni al Burgtheater e al Kunsthistorisches Museum, i progetti e i disegni per il fregio di Palazzo Stoclet a Bruxelles, i manifesti e le stampe e poi il camice di pittore, la maschera mortuaria, fotografie, busti e il calco della mano destra.
La prima mostra, già aperta il 25 ottobre scorso, è quella presso il Belvedere Inferiore, residenza principesca barocca del 18° secolo con giardino all’italiana, che ospita una mostra speciale dedicata a Klimt e all’architetto Josef Hoffmann, che insieme realizzarono il Palazzo Stoclet di Bruxelles, capolavoro del Liberty. La mostra “Gustav Klimt, Josef Hoffman. Pionieri del Modernismo” sarà visibile fino al 4 marzo 2012. Altre sette mostre costellerano l’anno (il calendario completo è disponibile sul sito http://www.klimt2012.info/it) e saranno allestite al Kunsthistorisches Museum, al Leopold Museum (“Gustav Klimt. Un viaggio nel tempo”, 24 febbraio – 11 giugno, che rappresenta l’arte di Klimt dai primi dipinti realisti alla scoperta del colore in forme sempre più audaci, alla sensibilità per l’oro nel periodo aureo, alle tante influenze riportate dall’artista nel corso dei viaggi all’Estero e in Italia), al Wien Museum, all’Albertina, al Museo Austriaco del Teatro e in quello del Folclore con una raccolta di stoffe del salone di alta moda di Emile Flöge, compagna del maestro.
In estate riaprirà, inoltre, Villa Klimt, attualmente in fase di restauro.

L’Avvento a Salisburgo

Salisburgo, città natale di Mozart e dal 1997 entrata a far parte del patrimonio mondiale UNESCO, viene considerata la seconda capitale austriaca dopo Vienna. E con oltre 20 tra sale da concerto e teatri d’opera, una dozzina di musei e 4.000 eventi all’anno, vanta un’offerta culturale importante. Tanta cultura, però, non pesa sull’atmosfera della città, gioiosa e spensierata come ai tempi di Mozart.
E così, già dal 17 novembre Salisburgo si prepara a festeggiare l’Avvento con le sue tradizioni, i suoi mercatini, le melodie natalizie, le rappresentazioni della Natività. E con un ricco programma di concerti mozartiani e di altri compositori, di sfilate in costume, di bande musicali, di cori suggestivi nelle chiese.
Da non perdere in particolare i numerosi mercati di Gesù Bambino, famosi in tutto il mondo: soprattutto il mercato storico nelle piazze del Duomo e della Residenza, che risale alla fine del XV secolo; ma segnaliamo anche i mercatini più piccoli, come quelli nella piazza Mirabell, nello Sterngarten, nel convento di St. Peter, nel quartiere Maxglan e alla Fortezza Hohensalzburg. Originale il mercatino presso il Museo Barocco, che dall’8 all’11 dicembre prevede una speciale vendita di quattro giorni di oggetti e prodotti ispirati alla vita gaudente della città nei secoli XVII e XVIII. Altre manifestazioni sono dedicate ai bambini, tra cui uno speciale allestimento del Museo del giocattolo, uno spettacolo di favole al Teatro Regionale, e diverse visite guidate allo zoo.
Un’iniziativa che farà piacere ai turisti sportivi è la navetta gratuita da Salisburgo al comprensorio sciistico di Ski Amadè con 800 km di piste, a partire dal 12 dicembre: una grande opportunità per chi voglia unire lo sport alla cultura e al divertimento.
Per accogliere i visitatori Salisburgo dispone di un’ampia offerta ricettiva, tra cui 130 alberghi delle varie categorie, cui si aggiungono bed & breakfast, residence e ostelli, per un totale di 15.000 posti letto. Del patrimonio ricettivo salisburghese fanno parte anche i 30 hotel della catena “L’Austria per l’Italia”.

http://www.salzburg.info